Google+

Dossier – Il Castello di Lipari ospita tre giorni di interventi sul connubio tra archeologia e arte contemporanea

settembre 4, 2014 Mariapia Bruno

??????????Nato per valorizzare gli elementi storici e culturali del territorio, il progetto biennale Mare Eolie prende il via domani presso il Teatro del Castello di Lipari, con il festival Segni e sogni del Mediterraneo. Il mare che circonda la cittadella fortificata che ospita l’evento è già da sogno, e la location è ideale per rilassarsi e soffermarsi sul prolifico connubio di archeologia e arte contemporanea, tematiche alla base dei i diversi dibattiti previsti nelle prossime giornate: da A sud del mercato dell’arte (5 settembre ore 19), condotto da Tahar Ben Jelloun, a Dal confino politico ai sogni degli artisti: ex carcere del Castello (6 settembre ore 19), condotto anche da Tahar Ben Jelloun con Lea Mattarella, ad Archeologia e arte, dal “Pittore di Lipari” all’arte contemporanea (7 settembre ore 19), un intervento, quest’ultimo, di Vittorio Sgarbi.

Igor Mitoraj, Grande notturno (omaggio a Galilei), 2008 , resina, cm 128x128x124hSegue l’ultimo intervento l’inaugurazione dell’area del Castello che sarà dedicata all’arte contemporanea, quella dell’ex carcere, dove le ex celle diventeranno i contenitori della mostra Eolie 1950/2015. Mare Motus, che sarà aperta al pubblico nella primavera 2015. Un ottimo sistema per riutilizzare dei locali dismessi riportandoli a nuova vita attraverso le opere d’arte. Protegoniste saranno le creazioni di Matteo Basilé, Tahar Ben Jelloun, Ettore de Conciliis con Alex Caminiti, Teresa Emanuele, Ernesto Lamagna, Igor Mitoraj, Piero Pizzi Cannella, Fabrizio Plessi e Maurizio Savini.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

La Casa svedese torna a proporre una wagon di grandi dimensioni (4,96 metri). Al design ricercato e ai sistemi di sicurezza d’ultima generazione si affiancano moderni quadricilindrici sovralimentati a benzina e gasolio. La guida è un’esperienza sensoriale fatta di lusso e sostanza.

L'Honda X-ADV potrebbe diventare capostipite di un nuovo genere: quello degli scooter medi con vocazione da giramondo. Nelle piccole cilindrate, però, il matrimonio tra scudo e tassello funziona già da molto tempo, come insegna il Booster

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana