Google+

Dossier – La Madonna Esterházy di Raffaello come dono Natalizio di Milano a turisti e cittadini

novembre 20, 2014 Mariapia Bruno

r3yT9Ojx64WmZTyeRnibbRjh9-xKVklt5WIOLWRXFNwLa Madonna Esterházy rappresenta l’ultima opera eseguita da Raffaello durante il suo fruttuoso periodo a Firenze, città in cui, come scrisse Vasari, fu <<molto onorato e particolarmente da Taddeo Taddei, il quale lo volle sempre in casa sua e alla sua tavola, come quegli che amò sempre tutti gli uomini inclinati alla virtù>>. E virtuosa è questa raffinatissima e luminosissima tela, raffigurante una bionda e delicata Madonna con Bambino e San Giovannino. Quel che ci colpisce immediatamente è l’ariosità del dipinto, il suo respiro armonioso verso quello sfondo accogliente e idillicamente bucolico che si perde via via nel blu rasserenante del cielo. Esplicito il riferimento a Leonardo nei lineamenti dei protagonisti, nei gesti e nei dettagli delle mani e dei piedi, nel modo in cui il gruppo si inserisce nello spazio che lo circonda, donandoci quel senso di idilliaca armonia.

L’opera, di casa al Museo delle Belle Arti di Budapest (Szépművészeti Múzeum), sarà ospitata dal 3 dicembre all’11 gennaio 2015 presso la sala Alessi di Palazzo Marino a Milano, cinquecentesca sede del Comune che regala la visione di questa importante opera a turisti e cittadini. Un dono di Natale che incontra un’apprezzamento senza riserve: i grandi classici della storia dell’arte sono da sempre, e lo saranno per sempre, degli impeccabili evergreen.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Alla versione orientata all’off road dell’ammiraglia Jeep si accompagna il debutto, per Renegade, del cambio a doppia frizione DCT in abbinamento al 1.6 Mjet da 120 cv. Svelati inediti pacchetti di personalizzazione Mopar e nuove serie limitate.

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

La Casa svedese torna a proporre una wagon di grandi dimensioni (4,96 metri). Al design ricercato e ai sistemi di sicurezza d’ultima generazione si affiancano moderni quadricilindrici sovralimentati a benzina e gasolio. La guida è un’esperienza sensoriale fatta di lusso e sostanza.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana