Google+

Allevi ma che stai a di’? «Ah nulla, nulla! Niente di niente»

aprile 20, 2012 Mario Leone

Giovanni Allevi da molti anni fa parlare di sé. Riempie teatri e palazzetti dello sport. Tanto l’inchiostro versato per analizzare il “mondo Allevi”, alcune volte per criticarlo aspramente altre per esaltarlo come l’uomo che ha dato nuova linfa alla musica “colta”. Non è questo il luogo dove analizzare quanto sia veritiero il fenomeno e i punti che non “quadrano”. Di Allevi colpisce la fantasiosa loquacità che mostra al pubblico dei suoi concerti che è il medesimo dei suoi libri, durante le interviste e le “ospitate” televisive e radiofoniche.
Dopo giornate passate immerso nella lettura e nell’ascolto del “Giovanni Allevi pensiero”, la profonda domanda che mi rode è la medesima di Claudio Cerasa nell’ascolto di Nichi Vendola… 

Allevi ma che stai a di’? Ecco una raccolta delle frasi più folgoranti del pianista marchigiano.

Come definirebbe la sua musica?
«Ah nulla, nulla! Niente di niente. Io non sono nulla. Che bello starsene nella sedia a sdraio del nulla, nella totale mancanza di definizione, anche nella totalità mancanza della mia stessa identità. Mi sento molto meglio così! Sono nulla».
(Paola Pierdomenico, intervista Allevi per Tusciaweb)

Twitter: @maestroleone
allegrotempestoso.blogspot.com
 

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La show car a batteria al debutto al Salone di Parigi può contare su di un motore da 170 cv e un’autonomia di 600 km. È una hatchback compatta disponibile a guida autonoma e anticipa 30 futuri modelli elettrici Volkswagen. Una rivoluzione.

La nuova ammiraglia della Stella è lunga 6,5 metri, pesa oltre 5 tonnellate ed è caratterizzata da una blindatura in grado di resistere sia alle armi d’assalto sia agli esplosivi. Adotta da un V12 6.0 biturbo da 530 cv. Il prezzo? 1,4 milioni di euro.

Una sella road da 63 grammi per dimostrare dove la tecnologia può portare ma anche un modello specifico da endurance, che offre comfort e supporto extra, e uno dedicato ai biker più esigenti.

La concept giapponese anticipa il design dei futuri modelli Mitsubishi. È dotata di un powertrain ibrido plug-in con tre motori elettrici. Una soluzione che porta in dote la trazione integrale a gestione elettronica e un’autonomia di 120 km a zero emissioni.

La Casa tedesca dedica un inedito pacchetto high performance alla SUV Q3. A un aspetto decisamente aggressivo si accompagnano cerchi in lega da 19 pollici e sospensioni sportive S Line. Aggiornamenti per le versioni Sport, Design ed S Line Exterior.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana