Google+

Bergamo e la dimensione ludica senza tempo di Pepi Merisio

gennaio 4, 2013 Mariapia Bruno

«In Pepi, nelle sue fulminee (ma non casuali) occhiate – scrive Cesare Colombo – ci appare vivissima una convinzione: i bambini “giocano” come gli adulti vivono, ed operano, come gli adulti lavorano, litigano, o si concentrano a pensare. Il gioco dei bambini è tale solo per noi, che ne abbiamo dimenticato tutta la serietà. In realtà si tratta di un vero allenamento alla vita…». Raccontano la dimensione senza tempo del momento ludico gli scatti vintage di Pepi Merisio (Caravaggio, 1931), protagonista, fino al prossimo 2 febbraio, di una mostra alla Shots Gallery di Bergamo, dove una serie di scatti ci trasportano in un universo in bianco e nero dove seminaristi giocano a basket, impeccabili nei loro sai, e adulti, anziani e giovani giocano a tombola nelle strade di Stezzano.

Dal titolo Pepi Merisio – Il Gioco, la mostra bergamasca presenta ai nostri occhi tanti protagonisti accomunati dal momento di svago in cui la macchina fotografica li ha intrappolati per sempre, bloccati in un fotogramma che non è altro che il ricordo della nostra vita, il ricordo di una fantasia che inevitabilmente viente superata dalla realtà. Ed è proprio in questo ricordo che riusciamo ad assaporare il punto di vista del fotografo, nostalgico, che si volta verso il suo passato ormai lontano.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un nome importante e un'eredità pesante, ma la Zaskar fa onore a entrambi e può essere considerata un riferimento per quella nuova classe di bici che reinterpretano il cross country

Rivoluzione in casa Corvette. L’ottava generazione della sportiva americana potrà contare sulla collocazione centrale anziché anteriore del motore e adotterà un V8 da almeno 650 cv. La nuova scocca dovrebbe restare fedele all’alluminio.

È la prima Bentley della storia alimentata a gasolio, oltre che la più “economica” a listino. Sotto il cofano della hyperSUV inglese pulsa il V8 4.0 TDI di derivazione Audi SQ7, forte di 435 cv e 900 Nm di coppia. Scatta da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi.

Quali sono, quanto costano, come sono fatti, in che misure sono disponibili e che prestazioni promettono i migliori pneumatici invernali sul mercato; ecco una guida completa.

È la variante sovralimentata della nota GTC 4 Lusso, con la quale condivide le quattro ruote sterzanti. Le 4WD del modello originale cedono il posto alla trazione posteriore. Mutua da California T e 488 GTB il V8 3.9 biturbo, proposto nello step da 610 cv.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana