Google+

A Lugano i pittori simbolisti ci regalano sfrenate emozioni

ottobre 21, 2013 Mariapia Bruno

E’ di una eleganza, di una sottigliezza, di una profondità e di una malinconia sfrenata quel simbolismo cantato da Baudelaire, Mallarmé e Verlaine e dipinto da Böcklin, Hodler e Segantini. Eteree e misteriose, dalle forme angeliche, seducenti e maledette, le donne degli artisti che a questo movimento culturale si accostarono lasciano il segno con i loro occhi socchiusi e talvolta inquietanti, protagoniste di ritratti che, dai versi ai dipinti, le colgono assuefatte da pensieri tra l’erotico e l’angosciante, tra l’estasi e la paura. Ecco il sublime, che viene fuori prepotente da una ricerca emotiva che scava nelle turbe più profonde dell’essere, nei desideri nascosti, negli incubi che invadono le notti di passioni e riflessioni, che viene adesso portato alla ribalta presso il Museo Cantonale d’Arte e il Museo d’Arte di Lugano, che ospita, all’interno della mostra intitolata Miti e misteri. Il Simbolismo e gli artisti svizzeri, e aperta fino al 12 gennaio 2014, oltre 200 opere, tra dipinti, sculture e disegni di elvetici e non, che hanno fatto propria la poetica simbolista.

Si chiamano Johann Heinrich Füssli, presente con il malinconicissimo Solitudine all’alba, Ferdinand Hodler, di cui si ammirano La Notte – dove l’artista si autoritrae immaginando come la morte lo colga nel sonno – e Le Anime deluse, Arnold Böcklin, di cui sono esposti Cleopatra morente, Melancolia e l’opera dal tono mistico Il Bosco sacro , Franz von Stuck, con l’intenso Il bacio della Sfinge. E poi ancora Carlos Schwabe, con L’Onda e Omero nei Campi Elisi, e l’italiano Giovanni Segantini, che ci regala emozioni con La Vanità (o La fonte del male), L’Angelo della vita e il Mezzogiorno sulle Alpi.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Permette di registrare tragitti, monitorare lo stato del manto stradale, analizzare e condividere con altri appassionati informazioni e dati. Si scarica gratuitamente da Apple Store e Google Play

L'articolo Sicurezza in moto? Arriva Moto App proviene da RED Live.

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.