Google+

Dossier – Dal nord al sud, il buon tempo di de Chirico

gennaio 22, 2015 Mariapia Bruno

17 Gladiatore nell¹arena, 1975Doppio appuntamento italiano per gli amanti del metafisico Giorgio de Chirico (1888 – 1978): il primo, promosso dal Consorzio Villa Reale e Parco di Monza, è aperto fino al 1° febbraio presso il Serrone della Villa Reale di Monza e si intitola Giorgio de Chirico e l’oggetto misterioso; il secondo è ospitato, fino al prossimo 6 aprile, presso la Fondazione Molise Cultura, Palazzo Ex GIL, in via Gorizia, a Campobasso e prende il titolo di Gioco e Gioia della Neometafisica. Due mostre che messe insieme ripercorrono una grande parte della carriera del longevo artista tanto apprezzato per quella sua originale e romantica interpretazione della classicità (soprattutto architettonica), per quel suo tocco inconfondibile, e per quel suo amore per i maestri del Rinascimento, di cui l’Italia va sempre molto fiera.

La retrospettiva lombarda, più piccola di quella molisana in termine di numero delle opere, presenta circa una trentina di opere della collezione Fondazione Giorgio e Isa de Chirico, realizzate tra gli anni Quaranta e la metà degli anni Settanta. La scelta è stata guidata dall’obiettivo di illustrare il ruolo che l’oggetto misterioso gioca nella produzione artistica del maestro. Tra le opere esposte Interno metafisico con pere, Sole sul cavalletto, La meditazione di Mercurio, Il poeta e il pittore. Sarà il pubblico a divertirsi nello scovare l’oggetto nascosto. La retrospettiva meridionale si focalizza, invece, attraverso settanta opere, sulla fase finale dell’opera dell’artista, la Neometafisica. Come ha scritto Calvesi <<I suoi personaggi, i suoi manichini, i suoi oggetti, le sue architetture sono in realtà divenuti giocattoli e il senso del gioco – che pure era già segretamente latente in qualche angolo della prima Metafisica – trionfa ora come una chiave creativa del tutto nuova, vitalizzata da un’assoluta coscienza di libertà e di dominio sul proprio mondo poetico e persino psichico; da cui non è più sopraffatto, ma di cui diviene il disincantato regista; o se si vuole il burattinaio di una recita di sorprese; il prestidigitatore di segreti ben conosciuti>>.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un'aerodinamica di nuova generazione caratterizza il telaio della nuova top di gamma del marchio veneto. Tecnologia Balanced Design, manubrio integrato e freni direct mount per un prezzo che parte da 4.600 euro

Alla versione orientata all’off road dell’ammiraglia Jeep si accompagna il debutto, per Renegade, del cambio a doppia frizione DCT in abbinamento al 1.6 Mjet da 120 cv. Svelati inediti pacchetti di personalizzazione Mopar e nuove serie limitate.

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana