Google+

Da Armando al Pantheon: Roma è matriciana, “griscia” e molto altro

ottobre 14, 2013 Tommaso Farina

Tutto cambi, perché nulla cambi. Claudio e Fabrizio Gargioli vedono la loro vita e il loro mestiere con lo stesso sguardo del gattopardesco principe di Salina. Solo che loro sono romani veraci, e non sono nobili signorotti, ma ristoratori di popolo. Da loro, ossia nel loro Armando al Pantheon, a un passo dal mitico monumento, ci siamo stati già un anno e mezzo fa. Ma era il caso di tornarci oggi, poiché il locale si è dato un nuovo aspetto. È stato riscoperto l’antico soffitto travato, dell’epoca di papà Armando. Si è eliminato il buffet degli antipasti. La sala è stata rinfrescata, ma senza perdere nemmeno un milligrammo del suo rassicurante e fascinoso tradizionalismo.

È l’amore per la tradizione che si riverbera come non mai in una cucina senza trucchi, fedele al canone romano, con in più qualche ricetta meno conosciuta. Si può partire con un assortimento di bruschette. Vere bruschette, ossia non tartine o imitazioni. Oppure, con la coratella d’abbacchio, molto indovinata anche nella presentazione (ricordate?). Per primo, una carbonara, un’amatriciana (pardon, matriciana), una cacio e pepe, una gricia (anzi, griscia): Roma potrebbe essere tutta qui. E invece no: perché Roma è anche fettuccine con le rigaglie di pollo, meno mitizzate ma qui presenti all’appello. E dei tagliolini con baccalà, filetti di pomodoro, capperi, pinoli e uvette, che dire? Un piatto inatteso, un piccolo capolavoro. Si può proseguire con la classica vitella arrosto alla romana con le patate. Il venerdì c’è il baccalà alla pizzaiola. Tutti i giorni ci sono la trippa, l’anatra alle prugne e la faraona con la birra nera. Ci torneremo per provare il pollo coi peperoni, di cui ci dicono meraviglie.

Inevitabile chiudere con un tiramisù ai frutti di bosco, o con la torta Antica Roma. Per bere, c’è una scelta di vino non comune. Il servizio è curato da Fabiana, figlia di Claudio, e dal simpatico marito Mario. Spenderete circa 40 euro, in un’atmosfera da “Roma capoccia” in cui vi sentirete a casa.

Per informazioni 

Trattoria Armando al Pantheon
www.armandoalpantheon.it
Via Salita dei Crescenzi, 31 – Roma
Tel. 0668803034
Chiuso sabato sera e tutta la domenica

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un nome importante e un'eredità pesante, ma la Zaskar fa onore a entrambi e può essere considerata un riferimento per quella nuova classe di bici che reinterpretano il cross country

Rivoluzione in casa Corvette. L’ottava generazione della sportiva americana potrà contare sulla collocazione centrale anziché anteriore del motore e adotterà un V8 da almeno 650 cv. La nuova scocca dovrebbe restare fedele all’alluminio.

È la prima Bentley della storia alimentata a gasolio, oltre che la più “economica” a listino. Sotto il cofano della hyperSUV inglese pulsa il V8 4.0 TDI di derivazione Audi SQ7, forte di 435 cv e 900 Nm di coppia. Scatta da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi.

Quali sono, quanto costano, come sono fatti, in che misure sono disponibili e che prestazioni promettono i migliori pneumatici invernali sul mercato; ecco una guida completa.

È la variante sovralimentata della nota GTC 4 Lusso, con la quale condivide le quattro ruote sterzanti. Le 4WD del modello originale cedono il posto alla trazione posteriore. Mutua da California T e 488 GTB il V8 3.9 biturbo, proposto nello step da 610 cv.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana