Google+

Dossier – Da Leiden a Bologna, una virtuosa fusione di antichità egizie

ottobre 8, 2015 Mariapia Bruno
Gruppo statuario di Maya e Meryt, Leiden

Gruppo statuario di Maya e Meryt, Leiden

Bologna si fa teatro di un evento senza precedenti nel panorama internazionale: la collezione egiziana del Museo Nazionale di Antichità di Leiden in Olanda – una delle prime dieci al mondo – e quella del Museo Civico Archeologico di Bologna – tra le prime in Italia per numero, qualità e stato conservativo degli oggetti – si uniscono, dal prossimo 16 ottobre, in un percorso espositivo che per nove mesi guiderà i visitatori alla scoperta dei capolavori delle due collezioni, e non solo. Se da Leiden arrivano 500 pezzi, databili dal Periodo Predinastico all’Epoca Romana, dal Museo Egizio di Torino e dal Museo Egizio di Firenze giungono, a completare l’opera, altri interessanti prestiti, a testimoniare la ricchezza delle realtà museali italiane in merito. Le opere che sarà possibile gustare sotto le due torri emiliane fino al 17 luglio 2016 all’interno della mostra intitolata Egitto. Splendore Millenario, importante nel panorama nazionale e internazionale per il forte impatto visivo e scientifico, sono davvero tante e molte sono considerate dei capolavori.

Manico di specchio, Bologna

Manico di specchio, Bologna

Lasciano per la prima volta l’Olanda le statue di Maya, Sovrintendente al tesoro reale di Tutankhamon, e Meryt, cantrice di Amon, (XVIII dinastia, regni di Tutankhamon-Horemheb, 1333-1292 a.C.), massimi capolavori del Museo Nazionale di Antichità di Leiden, come il Sarcofago antropoide di Peftjauneith che riproduce le sembianze del dio Osiride, avvolto in un sudario di lino e con il volto verde che evoca il concetto di rinascita, e il Ritratto femminile del Fayum, una maschera sepolcrale dipinta su pannello ligneo. Sono “bolognesi”, invece, la Stele di Aku (XII-XIII Dinastia, 1976-1648 a.C.), il “maggiordomo della divina offerta”, la cui preghiera racconta l’esistenza ultraterrena del defunto in un mondo tripartito tra cielo, terra e oltretomba, e il Manico di specchio, ovvero  un manico di specchio fatto dal corpo aggraziato e sensuale di fanciulla che tiene in mano un piccolo uccellino: un oggetto da toilette molto ambito dalle signore egiziane facoltose. Infine, per la prima volta dopo 200 anni dalla riscoperta a Saqqara della sua tomba, la mostra offre l’occasione unica di vedere ricongiunti i più importanti rilievi di Horemheb, comandante in capo dell’esercito egiziano al tempo di Tutankhamon e poi ultimo sovrano della XVIII dinastia, dal 1319 al 1292 a.C., che Leiden, Bologna e Firenze posseggono.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.

4 metri e sessantuno, tanto spazio interno, trazione integrale e un comfort degno di un’auto executive. Con queste premesse il Traveller 4x4 Dangel si presta a essere una valida alle auto? Lo abbiamo guidato una settimana per capirlo

L'articolo Prova Peugeot Traveller 4×4 Dangel proviene da RED Live.