Google+

«Babbo, sei un reazionario»

maggio 18, 2016 Leone Grotti

mao-cina-rivoluzione-culturale

Il 16 maggio la Rivoluzione culturale cinese ha compiuto 50 anni. Cominciata nel 1966, e conclusasi 10 anni dopo, è stato un «enorme disastro dell’umanità», come raccontato in una lunga intervista a Tempi dallo studioso Song Yongyi, ex guardia rossa, passato da «sostenitore a nemico di Mao Zedong» e due volte incarcerato dal regime comunista.

In quel periodo, Mao ha epurato i suoi nemici nel partito e agli occhi della popolazione è diventato quasi un dio. Fino a che punto il culto della personalità sia stato diffuso in quegli anni (ma dura ancora oggi con Xi Jinping), lo si può capire da un aneddoto raccontato al New York Times da Tang Jinhe, 71 anni, studiosa alla Tsinghua University di Pechino:

«Un giorno, nel 1976, quando il mio secondo figlio aveva 3 anni, il sole stava tramontando e lui lo guardava scendere dal balcone. Chiese a suo padre: “Babbo, che cos’è il sole?”. Suo padre rispose: “È una gigantesca palla di fuoco”. Lui si sedette in balcone, pensò a lungo, poi tornò dentro e disse: “Babbo, tu sei un reazionario”.

Suo padre disse: “Ehi, perché mi chiami reazionario?”. Lui rispose: “Perché il sole è il Presidente Mao, ma tu hai detto che è una gigantesca palla di fuoco”. Suo padre disse: “Oh, ho capito. Ma dire che il Presidente Mao è il sole, è solo una metafora”. Lui disse: “Che cos’è una metafora?”. E suo padre rispose: “Come faccio a spiegare a un bambino di tre anni che cos’è una metafora?”.

Mio figlio disse: “Babbo, tu sei un reazionario”. Suo padre disse: “Mi sono sbagliato. Il sole è il Presidente Mao. Tu non capisci che cos’è una metafora, quindi dimentica tutto”. Lui disse: “È comunque sbagliato. Ti ho sentito dire che il sole è una gigantesca palla di fuoco”».


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

La Casa svedese torna a proporre una wagon di grandi dimensioni (4,96 metri). Al design ricercato e ai sistemi di sicurezza d’ultima generazione si affiancano moderni quadricilindrici sovralimentati a benzina e gasolio. La guida è un’esperienza sensoriale fatta di lusso e sostanza.

L'Honda X-ADV potrebbe diventare capostipite di un nuovo genere: quello degli scooter medi con vocazione da giramondo. Nelle piccole cilindrate, però, il matrimonio tra scudo e tassello funziona già da molto tempo, come insegna il Booster

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana