Google+

Barack Obama, quando scambiammo un eroe per un dio

novembre 6, 2012 Pino Suriano

Essere eroi comporta un problema. Avendo in sé tratti divini (i greci li ritenevano nati dal legame amoroso di un uomo e di un dio), gli eroi rischiano spesso di essere scambiati per divinità. Quattro anni fa è capitato a un americano di colore. Su di lui si è riversata la speranza di una nazione, di un mondo.

Non una speranza piccola, di miglioramento, ma una speranza grande, di cambiamento. Indefinita e totale, come quelle che solo al divino si possono affidare. Il 5 novembre del 2008 mi sorprese, in classe, il sorriso stampato in volto a una mia allieva. «Perché sono contenta, professore? Oggi è un grande giorno per tutti noi». Ancora mi chiedo cosa avesse immaginato.

Sono trascorsi quattro anni. Barack Obama è un presidente che ha fatto cose buone e meno buone. Oggi qualcuno sceglierà di votarlo, qualcun altro no. Di quella speranza grande, però, non c’è più traccia. «Avevamo sperato fosse Bob Kennedy, e così non è stato» ha scritto Richard Cohen del Washington Post. “Obama, come no? Ma non è più la stessa cosa” scrive oggi Massimo Gramellini sulla Stampa. Quella ragazza, domani, non sorriderà per la sua probabile vittoria. Non ci penserà neppure, forse.

Buon risveglio dal sogno, America. Buon risveglio, Barack, anche se tu sapevi tutto già quattro anni fa. Mi piace immaginarti, la notte dell’elezione, mentre andavi a letto con gioia mista a tremore, chiedendoti: “Come posso io soddisfare tanta speranza?”. Sapevi già, quella sera, di non potercela fare. Troppo bella e troppo grande è la speranza che si accende nei cuori degli uomini. Troppo grande anche per i più grandi eroi.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

3 Commenti

  1. francesco taddei scrive:

    sarà anche che dopo aver vinto il nobel per la pace ha spedito droni a bombardare a destra e manca.

  2. Giovanna Pastasciutta scrive:

    Se vince Obama saro’ contenta come 4 anni fa.
    Obama non mi ha mai deluso, anche se certe scelte e atteggiamenti non li condivido.
    Forza Obama Abbasso l’altro che non mi ricordo neppure come si chiama!!!

  3. W Obama scrive:

    e i miei commenti con tanto di cuoricini e stelline per Obama dove sono finiti?

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un trapianto di cuore in piena regola. In Jaguar, da piccoli, devono aver giocato con “L’allegro chirurgo”, dato che il V8 5.0 sovralimentato della F-Type R trova posto sotto il cofano della berlina di medie dimensioni XE, entry level – si fa per dire – della gamma di Coventry. Un’operazione che porta alla nascita della […]

L'articolo Jaguar XE SV Project 8: nessuna come lei proviene da RED Live.

Prendi la moto più venduta da anni. Provata e riprovata in tutte le condizioni. Cosa si può raccontare ancora di lei? Parto con queste convinzioni per l’ennesimo test della ennesima R 1200 GS (le ho provate tutte le GS dalla 1100 a oggi). È la Rallye che ho già provato poco tempo fa in un […]

L'articolo Alla GS Academy con BMW R 1200 GS Rallye assetto sport proviene da RED Live.

Se l’elettrico costituisce il futuro della mobilità, la tecnologia ibrida plug-in è figlia del presente. Rappresenta infatti la massima espressione del compromesso tra propulsione tradizionale e a zero emissioni. Un’auto ibrida plug-in non è altro, del resto, che un’auto ibrida, quindi dotata di un powertrain composto dall’interazione tra due motori – il primo a combustione […]

L'articolo Hyundai Ioniq Plug-in: praticamente astemia proviene da RED Live.

She’s back. Dopo quasi vent’anni d’assenza, la BMW Serie 8 è di nuovo tra noi. La coupé di Monaco, destinata a collocarsi al vertice della gamma del costruttore tedesco, arriverà nelle concessionarie nel 2018, ma le linee sono già state svelate in occasione del Concorso d’eleganza di Villa d’Este. Chiamata a sfidare rivali blasonate quali […]

L'articolo BMW Serie 8: classe cattiva proviene da RED Live.

Un accessorio può fare la differenza? Snob Milano, giovane realtà della provincia di Varese, ne è convinta. E difatti rimpolpa il suo catalogo, già ricco di occhiali da sole e da vista, con le due nuove maschere da moto Café Bubble e Café Flat, ricercate nel design e nei contenuti tecnici.  I punti in comune  Amate […]

L'articolo Snob Milano Café Bubble e Café Flat proviene da RED Live.

Strategie di Content Marketing - Video Academy di MailUp - banner iscrizione
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana