Google+

A Taiwan si torna sempre con diletto (non è mica un “ristorante cinese”)

maggio 10, 2015 Tommaso Farina

ristorante-taiwan-milano-foto-tommaso-farina-2

Pubblichiamo la rubrica di Tommaso Farina contenuta nel numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti)

A volte ritornano. Spesso in questa rubrica rientrano ristoranti dove vi avevamo già guidato: ma questo, solo perché è piacevolissimo farsi guidare lì. E al ristorante milanese Taiwan, specializzato nella cucina dell’isola di Formosa, rifugio dei nazionalisti cinesi che non riconobbero Mao, si torna sempre con diletto. Questo perché è guidato da tre donne taiwanesi meravigliose: Silvia, Sofia (che è anche un’artista che ha studiato a Brera) e Gioia, la figlia di Silvia che ogni tanto dà una mano e che è ritratta benissimo dal suo nome. Le decorazioni del locale, situato vicino al grattacielo Pirelli, sono opera di Sofia: vi colpirà quello che sembra un panciutissimo Buddha.

E il menù? Nessun piatto da “ristorante cinese” comunemente inteso: qui siamo su un’isola. E potreste dunque cominciare, dopo un piccolo stuzzichino di sottaceti orientali cortesemente offerto, con una curiosissima insalata di trippa fredda leggermente piccante. O coi panini spugnosi ripieni di maiale, oppure di pollo e funghi: morbidi e ghiotti. Ci sono anche dei ravioli di carne alla griglia che ricordano quelli della Cina meridionale.

Poi una zuppa, come quella di anatra e zenzero, oppure l’ormai modaiolo “ramen”, zuppa di spaghetti, carne e altro che oggi a Milano si trova, ma anni fa qui era quasi un’esclusiva.

I piatti forti contemplano autentiche preziosità: l’anatra alla birra è una preparazione di rarissimo garbo, mentre non demeritano i totani “in tre tazze” (serviti in un pentolino di ghisa, conditi con una maniacale mistura di spezie e aglio), i calamari ai peperoni e la “testa di leone”, ossia una monumentale zuppiera di polpette e verdure.

ristorante-taiwan-milano-foto-tommaso-farina-1Si chiude con le crespelle dolci ripiene di crema di fagioli di soia. Siamo sinceri: non abbiamo voglia di bere vino qui, ma qualcuno in cantina ce n’è.

Prezzo di circa 35 euro se si esagera. A pranzo sono disponibili anche simpatici vassoi con più piatti di un menù ad hoc a prezzo più basso. Ma si può ordinare anche il resto.

Per informazioni
Taiwan
ristorantetaiwan.it
via Adda, 10 – Milano
tel. 02 6702488
Sempre aperto


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Audi accelera sulla strada dell’elettrificazione della gamma. Dopo la presentazione della nuova A8, proposta al lancio nelle configurazioni V6 3.0 TFSI e TDI “mild hybrid”, vale a dire con impianto elettrico a 48 volt, ora anche le famiglie A4 e A5 beneficiano d’inedite motorizzazioni mHEV che portano in dote tutti i vantaggi fiscali e di […]

L'articolo Audi A4 e A5, è tempo di micro ibrido proviene da RED Live.

Arriva in gruppo tra gli ultimi, guarda tutti dritto negli occhi, mostra i muscoli e fa subito la voce grossa. E no, non è un bullo. Parliamo, piuttosto, della SUV Volkswagen T-Roc. Destinata a scendere in lizza nel segmento di mercato più frizzante, combattuto e attraente del momento, vale a dire quello delle sport utility […]

L'articolo Prova Volkswagen T-Roc proviene da RED Live.

In KTM hanno le idee chiare: il futuro della mobilità è elettrico. Ecco perché la nuova KTM Freeride E-XC, rinnovata da cima a fondo, è solamente un punto di partenza

L'articolo KTM Freeride E-XC, l’enduro green proviene da RED Live.

Prima erano una cosa sola. Ora sono divise. O meglio, in futuro avranno specializzazioni e target diversi. Volvo e Polestar, quest’ultima sino a ieri divisione ad alte prestazioni del brand svedese, si sono separate e vivranno di luce propria. Polestar, oltretutto, cambierà pelle, passando dall’elaborazione ufficiale dei modelli della Casa nordica alla realizzazione di vetture […]

L'articolo Polestar 1: il nuovo mondo proviene da RED Live.

Il progetto Émonda è nato per dimostrare che Trek era non solo in grado di costruire la bicicletta di serie più leggera al mondo, ma di renderla anche capace di offrire elevate performance. I confini della ricerca sembrano essere fatti perché li si possa superare e ciò che è successo con il MY 2018 lo dimostra: […]

L'articolo Nuova Trek Émonda 2018, la leggerezza non ha limiti proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download