Google+

Anche ai deputati del Pd piacciono i festini porno. Se non ora, Orlando

febbraio 10, 2012 Redazione

MA QUANTE NE SA? Il presidente del Consiglio italiano, nella due giorni americana, gode di questo vantaggio, unito a quello derivante dalla sua indiscutibile competenza: in materia di finanze internazionali, ne sa più di qualsiasi collega capo di governo, presidente americano compreso.
Beppe Severgnini, Corriere della Sera

NE HO LA CERTEZZA INTERIORE. Mario Monti incassa anche il “dividendo del sollievo”: non c’è dubbio che molti leader, sulle due sponde dell’Atlantico, siano felici di trattare con lui e non con il predecessore.
Beppe Severgnini, Corriere della Sera

IL SUPERDOTATO. Nessuno di loro (gli altri italiani finiti in copertina sul Time, ndr) tuttavia ha conquistato la copertina di Time in meno di tre mesi. Mario Monti, definito «un nonno elegante» dotato di una «voce tranquilla» e di «occhi sorridenti», ci è riuscito.
Beppe Severgnini, Corriere della Sera

SAREBBERO DUE COSE DIVERSE? È la prova che non esiste un pregiudizio anti italiano, in America e nel mondo anglosassone. Esiste invece la pigrizia di accomodarsi su facili stereotipi di cui l’Italia è spesso vittima.
Beppe Severgnini, Corriere della Sera

MA SOPRATTUTTO IL GIORNALISMO BANALE. Il guaio è che spesso, negli ultimi anni, alcuni di questi stereotipi sono stati alimentati, a cominciare dal vertice politico: il maschilismo e l’emotività, l’inaffidabilità e la teatralità, il pressapochismo e la retorica delle promesse.
Beppe Severgnini, Corriere della Sera

UN BEL CIUFFO È TUTT’ALTRA COSA. (Mario Monti, ndr) per ora, in America, ha migliorato sensibilmente la nostra immagine. Rallegriamoci, ma non illudiamoci. L’immagine è come la cravatta azzurra di cui il presidente del Consiglio sembra improvvisamente innamorato. Vezzosa, ma ci vuol poco a cambiarla.
Beppe Severgnini, Corriere della Sera

INOPPORTUNE VERITÀ. Inopportuna la sincerità di Elsa Fornero al convegno per il centenario della Federazione della stampa («La categoria dei giornalisti si è avvalsa di privilegi grazie alla vicinanza al potere politico»).
Sergio Rizzo sulla mania dei ministri di fare convegni, Corriere della Sera

O FRATELLA. La Fornero deve diventare mia sorella.
Daniela Santanché, Corriere della Sera

SE NON ORA ORLANDO. No: le immagini del responsabile giustizia del Pd che festeggia in una discoteca napoletana durante un party ad alto tasso di trash erotico – tra decine di ragazze tacco 12 e minigonne inguinali senza niente sotto – non sono piaciute a Pier Luigi Bersani.
Un articolo dell’Espresso sul caso di Andrea Orlando, deputato campano del Pd pizzicato a un festino sexy-trash a Napoli, Corriere della Sera

ALLORA SEI PURE PIRLA. Ma io ho partecipato di sfuggita, e prima che iniziassero a ballare me ne sono andato con Caldoro.
Andrea Orlando, deputato campano del Pd pizzicato a un festino sexy-trash a Napoli, Corriere della Sera

VIVA LA RIGA. Guardando poi le foto ho pensato di aver fatto un errore di valutazione ad andarci, però non ho fatto niente di male. Sì, ho visto un po’ di addobbi sopra le righe, ma tipici delle feste in discoteca che comunque non ho l’abitudine di frequentare.
Andrea Orlando, deputato campano del Pd pizzicato a un festino sexy-trash a Napoli, Corriere della Sera

TRANQUILLI COMPAGNI, NON FARÒ NOMI. Ci sono tanti partiti che hanno un sacco di soldi pur non essendo più in attività… Perché non andate a chiedere ai Ds perché non si vendono le centinaia di immobili che hanno in giro per l’Italia?
Francesco Rutelli ai magistrati che indagano sull’ex tesoriere della Margherita Luigi Lusi, Corriere della Sera

BALTASAR BRONSON. Chi conosce Garzón, però, sa che radiarlo dalla magistratura spagnola non basterà a fermarlo.
Andrea Nicastro sul caso di Baltasar Garzón, il magistrato eroe spagnolo sospeso per intercettazioni illegali, Corriere della Sera

UN BEL QUADRETTO. Steve Jobs drogato, menzognero e tirchio coi famigliari. È il quadro che emerge da un dossier dell’Fbi che ieri ha pubblicato sul suo sito web le 191 pagine del file segreto relativo a «Steven Paul Jobs». Un documento definito «molto più divertente della sua biografia ufficiale» dal New York Magazine.
Alessandra Farkas, Corriere della Sera

ATTI IMPURI NIENTE? Dal file emerge che la sua (di Steve Jobs, ndr) fedina penale era «pulita», che «non apparteneva ad alcun gruppo sovversivo» e «non aveva parenti nei Paesi controllati dai comunisti». Ma durante gli anni del College, secondo alcuno testimoni, aveva fatto uso di droghe illegali, tra cui marijuana, hashish e Lsd.
Alessandra Farkas, Corriere della Sera

DICIAMO PURE A TUTTI. I giornalisti ciclisti sono doppia mente antipatici a molti.
Maria Laura Rodotà, Corriere della Sera

TI @MMAZZO. Un ventitreenne saudita ha usato Twitter per esprimere le sue idee, come fanno moltissimi suoi coetanei nel mondo. Nel suo caso, però, riguardavano Maometto. (…) In poche ore, sui social media è esplosa la rabbia: accuse di blasfemia, minacce, taglie sulla sua testa, “fatwe” dei religiosi via Twitter e YouTube.
Viviana Mazza, Corriere della Sera

POVIA ERA ANTIGAY. Ieri si sono scatenate sul web polemiche per delle irriferibili frasi contro i gay, pubblicate su Facebook e attribuite a Giuseppe Povia. Ma il cantante di Luca era gay ha smentito, dicendo che si trattava di un profilo falso: «Non sono così scemo da postare delle frasi così stupide sui gay».
Corriere della Sera

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

1 Commenti

  1. eucervo scrive:

    Carina questa rassegna. Bravi

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un nome importante e un'eredità pesante, ma la Zaskar fa onore a entrambi e può essere considerata un riferimento per quella nuova classe di bici che reinterpretano il cross country

Rivoluzione in casa Corvette. L’ottava generazione della sportiva americana potrà contare sulla collocazione centrale anziché anteriore del motore e adotterà un V8 da almeno 650 cv. La nuova scocca dovrebbe restare fedele all’alluminio.

È la prima Bentley della storia alimentata a gasolio, oltre che la più “economica” a listino. Sotto il cofano della hyperSUV inglese pulsa il V8 4.0 TDI di derivazione Audi SQ7, forte di 435 cv e 900 Nm di coppia. Scatta da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi.

Quali sono, quanto costano, come sono fatti, in che misure sono disponibili e che prestazioni promettono i migliori pneumatici invernali sul mercato; ecco una guida completa.

È la variante sovralimentata della nota GTC 4 Lusso, con la quale condivide le quattro ruote sterzanti. Le 4WD del modello originale cedono il posto alla trazione posteriore. Mutua da California T e 488 GTB il V8 3.9 biturbo, proposto nello step da 610 cv.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana