Google+

Da Taglio, un godurioso risotto alla milanese con midollo tostato a prezzi abbordabili

ottobre 28, 2013 Tommaso Farina

«Sarò grato quando mi racconterete di un ristorante da 25/30 euro». Così ci ha scritto un lettore del sito web di Tempi, Andrea, a proposito della recensione del Ferarùt di Rivignano (Udine), locale strepitoso ma certo non a buonissimo mercato. Andrea, ti vogliamo accontentare.

Il posto di oggi non sarà da 25 euro, ma da 35-40 sì. E stando a Milano, è quasi regalato, visto anche che la qualità culinaria è rimarchevole. Stiamo parlando di Taglio: un simpatico bistrot in via Vigevano, tra Naviglio e stazione di Porta Genova. È il progetto di alcuni giovani ben determinati: Andrea De Michelis, Raffaele Sangiovanni, Marco Tamaro, Gianluca Biscalchin. L’idea? Un posto dove venire a fare colazione (anche con le uova, all’inglese), spuntino, aperitivo («Ma quello vero, prima della cena. Non quello che la sostituisce», ammette Biscalchin). E poi, pranzi e cene. In cucina, Domenico Della Salandra propone una carta in cui convivono classici tradizionali e simpatiche invenzioni più moderne, ma sempre ammiccanti all’“antico”.

Cos’è l’insalata di nervetti con crema di borlotti, cipollotto novello (piacevolmente aspro) e mele verdi, se non un omaggio alla vecchia Milano nel 2013? Per i più “leggeristi” c’è il flan di melanzane e pomodoro. Torna la meneghinità con risotto alla milanese (di bella mantecatura) con mistura croccante e midollo tostato, e con le sentimentali tagliatelle col ragù dell’ossobuco, matrimonio tra Milano e Bologna. Di secondo, lo stinco di maiale con patate; la “cotoletta sbagliata” (di maiale, fritta nel burro chiarificato); la stupenda lingua di vitello con salsa verde, limone dolce-salato e bacche di vaniglia.

In chiusura, Tarte Tatin o mousse di cioccolato. Nessun piatto supera i 14 euro, i primi vanno sugli 8-9, gli antipasti sui 7. Aggiungiamoci una scelta di vini simpatica, la presenza della vera michetta milanese (fatta da Cesare Bollani, via Ripamonti) e un servizio simpatico e alla mano (nel senso che ti danno proprio la mano). C’è poi un banco di vendita di prodotti buoni.

Per informazioni 

Taglio
www.taglio.me
Via Vigevano, 10. Milano
Tel. 0236534294 – Chiuso domenica sera e martedì

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

2 Commenti

  1. Tommaso Farina scrive:

    Una correzione: dopo l’uscita dell’articolo sul nostro giornale, Taglio ha aggiunto un giorno di chiusura. Il MARTEDI’

  2. Mi sembra un buon ristorante dalla dettagliata descrizione da provare sicurissimo. ciao Marica

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

La Casa svedese torna a proporre una wagon di grandi dimensioni (4,96 metri). Al design ricercato e ai sistemi di sicurezza d’ultima generazione si affiancano moderni quadricilindrici sovralimentati a benzina e gasolio. La guida è un’esperienza sensoriale fatta di lusso e sostanza.

L'Honda X-ADV potrebbe diventare capostipite di un nuovo genere: quello degli scooter medi con vocazione da giramondo. Nelle piccole cilindrate, però, il matrimonio tra scudo e tassello funziona già da molto tempo, come insegna il Booster

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana