Google+

«Cuo è sovversivo»: condannato a otto anni di prigione per un articolo pro democrazia

novembre 3, 2012 Leone Grotti

Tanti analisti e commentatori sperano che molte cose in Cina cambieranno dopo il Congresso del Partito comunista cinese, che partirà il prossimo 8 novembre e che nominerà le sette persone che governeranno il Dragone nei prossimi 10 anni. Si parla di riforme economiche, sociali e politiche ma, per ora, le avvisaglie non sono buone.

CONDANNATO PER UN ARTICOLO. Così, mentre vanno avanti i preparativi e vengono prese precauzioni perché niente a Pechino vada storto durante la settimana del Congresso, Cao Haibo, proprietario di un internet café nella provincia dello Yunnan, è stato condannato a 8 anni di prigione per «attività sovversive». La sua colpa è avere aperto un gruppo del social network QQ intitolato “Società per rafforzare la Cina” e condotto discussioni sulla democrazia.

CONTRO IL PARTITO UNICO. Nonostante la Cina abbia raggiunto il traguardo di seconda economia più forte del mondo, la libertà non è il suo forte, soprattutto quella di pensiero ed espressione. Cao si era lamentato online del sistema a partito unico e aveva aperto discussioni in favore di riforme democratiche e diritti costituzionali. Per questo un tribunale di Kunming, nello Yunnan, lo ha condannato a otto anni di reclusione.

LA FAMIGLIA NON È STATA AVVISATA. Arrestato nel 2011, Cao è stato portato davanti a un tribunale il 22 maggio 2012 ma la sua famiglia non ha potuto assistere al processo perché, hanno detto le autorità, «il caso includeva segreti di Stato». La condanna definitiva gli è stata comminata lo scorso 31 ottobre. Né la famiglia né l’avvocato di Cao sono stati avvisati che si sarebbe svolta l’udienza del processo. Come dichiarato dall’avvocato a China Human Right Defenders «ancora non so se farò appello ma il processo è stato pieno di storpiature del diritto».

SI AVVICINA IL CONGRESSO. La condanna è arrivata proprio ora, a oltre un anno dall’arresto, a causa del Congresso: il Partito comunista infatti, affinché niente possa disturbare il suo svolgimento, sta riducendo al silenzio in diversi modi dissidenti e attivisti.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un nome importante e un'eredità pesante, ma la Zaskar fa onore a entrambi e può essere considerata un riferimento per quella nuova classe di bici che reinterpretano il cross country

Rivoluzione in casa Corvette. L’ottava generazione della sportiva americana potrà contare sulla collocazione centrale anziché anteriore del motore e adotterà un V8 da almeno 650 cv. La nuova scocca dovrebbe restare fedele all’alluminio.

È la prima Bentley della storia alimentata a gasolio, oltre che la più “economica” a listino. Sotto il cofano della hyperSUV inglese pulsa il V8 4.0 TDI di derivazione Audi SQ7, forte di 435 cv e 900 Nm di coppia. Scatta da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi.

Quali sono, quanto costano, come sono fatti, in che misure sono disponibili e che prestazioni promettono i migliori pneumatici invernali sul mercato; ecco una guida completa.

È la variante sovralimentata della nota GTC 4 Lusso, con la quale condivide le quattro ruote sterzanti. Le 4WD del modello originale cedono il posto alla trazione posteriore. Mutua da California T e 488 GTB il V8 3.9 biturbo, proposto nello step da 610 cv.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana