Google+

Alla Villetta si mangia “quello che cucinava la mamma”. E non è un modo di dire populista

settembre 28, 2014 Tommaso Farina

osteria-villetta-palazzolo-tommaso-farina-1Fare le ricette della mamma. Sembra una di quelle petizioni di principio populiste, nate per essere contrapposte alla fantomatica “nouvelle cuisine”, ossia il nome che molti antipatizzanti di oggi danno alla cucina più fantasiosa e creativa. Invece, a casa di Maurizio Rossi non è così: all’Osteria della Villetta, di Palazzolo sull’Oglio (Brescia), si mangia davvero quello che cucinava la mamma Lina, esponente di una gestione familiare che presidia questa locanda fin dal 1900 (e in realtà anche prima).

Siamo vicini alla stazione del paese, a pianterreno di un vecchio palazzo. Attorno a voi, tavoli di legno, quadri e un delizioso bric-à-brac di modernariato “osteriesco” che mette il buon umore. Maurizio vi riceve come un vero oste, solo depurato da certi atteggiamenti burberi di una volta, sostituiti da un sorriso simpatico e disponibile. Il menù è in lavagnetta, coi prezzi. Antipasti: salumi locali, anzitutto. Oppure, una leggerissima, soave lingua di manzo con la vinaigrette e la giardiniera di verdure, roba da “Ritorno al futuro”.

Primi piatti? Qui va fortissimo, storicamente, il riso con salsiccia e verdure. Il giorno della nostra visita, tuttavia, abbiamo preferito un piatto di morbidi, pastosi gnocchi con tutto il sapore delle patate, conditi al burro e salvia. Se no, la parmigiana di melanzane.

osteria-villetta-palazzolo-tommaso-farina-2Il secondo piatto più quotato è il tris delle specialità di mamma Lina: involtino di foglia di bietola (in inverno, di verza, sempre comunque ripieno di carne, pane e formaggio), polpetta di maiale panata e sublime, “scioglievole” guanciale di manzo bollito con salsa verde. Avete comunque alternative come la trippa (famosissima) o il vitello tonnato.

Dolci sinceri, come il budino di cioccolato fondente. Il bere è una passione di Maurizio, che ha approntato una cantina ricca, devota ai brut di Franciacorta, serviti anche al calice.

In sala, a spendersi coi clienti, Maurizio è aiutato dalle ragazze di casa. Spenderete circa 40-45 euro e vivrete un’esperienza simpatica, verace, gustosa, appagante.

Per informazioni 
Osteria della Villetta
www.osteriadellavilletta.it
via G. Marconi, 104 – Palazzolo sull’Oglio (Brescia)
Tel. 030 7401899
Chiuso domenica e lunedì, e le sere di martedì e mercoledì

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

La Casa svedese torna a proporre una wagon di grandi dimensioni (4,96 metri). Al design ricercato e ai sistemi di sicurezza d’ultima generazione si affiancano moderni quadricilindrici sovralimentati a benzina e gasolio. La guida è un’esperienza sensoriale fatta di lusso e sostanza.

L'Honda X-ADV potrebbe diventare capostipite di un nuovo genere: quello degli scooter medi con vocazione da giramondo. Nelle piccole cilindrate, però, il matrimonio tra scudo e tassello funziona già da molto tempo, come insegna il Booster

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana