Google+

Beppe Grillo fa boomga boomga

maggio 9, 2012 Redazione

E QUEST’ESTATE TUTTI AL FRESCO. Intercettazioni sempre giuste.
Titolo di un articolo dell’ex magistrato Bruno Tinti, il Fatto quotidiano

TWITTER SARÀ INVASA DAGLI ALIENI. Se la settimana prossima il Dragon partirà davvero verso le stelle quella missione non sarà soltanto l’inizio di una Nuova Era Spaziale (…), sarà anche la rivincita dello Spazio sul CyberSpazio.
Riccardo Luna e Vittorio Zucconi, la Repubblica

MONEY IN THE SKY WITH ARMSTRONG. Il pensiero che il dio dollaro toccherà anche i frammenti di stelle può disturbare soltanto chi conservi il ricordo commovente della prima impronta di Neil Armstrong sopra una polvere lunare indisturbata da milioni di anni, dimenticando che alle sue spalle c’erano i profitti di multinazionali dell’industria aeronautica e militare, colossi come la Lockheed, la McDonnell Douglas e la Grumman.
Vittorio Zucconi, la Repubblica

E DI CERTI GIORNALONI. Nella storia, invece, è la motivazione economica e finanziaria, sono le banche, i debiti e l’ingordigia il vento che gonfia le vele dei navigatori.
Vittorio Zucconi, la Repubblica

MALEDETTI SAVOIA. Le conseguenze umane della crisi dovrebbero far riflettere chi ha portato l’economia italiana in questo stato e non chi da quello stato sta cercando di farla uscire.
Mario Monti, la Repubblica

CE L’AVEVO CON L’IDRAULICO. Sia ben chiaro che non ho fatto minimamente riferimento ai suicidi, non mi permetterei mai. E non mi sono riferito a nessun particolare governo.
Mario Monti, la Repubblica

SE L’È TENUTA SILVIO. (Mario Monti, ndr) non lo dice ma sottotraccia il messaggio è evidente: non ho la bacchetta magica.
Marco Galluzzo, Corriere della Sera

CABARET. Ha risposto con ironia, Giorgio Napolitano, a chi gli chiedeva del successo del Movimento 5 Stelle alle comunali. «L’unico boom che ricordo è quello degli anni ’60, non ne vedo altri».
Annalisa Cuzzocrea, la Repubblica

BOOMGA BOOMGA. Il Movimento 5 Stelle è solo terzo, è nato due anni e mezzo fa e non ha fatto boom? Forse ha fatto bim bum bam, o sim sala bim?
Beppe Grillo, la Repubblica

UFO. Intanto Grillo vola. «A differenza di Napolitano, io il boom elettorale l’ho visto».
Daniela Santanché intervistata da Carmelo Lopapa, la Repubblica

GIUSTO: VAFFANCULO. Grillo? Abituiamoci al suo partito.
Pier Luigi Bersani, la Repubblica

SALAMI ALLE URNE. Affetto e affettato per il leader. “Coppa e salame per Beppe, euro 37,76” si legge nel rendiconto spese elettorali del Movimento 5 Stelle di Piacenza (…). Ma ora nessuno sorriderà su queste cose, nessuno le definirà ingenuità o demagogie, perché ci si vincono le elezioni.
Michele Smargiassi, la Repubblica

PIÙ CHE VOTI, TELEVOTI. La vostra pagina ha 85 amici. Come siete diventati, alle urne, così tanti? «Il 28 aprile è venuto qui Grillo ed è stato travolgente. C’era la piazza piena, sentivamo che la gente aveva voglia di cambiare, era d’accordo con noi».
Roberto Castiglion, neo sindaco grillino di Sarego (Vicenza), intervistato da Cinzia Sasso, la Repubblica

LA FAI FACILE. Il deputato casantinese Maurizio Bianconi è convinto che si debba «staccare la spina al governo e riattaccare quella con il proprio elettorato».
Lorenzo Fuccaro, Corriere della Sera

FORSE NON TUTTI SANNO CHE. Un cronista sintetizza i risultati elettorali dei candidati grillini con la parola «boom» (la voce onomatopeica divenuta sinonimo di crescita rapida e impetuosa)…
Marzio Breda, Corriere della Sera

E DA COSA? La misura del successo non è data tanto dai risultati.
Alessandro Trocino sul “boom” dei grillini, Corriere della Sera

COME NO. È come se mi chiedessero se voglio sposare la Schiffer. Chiediamo prima alla Schiffer se vuole sposarsi con me.
Antonio di Pietro sull’ipotesi di alleanza con Beppe Grillo, Corriere della Sera

VIVA L’ORIGINALITÀ. La politica italiana deve fare i conti con Beppe Grillo. Bisogna che i politici risalgano a bordo, al contrario del comandante Schettino.
Andrea Camilleri, Corriere della Sera

TUTTO BENE QUEL CHE FINISCE BENE. Per 24 ore Pier Ferdinando Casini ha abbandonato i suoi seguaci su Twitter. Ma riappare il giorno dopo il voto prima in conferenza stampa poi al Tg1 infine anche nella casa dei cinguettii.
Goffredo De Marchis, la Repubblica

AMICI AMICI… (Casini, ndr) ammette non la sconfitta dell’Udc («un partito che cresce») ma il fallimento del progetto messo in piedi con Gianfranco Fini e Francesco Rutelli.
Goffredo De Marchis, la Repubblica

CIRCO ORLANDO. Quando le telecamere si spengono, Orlando si chiude nel suo studio. «Hillary Clinton mi ha detto che vuole tornare a Palermo: la inviterò (…). E un invito lo spedirò a tanti altri: a Wim Wenders, Pedro Almodovar, al Dalai Lama…».
Sara Scarafia, la Repubblica

TI PIACEREBBE, EH? Clark Hoyt, garante dei lettori del New York Times, di fronte alle accuse di antipapismo rivolte al suo giornale (per le campagne sui preti pedofili, ndr) scrisse: «Piaccia o meno, esistono circostanze che hanno legittimato per anni questo andazzo. Doloroso che sia, il giornale ha l’obbligo di seguire la vicenda fin dove conduce, foss’anche alla porta del papa».
Corrado Augias, la Repubblica

SI IMPICCASSERO UN PO’ ANCHE LORO. Perché gli italiani hanno scaricato i politici? «Qualsiasi quaquaraquà va in giro come se fosse il papa. Ma si guardano attorno? Nella competizione per il sindaco di Londra, entrambi i candidati facevano in modo di muoversi a piedi o con i mezzi pubblici. E così in Francia. Hollande non lo si vede mai comparire con l’apparato scenico tipico dei potenti. Piccoli segni di persone che dimostrano di aver capito l’aria che tira».
Paolo Mieli intervistato da Silvia Truzzi, il Fatto quotidiano

UN SERIO DANNO. Non voglio rendere omaggio al vincitore, è un sport che lascio volentieri ad altri. Ma sicuramente l’impianto di Grillo è serio.
Paolo Mieli intervistato da Silvia Truzzi, il Fatto quotidiano

IL CAVALLO DI CALIGOLA. «Il Cavaliere diede un milione per acquistare un senatore».
Titolo del Corriere della Sera

SOLO PUNIZIONI. Per Hollande, «basta col rigore» vuol dire rilancio dello statalismo e del dirigismo.
Piero Ostellino, Corriere della Sera

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

1 Commenti

  1. Lisa Gurnsey scrive:

    I just want to mention I am just very new to blogging and absolutely enjoyed you’re blog site. Likely I’m want to bookmark your site . You certainly have tremendous articles and reviews. Cheers for revealing your web-site.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Svelata la concept che anticipa la nuova WRC del Double Chevron, attesa ai vertici del Campionato mondiale rally 2017. Esteticamente simile a una Gruppo B degli Anni ’80, può contare su di un 1.6 turbo benzina da 380 cv.

La concept spagnola ama l’off road. Al 2.0 TDI da 190 cv si accompagnano il cambio a doppia frizione DSG, le 4WD e un allestimento estetico degno di una 4x4 nuda e pura. Potrebbe derivarne una versione di serie.

Debutta la variante tutto terreno della wagon tedesca. Può affrontare facili sterrati grazie all’assetto regolabile, all’altezza da terra superiore allo standard e a protezioni specifiche. Motori turbodiesel di 2,0 e 3,0 litri da 195 e 258 cv.

Il lieve restyling della berlina/wagon nipponica porta in dote una superiore insonorizzazione dell’abitacolo e il sistema di gestione dell’erogazione G-Vectoring Control. Confermati i propulsori, arricchito il capitolo sicurezza.

Un'aerodinamica di nuova generazione caratterizza il telaio della nuova top di gamma del marchio veneto. Tecnologia Balanced Design, manubrio integrato e freni direct mount per un prezzo che parte da 4.600 euro

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana