Google+

Dossier – A Trento tra Dossi, castelli e rivoluzioni iconografiche post Concilio

luglio 25, 2014 Mariapia Bruno

Sarà per la presenza delle opere di un artista dal nome ridondante e familiare come Dosso Dossi, sarà perché l’aria limpida e il sole non troppo caldo della bella stagione invitano ad escursioni negli arroccati castelli, sarà per l’attivismo di musei d’arte e di storia, come il Diocesano, e di scienze, come il MuSe, di cui abbiamo parlato qui, che Trento ci sembra più invitante del solito. Ma andiamo per ordine facendo un salto nel passato. Nel 1531 il principe vescovo Bernardo Cles chiamò nella vivace cittadina un pittore che già in vita conobbe una certa fama, Dosso Dossi, per affrescare, insieme al fratello Battista, che venne scalzato per fama, ben 19 ambienti del Magno Palazzo del Castello del Buonconsiglio. I due si misero all’opera e decorarono con putti la Sala del Camin Nero, con un fregio di leoni la Sala Grande, con le favole di Esopo la Stua della Famea, con i sapienti la biblioteca e con divinità antiche la prima sala che ancora oggi accoglie il visitatore. Il cognome Dossi è dunque perennemente legato al Castello, che adesso omaggia il più brillante Dosso con una retrospettiva che mette in mostra una quarantina di opere del pittore lombardo. Dal titolo Dosso Dossi. Rinascimenti eccentrici al Castello del Buonconsiglio, la rassegna, che resterà aperta fino al prossimo 2 novembre,  ci presenta opere come il Suonatore di Flauto, il Giovane con canestro di fiori, e l’apprezzatissimo Giove pittore di farfalle, osannato per una certa aura di mistero che lo avvolge.

Ma la visita al Castello non finisce con la mostra temporanea. E’ assolutamente da non perdere il Ciclo dei Mesi, attribuito al maestro boemo Venceslao, nella Torre dell’Aquila, risalente alla fine del XIV secolo – inizio XV e considerato il miglior esempio di Gotico Internazionale in Trentino. Le scene raccontano con vivacità le attività dei nobili e dei contadini nel corso degli 11 mesi descritti nei riquadri. Solo 11, in quanto, purtroppo, il mese di marzo, dipinto su legno, è andato perduto a causa di un incendio. Lasciandosi alle spalle l’affascinante castello, che fu pure immortalato nel 1494 in un acquerello di Albrecht Dürer, ci si può avviare verso il cuore della città. Dopo un salto alla Chiesa di Santa Maria Maggiore, dove fu tenuto il Concilio, vi consigliamo la visita al Museo Diocesano, che fino al 29 settembre ospita la mostra Arte e persuasione. La strategia delle immagini dopo il concilio di Trento, che, ripercorrendo due secoli di arte in Trentino, racconta come le immagini sacre assunsero nuove funzioni: quelle di informare, convincere, catturare l’attenzione e commuovere.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

1 Commenti

  1. Davide scrive:

    Brava, complimenti :)

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Arriva in gruppo tra gli ultimi, guarda tutti dritto negli occhi, mostra i muscoli e fa subito la voce grossa. E no, non è un bullo. Parliamo, piuttosto, della SUV Volkswagen T-Roc. Destinata a scendere in lizza nel segmento di mercato più frizzante, combattuto e attraente del momento, vale a dire quello delle sport utility […]

L'articolo Prova Volkswagen T-Roc proviene da RED Live.

In KTM hanno le idee chiare: il futuro della mobilità è elettrico. Ecco perché la nuova KTM Freeride E-XC, rinnovata da cima a fondo, è solamente un punto di partenza

L'articolo KTM Freeride E-XC, l’enduro green proviene da RED Live.

Prima erano una cosa sola. Ora sono divise. O meglio, in futuro avranno specializzazioni e target diversi. Volvo e Polestar, quest’ultima sino a ieri divisione ad alte prestazioni del brand svedese, si sono separate e vivranno di luce propria. Polestar, oltretutto, cambierà pelle, passando dall’elaborazione ufficiale dei modelli della Casa nordica alla realizzazione di vetture […]

L'articolo Polestar 1: il nuovo mondo proviene da RED Live.

Il progetto Émonda è nato per dimostrare che Trek era non solo in grado di costruire la bicicletta di serie più leggera al mondo, ma di renderla anche capace di offrire elevate performance. I confini della ricerca sembrano essere fatti perché li si possa superare e ciò che è successo con il MY 2018 lo dimostra: […]

L'articolo Nuova Trek Émonda 2018, la leggerezza non ha limiti proviene da RED Live.

La sfida che attende la nuova Seat Arona, al debutto tra le SUV compatte, ricorda quella di Kung Fu Panda contro le “Leggende Leggendarie”. Una outsider dalle dimensioni contenute, agile, scattante e con tante frecce al proprio arco che affronta senza alcun timore reverenziale i “mostri sacri” della categoria. Forte di una vitalità, sia estetica […]

L'articolo Prova Seat Arona proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download