Google+

Biancaneve e i sette nanerottoli

luglio 12, 2016 Susanna Campus

susanna-campus

Cari amici, il 25 giugno io e i miei guerrieri siamo stati invitati dal Maggiore dei Vigili Urbani Alberto, in qualità di rappresentanti di Aisla Sassari, a partecipare a uno spettacolo al Teatro Civico di Sassari, che aveva come attori dei bambini.

Erano almeno 20 anni che non entravo nel nostro Teatro Civico ed ero in subbuglio per tutto.

Immacolata, come sempre prima della mia partecipazione a una manifestazione, si era recata a fare un sopralluogo per vedere la mia collocazione in piene sicurezza.

La sera dell’evento, arrivati al Teatro con leggero anticipo, mi hanno portato nel palco delle autorità… Pensate che onore, per me il palco delle autorità! Naturalmente le mie fidate guerriere Alessandra e Michela erano nel palco affianco al mio.

Appena sistemata è venuto a salutarmi e conoscermi il Maggiore Alberto e abbiamo scambiato poche parole.

Intanto il teatro si riempiva e dopo un po’ è iniziato lo spettacolo. Sapevo che i bambini dovevano interpretare “Biancaneve e i 7 nani”, ma solo dopo che è iniziato lo spettacolo ho scoperto che i bambini recitavano danzando. Meravigliosi!

I bambini facevano parte del Centro Sportivo Sport Club 900.

susanna-campus-spettacolo-bambini

Biancaneve insieme alle farfalline-uccellini erano incantevoli, tutte bravissime. Anche la strega, nonostante il suo ruolo antipatico, è stata bravissima e bellissima. Ognuno ha interpretato al meglio la sua parte, ma il clou è stato l’ingresso in scena dei 7 nani. Credo che tutto il teatro si sia innamorato di quei nanerottoli, che non avevano più di 4 o 5 anni, coloratissimi e tutti sconclusionati. Ogni tanto qualcuno correggeva l’altro ma noi ci siamo commosse per la tenerezza che facevano.

Hanno danzato tutti a meraviglia e abbiamo riso a crepapelle quando Biancaneve riportava all’ordine il principe azzurro che pensava principalmente al suo ciuffo.

Alla fine dello spettacolo, i bambini hanno ricevuto un mare di applausi e sembravano degli artisti consumati. Si sono seduti al centro pista e i maestri hanno presentato il Centro Sportivo Sport Club 900, illustrando tutte le loro attività e facendo i complimenti ai bambini per come avevano interpretato la favola.

Subito dopo Alessandra è stata invitata a salire sul palco per parlare di Aisla Sassari e delle problematiche dei malati di Sla. Poi Ale che è sempre troppo buona nei miei confronti, mi ha fatto un bellissimo complimento dicendo che Aisla Sassari era nata per merito mio. No Ale, Aisla Sassari è nata per merito di tutti i malati e familiari del nostro territorio.

A quel punto è scrosciato l’applauso di tutto il teatro e devo ammettere di essermi commossa. Eh sì, abbiamo fatto una grande impresa per dare ai malati e ai loro familiari un po’ di appoggio!

susanna-campus-spettacolo-bambini-02

Era arrivato il momento dei saluti e i bambini come attori provati si sono alzati a gruppetti, hanno fatto il loro inchino e si sono ritirati. Per primi sono usciti quei “nanerottoli” che mi hanno fatto completamente innamorare di loro. Credo che non solo io mi sia innamorata di quei “cuccioli” tutti colorati, ma l’intero teatro.

È stata una bellissima serata e insieme al bellissimo spettacolo ho conosciuto delle persone splendide che sono sicura staranno vicine ai malati di sla.

Ringrazio di cuore Alberto e i suoi colleghi, i maestri del Centro Sportivo, Giorgione che è stato estremamente gentile dal mio arrivo in teatro.

Spero di avere l’occasione di rivedere questi piccoli artisti bravissimi cimentarsi in altre favole.

Bacioni,

Susanna

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

1 Commenti

  1. Rolli Susanna scrive:

    Ciao Susanna, è stato un piacere leggerti ancora…sai aprire il tuo cuore e far fuoriuscire le tue emozioni in modo strabiliante e contagioso; sai che mentre leggevo avevo l’impressione di essere lì a guardare emozionatissima? Solo tu sei così capace!!
    Grazie 1000, buona estate.

    Bacioni.

    Susanna (Non Campus).

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La seconda generazione della berlina ibrida plug-in nipponica percorre 100 km con un litro di benzina e sino a 50 km in modalità elettrica complice la ricarica solare al tetto. Confermato il powertrain ibrido da 122 cv. La batteria si ricarica in poco più di 3 ore.

Il design richiama elementi cari sia alle sportive BMW sia alle vetture maggiormente votate all’off road. La concept bavarese anticipa una nuova SUV coupé derivata da X1 che entrerà in produzione nel corso del 2017.

Ecco le nostre proposte per un fine settimana a pedali, a motore ma non solo. Se non sapete cosa fare date un'occhiata, se sapete già cosa fare potremmo farvi cambiare idea...

In casa Nissan si volta pagina: la Micra attuale va in pensione e lascia spazio a un nuovo modello molto più filante e sportivo che debutta a Parigi. Tre i motori a catalogo, due a benzina e uno diesel.

La nuova generazione della media sportiva nipponica può contare su di un’estetica estrema, degna di un tuner. Confermata la trazione anteriore, mentre il 2.0 turbo benzina potrebbe passare da 310 a 330 cv. Nelle concessionarie nella seconda metà del 2017.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana