Google+

«Dio sembra che perde sempre ma poi vince sempre»

ottobre 14, 2015 Pippo Corigliano

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – Si sa che i bambini dicono verità che lasciano sconcertati. Il figlio di sei anni di un mio amico ha detto: «Ho capito. Dio sembra che perde sempre, ma poi vince sempre». Mi è venuto in mente quest’episodio riascoltando il discorso del Papa al Congresso degli Stati Uniti. Tanti applausi e tante standing ovation per la prima volta di un Papa davanti al parlamento del Paese più potente del mondo che è nato protestante (viene in mente il discorso di Paolo all’aeropago di Atti 17,22-31).

Evento importante anche perché quel discorso ci dice molto dello stile di Francesco. Non è partito da concetti astratti ma dall’esempio storico di quattro grandi americani, e ha incoraggiato l’intero popolo americano, attraverso i suoi rappresentanti, a seguirne l’esempio. Tutto in chiave positiva e stimolante, senza trascurare i temi caldi sul tappeto: libertà per tutti (con possibilità di obiezione di coscienza), integrazione razziale, pena di morte, traffico di armi, attenzione ai poveri, intenso rapporto personale con Dio.

A chi si chiede corrucciato se questo Papa è cattolico direi di star sereno: questo Papa è più cattolico di me e di tanti. Chi si scandalizzò perché Gesù mangiava con gli amici di Matteo (Mt 9,9-13) non si deve oggi preoccupare per questo Papa che parte dalle persone reali per portarle alla verità, la via e la vita, come osserva il cardinal Scola. Preghiamo ora per il Sinodo ma senza timori. Ne nascerà un grande impulso per la famiglia, che è il punto di attacco del demonio.

Foto Ansa


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

1 Commenti

  1. SUSANNA ROLLI scrive:

    Preghiamo.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Audi accelera sulla strada dell’elettrificazione della gamma. Dopo la presentazione della nuova A8, proposta al lancio nelle configurazioni V6 3.0 TFSI e TDI “mild hybrid”, vale a dire con impianto elettrico a 48 volt, ora anche le famiglie A4 e A5 beneficiano d’inedite motorizzazioni mHEV che portano in dote tutti i vantaggi fiscali e di […]

L'articolo Audi A4 e A5, è tempo di micro ibrido proviene da RED Live.

Arriva in gruppo tra gli ultimi, guarda tutti dritto negli occhi, mostra i muscoli e fa subito la voce grossa. E no, non è un bullo. Parliamo, piuttosto, della SUV Volkswagen T-Roc. Destinata a scendere in lizza nel segmento di mercato più frizzante, combattuto e attraente del momento, vale a dire quello delle sport utility […]

L'articolo Prova Volkswagen T-Roc proviene da RED Live.

In KTM hanno le idee chiare: il futuro della mobilità è elettrico. Ecco perché la nuova KTM Freeride E-XC, rinnovata da cima a fondo, è solamente un punto di partenza

L'articolo KTM Freeride E-XC, l’enduro green proviene da RED Live.

Prima erano una cosa sola. Ora sono divise. O meglio, in futuro avranno specializzazioni e target diversi. Volvo e Polestar, quest’ultima sino a ieri divisione ad alte prestazioni del brand svedese, si sono separate e vivranno di luce propria. Polestar, oltretutto, cambierà pelle, passando dall’elaborazione ufficiale dei modelli della Casa nordica alla realizzazione di vetture […]

L'articolo Polestar 1: il nuovo mondo proviene da RED Live.

Il progetto Émonda è nato per dimostrare che Trek era non solo in grado di costruire la bicicletta di serie più leggera al mondo, ma di renderla anche capace di offrire elevate performance. I confini della ricerca sembrano essere fatti perché li si possa superare e ciò che è successo con il MY 2018 lo dimostra: […]

L'articolo Nuova Trek Émonda 2018, la leggerezza non ha limiti proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download