Google+

Che schifo, Ivanka Trump mi ha sfiorato

aprile 26, 2017 Redazione

trump-ivanka-donne-berlino-repubblica

Tutti i democratici combattenti della Resistenza internazionale antitrumpista sanno ormai che è legittimo, se non obbligatorio, disprezzare le donne di Trump in quanto donne e in quanto di Trump. Se poi l’occasione è un raduno di donne che esaltano le donne in quanto donne, anche meglio (non c’è contraddizione che tenga, quando si tratta di bastonare Trump).

Un doveroso tributo va dunque all’edizione odierna di Repubblica che non riesce a trattenere un conato di vomito nel raccontare il convegno del «G20 delle donne» tenutosi ieri a Berlino, con ospiti d’onore la cancelliera Merkel e la direttrice del Fmi Christine Lagarde, al quale ha avuto la faccia tosta di partecipare anche quella sciacquetta di Ivanka Trump, figlia di cotanto padre, nonché consigliera preferita di cotanto dittatore degli Stati Uniti.

L’incipit dell’articolo di Tonia Mastrobuoni dice già tutto:

«Quando Ivanka Trump allunga un braccio e la sfiora, Christine Lagarde si ritrae con garbo e incrocia le braccia; quasi a segnalare la differenza antropologica tra la figlia del bancarottiere diventato presidente e la direttrice del Fondo monetario internazionale».

Di per sé, questo sarebbe sufficiente per appagare il nostro sessismo a fin di bene. Ma vale la pena di continuare la lettura perché tutto il pezzo è pieno di apprezzamenti da manuale dell’eguaglianza. Ivanka per Repubblica è «invitata per meriti dinastici» (e non appare fuori luogo in proposito ironizzare sulla presenza contemporanea della regina d’Olanda che serviva «forse per evitare tout court l’argomento meritocrazia»). Ivanka pronuncia «molte frasi che sembrano mandate a memoria». Ivanka suscita «mugugni dalla platea» e «risate sarcastiche» e «fischi qua e là» e «molti sbadigli, anche». Ivanka «riesce ad essere di una vaghezza affascinante». Laddove di solito, invece, nei «G20 delle donne» si susseguono interventi al cardiopalma.

Probabilmente il ribrezzo provato da Lagarde e da Repubblica per la sola presenza della Trumpetta fa parte a sua volta della «forbice (culturale ed emotiva prima ancora che politica) tra città e campagna» che affligge questo mondo. Del resto lo scrive chiaramente Michele Serra in prima pagina: «A Parigi, Le Pen è quasi inesistente: non arriva al 5 per cento dei voti. Come Trump a New York». Insomma, «se dipendesse dalle loro capitali e dalle loro metropoli» – che sono «cosmopolite e multiculturali, sono laiche e di liberi costumi» a differenza delle loro campagne così medievali e buzzurre e cattive – «non una delle nazioni di Occidente sarebbe non dico governata, ma minimamente influenzata dalla destra sovranista e dai “nuovi” populismi antieuropeisti e antimondialisti». Se votasse solo la gente perbene, l’America sarebbe ancora un paese democratico.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Opel torna nel segmento delle SUV medie. E lo fa sbattendo la porta con tanta forza da far tremare i vetri. La nuova Grandland X, terzo atto della saga X dopo Mokka X e Crossland X, è una vettura concreta, spaziosa, confortevole e ben rifinita. Oltretutto forte di un design piacevole. Caratteristiche che, di per […]

L'articolo Prova Opel Grandland X proviene da RED Live.

L’ingresso di Fiat nel segmento dei Pick-up avviene grazie a una importante e strategica collaborazione con Mitsubishi di cui il Fullback è “figlio legittimo”. Stringendo una intelligente partnership con chi è stato ritenuto il miglior interprete di questa filosofia, Fiat ha infatti potuto entrare sul mercato dalla porta principale con un mezzo che, già in […]

L'articolo Prova Fiat Fullback LX 180 CV, buona la prima proviene da RED Live.

Pirelli ci riprova. Dopo il lancio degli pneumatici da bici P Zero Velo riparte dal ciclismo il progetto Pirelli Design, avviato dall’azienda per valorizzare il suo bacino di conoscenze in fatto di tecnologia. Procede dunque in questa direzione la nuova capsule collection con la collaborazione di Castelli, azienda italiana con più di quarant’anni di storia vissuta […]

L'articolo Pirelli Design e Castelli insieme per una collezione speciale proviene da RED Live.

Le due rappresentanti heritage della Casa di Iwata si tingono di nuovi colori e richiamano ancora di più il passato: sono le Yamaha XSR700 e XSR900 2018

L'articolo Yamaha XSR700 e XSR900 2018 proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. La prova della nuova gamma Softail comincia così, all’insegna di un motto indiscutibilmente americano. Oltre alle suggestioni culturali, però, c’è altro: otto modelli del tutto inediti, progettati ex novo per essere attuali oggi e soprattutto domani. Nel futuro di Harley-Davidson, infatti, ci saranno 100 nuovi modelli in 10 anni. […]

L'articolo Prova Harley-Davidson gamma Softail 2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana