Google+

Attenzione, intercettazioni scoop: indovinate un po’ cosa dice Renzi nel segreto della cornetta

luglio 14, 2015 Redazione

renzi-telefonata-intercettazioni-ansa

In merito alle “clamorose” intercettazioni – captate nel febbraio del 2014 e sbucate all’improvviso sui giornali alla fine della settimana scorsa – delle chiacchiere tra l’allora generale della Guardia di Finanza Michele Adinolfi, l’allora aspirante premier Matteo Renzi e il suo entourage, l’analisi più corretta l’ha scritta Salvatore Merlo sul Foglio di oggi.

IL SOLITO BULLO. Renzi, osserva Merlo, «in quella conversazione con l’alto ufficiale della Guardia di Finanza è in realtà il solito bullo», solo che qui, al posto del sofisticato (si fa per dire) tweet traditore “#enricostaisereno”, «non usa iniziatiche allusioni, indecifrabili perifrasi, contorte reticenze», semplicemente «dice chiaro e tondo: “Letta è un incapace”. Punto. Che è poi, all’incirca, quello che Renzi, in quei mesi (…) andava ripetendo praticamente a chiunque tranne che al diretto interessato». Al suo collega di partito Renzi furbescamente ripeteva appunto #staisereno, salvo poi tradirlo di lì a poco (siamo sempre nel febbraio 2014). «Una coltellata da cui Letta non si è più riavuto».

IL NEMICO DI SILVIO. Continua Merlo: «Il Giornale, per esempio, ha molto strepitato perché, nelle chiacchiere in trattoria con Dario Nardella, il loquace Adinolfi quasi conferma che Giorgio Napolitano ce l’aveva con Silvio Berlusconi. Sai che scoop. Il Cavaliere ha passato sette anni a ripeterlo persino ai muri che – citazione letterale – “quello è il mio nemico”».
E non sono finiti i presunti “scoop” ottenuti da queste conversazioni origliate chissà come e chissà perché (alzi la mano chi si ricorda di quale indagine si parla, chi sono gli indagati e chi i semplici intercettati, quale sia la notizia di reato da cui è partito tutto). Il Foglio ricorda anche le allusioni di Adinolfi con «battute da circonvallazione esterna» circa la «presunta ricattabilità di Napolitano per poco chiare ragioni che riguardano suo figlio Giulio». Ebbene, anche la carriera di quest’ultimo è stata «argomento in quei mesi di più d’un malizioso articolo di giornale».

IL VERO MISTERO. Insomma, nota Merlo, «Adinolfi, in un pazzotico cortocircuito, leggeva i quotidiani e ripeteva a pappagallo pettegolezzi e malizie orecchiate, per poi finire, un anno dopo, citato e un po’ mascariato su quegli stessi giornali». Più che a uno scoop siamo davanti a una «nemesi». Oppure a una sventura molto più grave per il mondo dell’informazione: la carenza di idee. «Attraverso le intercettazioni i quotidiani sembrano avere questo potere, di riciclare e mettere in mostra ogni giorno, con una forza di recupero sbalorditiva, merce deteriorata». Qualcuno, specie nelle redazioni della stampa manettare, pensa davvero che «è nelle intercettazioni, anche in quelle più sciocche e smargiasse, che si svelano i traffici e si rivelano i misteri». Invece, conclude il Foglio, «il caso Adinolfi sembra dimostrare il contrario». Con il risultato di oscurare «l’unico mistero da svelare» in questa vicenda, e cioè: «Chi ha deciso di togliere gli omissis che proteggevano le conversazioni penalmente irrilevanti?».

Foto Ansa


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il Wörthersee Meeting, vale a dire il più grande raduno tuning dedicato alle vetture del Gruppo VW, è da sempre una ghiotta occasione per i dipendenti della Casa tedesca per mostrare al mondo delle concept che, spesso, anticipano i modelli destinati a entrare in produzione. Così è avvenuto per la Golf GTI Clubsport. E così […]

L'articolo VW Golf GTI First Decade: la prima volta dell’ibrido proviene da RED Live.

La SUV nipponica si rinnova puntando su di una linea aggressiva e un telaio dalla superiore rigidità torsionale. Confermata la gamma motori che ai benzina 2.0 e 2.5 vede affiancarsi un 2.2 td. Debutta il sistema G-Vectoring Control.

L'articolo Mazda CX-5: a me gli occhi proviene da RED Live.

Compatta, anzi compattissima, e a zero emissioni. La e.Go Life rappresenta ad oggi il progetto più concreto di city car elettrica “indipendente”, vale a dire nata fuori dalla sfera di controllo dei grandi costruttori. Una vettura che fa dell’economia il proprio fiore all’occhiello, dato che in Germania è già ordinabile con prezzi a partire da […]

L'articolo e.Go Life: indipendenza elettrica proviene da RED Live.

Era arrivato il momento… In effetti dalla presentazione del Diablo Scooter sono passati dodici anni: correva l’anno 2005 e ad oggi l’evoluzione dei mezzi è stata incredibile, soprattutto in termini di prestazioni. Per Pirelli si è trattato di un investimento importante che ha dato due frutti che coprono la quasi totalità di tipologie di scooter presenti […]

L'articolo Prova Pirelli Angel e Diablo Rosso scooter proviene da RED Live.

Motori al minimo. Guardo a sinistra, mi rendo conto che se sommo l’età dei due piloti che mi affiancano sulla griglia di partenza il risultato supera di poco la metà dei miei anni. C’è davvero da chiedersi cosa diavolo ci faccio qui io in mezzo a questa masnada di mocciosi dal polso molto (troppo) snodato. […]

L'articolo In pista al CIV con KTM RC390 – Ricomincio da 3 (e 90) proviene da RED Live.

Strategie di Content Marketing - Video Academy di MailUp - banner iscrizione
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana