Google+

Acireale rivive la lunga notte dello sbarco degli alleati grazie agli scatti leggendari di Phil Stern

agosto 7, 2013 Mariapia Bruno

Sono passati settant’anni da quando, nelle prime ore del 10 luglio 1043, le truppe alleate, dopo l’avvio dell’Operazione Husky, sbarcarono in Sicilia raggiungendo le città di Gela, Scoglitti e Licata sotto il comando di Patton (VII Armata Usa) e il litorale sudorientale tra Marzamemi e Siracusa sotto quello di Montgomery (VIII Armata britannica). Una notte che ha cambiato la storia e che si è fissata nelle memorie di tutti i siciliani che l’hanno vissuta e che adesso la ricordano presso la Galleria Credito Siciliano di Acireale che, fino all’8 settembre 2013, ospita la retrospettiva Phil Stern. Sicily 1943.

Oggi lo statunitense Stern ha 93 anni, la fama di un fotografo d’eccezione che si è sempre trovato nel posto giusto al momento giusto, e quell’aura vissuta di uomo che incarna nella sua persona il passato stesso come testimonianza. I suoi scatti, che da subito hanno fatto il giro del mondo, ci fanno rivivere i diversi momenti di una delle più imponenti e drammatiche operazioni della seconda guerra mondiale (i morti sono stati oltre 5000 in 38 giorni). Sono delle immagini che ancora oggi riescono a rapire la nostra attenzione e a trasportarci in quel mondo che adesso immaginiamo in bianco e nero, ma che è stato acceso da i colori brillanti dei fuochi e da quelli cupi del sangue e del dolore.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Estrema tanto nell’aspetto quanto nella meccanica, la concept coreana anticipa la prima sportiva affidata al reparto Hyundai N. Adotta un 2.0 turbo benzina da 380 cv abbinato a un cambio a doppia frizione e alla trazione integrale.

La seconda generazione della SUV tedesca cresce nelle dimensioni e adotta soluzioni hi-tech in ambito sia multimediale sia di sicurezza. Mediamente più leggera di 90 kg, può contare su motori turbo benzina e diesel con potenze da 150 a 286 cv.

La seconda generazione della berlina ibrida plug-in nipponica percorre 100 km con un litro di benzina e sino a 50 km in modalità elettrica complice la ricarica solare al tetto. Confermato il powertrain ibrido da 122 cv. La batteria si ricarica in poco più di 3 ore.

Il design richiama elementi cari sia alle sportive BMW sia alle vetture maggiormente votate all’off road. La concept bavarese anticipa una nuova SUV coupé derivata da X1 che entrerà in produzione nel corso del 2017.

Ecco le nostre proposte per un fine settimana a pedali, a motore ma non solo. Se non sapete cosa fare date un'occhiata, se sapete già cosa fare potremmo farvi cambiare idea...

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana