Google+

Antonia Campi spegne novantuno candeline al Museo Diocesano di Milano

dicembre 11, 2012 Mariapia Bruno

Conosciuta anche col nomignolo “Neto”, la scultrice Antonia Campi ha appena compiuto novantun’anni, di cui oltre sessanta di carriera. Protagonista per eccellenza del design italiano dagli anni Cinquanta a oggi, la ex operaia della Società Ceramica Italiana di Laveno ne ha fatta di strada nel corso della sua lunga vita. Comincia a farsi conoscere nella manifattura allora diretta da Guido Andlovitz – figura che lei stessa sostituirà nel 1962 – dove era entrata giovanissima e già diplomata in scultura all’Accademia di Brera. Un decennio più tardi sarà direttrice del Centro Artistico unificato della Società Ceramica Italiana e della Richard – Ginori e poi del Centro Design della Pozzi – Ginori dove gestirà l’intera produzione dell’azienda, dai servizi da tè, ai piatti, ai vasi, ai sanitari e alla rubinetteria. Grazie a lei il bagno diventa uno spazio da vivere e non solo da utilizzare e i sanitari si trasformano grazie alla scelta di forme nuove e meno rigide e rigorose.

Geometrie, dialoghi di colore come il classico alternarsi di bianco e nero, smalti brillanti e vivaci, utensili che sembrano sculture, ecco le caratteristiche di una creativa le cui opere del quotidiano sono già esposte al MoMa di New York. È un’artista che ha messo le mani anche nel campo dei gioielli e delle porcellane reinterpretandoli in chiave sempre originale e mai banale. E come regalo che accompagna lo spegnersi di novantuno candeline il Museo Diocesano di Milano le dedica la mostra antologica intitolata Le Ceramiche di Antonia Campi. Geometrie impossibili aperta fino al 6 gennaio 2013.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Cos’è Le Northwave Extreme RR sono il modello di punta della gamma dedicata al ciclismo su strada. Utilizzo Ciclismo amatoriale al massimo livello, gare amatoriali e professionistiche. Com’è fatto Il nome dice molto della destinazione di queste scarpe: come se non bastasse “Extreme”, in Northwave hanno pensato di aggiungere RR, declinando la sigla con un […]

L'articolo Northwave Extreme RR (Road Race) proviene da RED Live.

Dopo aver provato l’hoverboard DOC 6.5, sicuramente il più particolare fra i gingilli elettronici proposti da Nilox, abbiamo deciso di fare un passo indietro (nel senso di ardimento) e posare i piedi con un equilibrio più immediato su altri due prodotti legati alla mobilità elettrica: il monopattino DOC PRO e lo skateboard DOC Skate. DOC PRO […]

L'articolo Prova Nilox DOC Pro e Skate+ proviene da RED Live.

Una giornata molto particolare ci ha permesso di apprezzare il passato e il presente delle cabriolet marchiate DS. E abbiamo scoperto anche qualche analogia…

L'articolo DS: tra ieri e oggi proviene da RED Live.

“Come on, baby, light my fire, try to set the night on fire…” la musica è a tutto volume. L’accendo come un preriscaldamento che inizia a darmi la carica giusta. Questa canzone poi è un must; riesce a entrarmi nelle vene e accompagnare l’adrenalina verso l’alto. Direi che ne ho bisogno, visto che con la […]

L'articolo Prova Garmin Varia UT800, torcia e coraggio proviene da RED Live.

Essere la wagon più venduta in Europa dal 2014 è un primato di cui in Skoda vanno giustamente fieri. Eliminando stereotipi e status e con un pubblico che capisce il vero valore di quello che guida conquistare il successo per il marchio ceco non è stato difficile. Perché la sostanza c’è, ed è una sostanza […]

L'articolo Prova Skoda Octavia Wagon 2017 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana