Google+

Ma cosa ci stanno a fare i caschi blu in Centrafrica? Un episodio che la dice lunga

maggio 4, 2015 Redazione

Nella Repubblica Centrafricana, paese teatro di una violentissima guerra civile innescata da un colpo di Stato nel 2013, ci sono oltre 10 mila soldati inviati dall’Onu in missione di pace (Minusca). È presente anche un contingente italiano. I militari hanno svolto un lavoro importante ma sono stati più volte criticati dai residenti perché non hanno portato a termine il compito principale per il quale sono stati dispiegati: disarmare le fazioni in guerra e garantire la stabilità.
Inoltre, 14 militari francesi sono stati accusati in un rapporto Onu di aver violentato dei minori. Spesso, il malcontento della popolazione è fomentato da episodi come quello descritto pochi giorni fa nel suo blog da padre Aurelio Gazzera, missionario nella città centrafricana di Bozoum.

«Il mercoledì parto da Bouar, ma c’è un lungo convoglio di almeno un centinaio di camion che blocca la strada. Riesco a sorpassarli, ma mi trovo bloccato da una barriera, che alcuni giovani della città hanno piazzato. Come tutti i camion, sono obbligato a pagare, e quando mi lasciano passare, vedo con stupore che dall’altra parte c’è un blindato e un camion dei Caschi Blu della Minusca! Sopra ci sono i militari, che osservano divertiti la barriera, e NON fanno niente! Purtroppo rischia di essere un’immagine emblematica di quella che è la presenza dell’Onu in Centrafrica: molti mezzi, molti militari (oltre 10.000), molti molti soldi, e pochissimi risultati…».

Foto Ansa


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

1 Commenti

  1. Raider says:

    Che ci stanno a fare? Quello che hanno fatto i Caschi Blu di altre nazioni unite nello stupro, nella viltà e nella corruzione a ogni livello: compresa l’India, che si tiene i nostri marò e non vuole che essu tribunale internazionale ne giudichi i soldati impegnati in “azioni umanitare” per conto dell’O.N.U.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nasce sulla base del Crafter e promette praticità e abitabilità da camper. A fine agosto ne sapremo di più

L'articolo Volkswagen Grand California, perché la vita è un viaggio proviene da RED Live.

Piegano come una moto (a volte pure di più) ma offrono più sicurezza e abitabilità. Con un buon "allestimento" possono essere una valida alternativa all'auto offrendo velocità e agilità da scooter e protezione (anche dei vestiti) da auto. Sono i mezzi a tre ruote, sia scooter sia moto, con sistema di basculamento. Quasi tutti scooter hanno però una guest star. Ecco quali sono e come vanno.

L'articolo Moto e scooter, quando due ruote non bastano. Ecco i migliori tre ruote proviene da RED Live.

I prezzi partono da 24.650 euro, quattro gli allestimenti disponibili

L'articolo Peugeot 2008, arriva il 1.5 BlueHDi con cambio automatico proviene da RED Live.

Per chi vuole qualcosa in più della solita Sport Utility, con l'accento sulla sportività. Farà il suo debutto ufficiale al Salone di Parigi, in ottobre

L'articolo Skoda Karoq Sportline, la SUV che va di fretta proviene da RED Live.

Al debutto l'EAT6 con il BlueHDi da 120 cv, già in regola con la normativa Euro 6.2.

L'articolo Citroën C3 Aircross, il cambio automatico arriva anche sulla Diesel proviene da RED Live.