Google+

Dossier – Alla Biennale Adelina von Fürstenberg cura l’identità frammentata e ricostruita degli armeni

giugno 18, 2015 Mariapia Bruno

Mikayel Ohanjanyan 1Abbiamo già parlato qui del padiglione di India e Pakistan alla Biennale di Venezia. Oggi è la volta del Padiglione Nazionale della Repubblica di Armenia, che ha vinto il Leone d’Oro di questa 56° edizione. La giuria ha premiato la forma di palinsesto del padiglione che, con elementi contemporanei a braccetto con il patrimonio storico, ha permesso agli artisti di confrontarsi non solo con la loro località specifica, ma anche con il retaggio culturale che la caratterizza. La sede del padiglione Armenity. Artisti contemporanei della diaspora armena è collocata nel suggestivo scenario del Monastero Mekhitarista dell’Isola di San Lazzaro degli Armeni e servito da vaporetti pomeridiani (partenza dai Giardini, servizio navetta dalle ore 16.30 dai Giardini all’Isola di San Lazzaro, 10 min. e da San Zaccaria/San Marco partenza alle 16.30, 17.10, 17.50, 18.30 e alle 19.10 da San Zaccaria a San Lazzaro, 15 min, ritorno ogni ora).

Adelina Cüberyan v. Fürstenberg - Photo by Andrea Avezzù Courtesy la Biennale di Venezia BASSA WEBCuratrice del padiglione è Adelina Cüberyan v. Fürstenberg, svizzera di origine armena, esperta nel campo dell’arte contemporanea. Il concetto curatoriale che viene fuori da Armenity fa riflettere sul concetto di dislocamento e di territorio, di giustizia e di riconciliazione: ogni artista indipendentemente dal loro luogo in cui è nato (Beirut, Lione, Los Angeles o al Cairo) sa di portare con sé un bagaglio di memoria, identità e verità basato sulle sue origini. Un modo per rifletterà su una identità frammentata e dispersa, ma al contempo presente, ricostruita e rinnovata con il talento di questi artisti nipoti di coloro che sono sfuggiti al Genocidio del 1915, il primo del XX secolo.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Piegano come una moto (a volte pure di più) ma offrono più sicurezza e abitabilità. Con un buon "allestimento" possono essere una valida alternativa all'auto offrendo velocità e agilità da scooter e protezione (anche dei vestiti) da auto. Sono i mezzi a tre ruote, sia scooter sia moto, con sistema di basculamento. Quasi tutti scooter hanno però una guest star. Ecco quali sono e come vanno.

L'articolo Moto e scooter, quando due ruote non bastano. Ecco i migliori tre ruote proviene da RED Live.

I prezzi partono da 24.650 euro, quattro gli allestimenti disponibili

L'articolo Peugeot 2008, arriva il 1.5 BlueHDi con cambio automatico proviene da RED Live.

Per chi vuole qualcosa in più della solita Sport Utility, con l'accento sulla sportività. Farà il suo debutto ufficiale al Salone di Parigi, in ottobre

L'articolo Skoda Karoq Sportline, la SUV che va di fretta proviene da RED Live.

Al debutto l'EAT6 con il BlueHDi da 120 cv, già in regola con la normativa Euro 6.2.

L'articolo Citroën C3 Aircross, il cambio automatico arriva anche sulla Diesel proviene da RED Live.

L’originale tre ruote Piaggio compie 70 anni e li festeggia con un grande raduno a Salsomaggiore Terme. Le iscrizioni sono aperte

L'articolo Euro Ape 2018, dal 21 al 23 settembre 2018. Info e iscrizioni proviene da RED Live.