Google+

«Cuo è sovversivo»: condannato a otto anni di prigione per un articolo pro democrazia

novembre 3, 2012 Leone Grotti

Tanti analisti e commentatori sperano che molte cose in Cina cambieranno dopo il Congresso del Partito comunista cinese, che partirà il prossimo 8 novembre e che nominerà le sette persone che governeranno il Dragone nei prossimi 10 anni. Si parla di riforme economiche, sociali e politiche ma, per ora, le avvisaglie non sono buone.

CONDANNATO PER UN ARTICOLO. Così, mentre vanno avanti i preparativi e vengono prese precauzioni perché niente a Pechino vada storto durante la settimana del Congresso, Cao Haibo, proprietario di un internet café nella provincia dello Yunnan, è stato condannato a 8 anni di prigione per «attività sovversive». La sua colpa è avere aperto un gruppo del social network QQ intitolato “Società per rafforzare la Cina” e condotto discussioni sulla democrazia.

CONTRO IL PARTITO UNICO. Nonostante la Cina abbia raggiunto il traguardo di seconda economia più forte del mondo, la libertà non è il suo forte, soprattutto quella di pensiero ed espressione. Cao si era lamentato online del sistema a partito unico e aveva aperto discussioni in favore di riforme democratiche e diritti costituzionali. Per questo un tribunale di Kunming, nello Yunnan, lo ha condannato a otto anni di reclusione.

LA FAMIGLIA NON È STATA AVVISATA. Arrestato nel 2011, Cao è stato portato davanti a un tribunale il 22 maggio 2012 ma la sua famiglia non ha potuto assistere al processo perché, hanno detto le autorità, «il caso includeva segreti di Stato». La condanna definitiva gli è stata comminata lo scorso 31 ottobre. Né la famiglia né l’avvocato di Cao sono stati avvisati che si sarebbe svolta l’udienza del processo. Come dichiarato dall’avvocato a China Human Right Defenders «ancora non so se farò appello ma il processo è stato pieno di storpiature del diritto».

SI AVVICINA IL CONGRESSO. La condanna è arrivata proprio ora, a oltre un anno dall’arresto, a causa del Congresso: il Partito comunista infatti, affinché niente possa disturbare il suo svolgimento, sta riducendo al silenzio in diversi modi dissidenti e attivisti.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana