Google+

Antonia Campi spegne novantuno candeline al Museo Diocesano di Milano

dicembre 11, 2012 Mariapia Bruno

Conosciuta anche col nomignolo “Neto”, la scultrice Antonia Campi ha appena compiuto novantun’anni, di cui oltre sessanta di carriera. Protagonista per eccellenza del design italiano dagli anni Cinquanta a oggi, la ex operaia della Società Ceramica Italiana di Laveno ne ha fatta di strada nel corso della sua lunga vita. Comincia a farsi conoscere nella manifattura allora diretta da Guido Andlovitz – figura che lei stessa sostituirà nel 1962 – dove era entrata giovanissima e già diplomata in scultura all’Accademia di Brera. Un decennio più tardi sarà direttrice del Centro Artistico unificato della Società Ceramica Italiana e della Richard – Ginori e poi del Centro Design della Pozzi – Ginori dove gestirà l’intera produzione dell’azienda, dai servizi da tè, ai piatti, ai vasi, ai sanitari e alla rubinetteria. Grazie a lei il bagno diventa uno spazio da vivere e non solo da utilizzare e i sanitari si trasformano grazie alla scelta di forme nuove e meno rigide e rigorose.

Geometrie, dialoghi di colore come il classico alternarsi di bianco e nero, smalti brillanti e vivaci, utensili che sembrano sculture, ecco le caratteristiche di una creativa le cui opere del quotidiano sono già esposte al MoMa di New York. È un’artista che ha messo le mani anche nel campo dei gioielli e delle porcellane reinterpretandoli in chiave sempre originale e mai banale. E come regalo che accompagna lo spegnersi di novantuno candeline il Museo Diocesano di Milano le dedica la mostra antologica intitolata Le Ceramiche di Antonia Campi. Geometrie impossibili aperta fino al 6 gennaio 2013.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

I nuovi Kymco People S 125 e 150 2018 si rifanno nel look e sfruttano motori di ultima generazione. Piccole novità anche nella ciclistica, aggiornata e ora più rigida.

L'articolo Kymco People S 125 e 150 2018 proviene da RED Live.

PROLOGO Cento anni fa, era il 4 novembre 1917, nella fase più cruenta del grande conflitto mondiale, prese il via la 13ª edizione del Giro di Lombardia. Incredibile come solo undici giorni dopo la tragica battaglia di Caporetto (24 ottobre), che ci costò 12.000 morti, 30.000 feriti e oltre 260.000 prigionieri, la Gazzetta dello Sport […]

L'articolo Giro di Lombardia, 100 anni dopo proviene da RED Live.

Dal 2019 la Dorna organizzerà la Moto-e World Cup, primo Campionato mondiale con mezzi ad alimentazione elettrica. Le moto saranno le italianissime Energica

L'articolo Moto-e World Cup il mondiale è elettrico proviene da RED Live.

3.500 km dalla Finlandia all’Italia accompagnati da una costante tormenta di neve insegnano qualche trucco su come affrontare il bianco manto invernale. La tecnologia moderna applicata alle auto aumenta la sicurezza ma la differenza la fa sempre chi guida.

L'articolo Guida sulla neve – Consigli per guidare in sicurezza proviene da RED Live.

Forse non sarà la supercar più aggraziata sulla faccia del Pianeta, ma è senza dubbio la McLaren più estrema mai realizzata. Il suo nome è Senna, in omaggio all’indimenticabile pilota brasiliano, e il peso a secco è da urlo: 1.198 kg. L’erede della hypercar P1, contrariamente ai rumors che la volevano ibrida come l’antenata, rinuncia […]

L'articolo McLaren Senna: la più estrema di sempre proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download