Google+

Dossier – Ritorno alla luce di un probabile Guercino. Bufala o no?

ottobre 31, 2013 Mariapia Bruno

La trama quasi è sempre la stessa per quei dipinti che di tanto in tanto ritornano a veder la luce e a suscitare  un certo interesse nei confronti degli esperti e del grande pubblico. Passati di mano in mano, o meglio di casato in casato, questi dipinti possono anche aver fatto perdere le proprie tracce per secoli interi, come quel Salvator Mundi di Leonardo che ha fatto tanto discutere un paio d’anni fa e come il recentissimo caso di una tela del Guercino intitolata Giuseppe e la moglie di Putifarre. Il dipinto fu eseguito dall’emiliano Giovan Francesco Barbieri (meglio noto come Guercino) nel 1631 per il duca di Modena Francesco I d’Este. Fu poi probabilmente donato a Laura Martinozzi, membro del governo modenese molto stimata dalla famiglia d’Este, che lo portò con se nelle maggiori corti europee. Dopodiché, il conseguente passaggio per molte famiglie private umbro-marchigiane ne ha fatto perdere le tracce fino a quando, nel 2011, entra a far parte della collezione privata della Zanasi Foundation (fondazione nata con lo scopo di promuovere l’arte, la cultura, la ricerca scientifica e la tecnologia in ambito medico) del medico Stefano Zanasi, che la sceglie come pezzo forte per il primo evento della sua fondazione, la mostra Guercino – Giuseppe e la moglie di Putifarre, aperta presso il Palazzo Ducale di Modena.

Ma gli esperti d’arte si dividono sull’attribuzione al Guercino di tale opera. Di contro ai curatori dell’esposizione modenese che resterà aperta fino al prossimo 20 novembre, cinque specialisti – Daniele Benati e Sonia Cavicchioli dell’Università di Bologna, Elena Fumagalli dell’Università di Modena, Barbara Ghelfi esperta dei disegni del Guercino a Bologna e David Stone dell’University of Delaware – imputano la suddette riscoperta come una tremenda bufala architettata con il solo scopo promozionale. Tra i motivi che fanno loro escludere che il dipinto sia opera del pittore emiliano ci sono la rigida qualità della stesura e una gamma cromatica troppo semplificata per appartenere alla mano del maestro, una freddezza tipica delle copie e una resa dei panneggi troppo rigida, oltre all’uso di colori tendenzialmente metallici. La verità, come in ogni cosa, verrà prima o poi a galla. Nel frattempo, chi non avesse l’opportunità o la curiosità di andare a vedere direttamente il dipinto, può metterlo virtualmente a confronto con le altre opere di sicura attribuzione al Guercino realizzate nel medesimo periodo creativo, come ad esempio, su suggerimento di David Stone, Amnon che scaccia Tamar, datato 1627-28.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi