Google+

“A di Alice”. Se un ristorante promette meraviglie, bisogna provarlo

novembre 8, 2015 Tommaso Farina

ristorante-adialice-monza-foto-tommaso-farina-1

Pubblichiamo la rubrica di Tommaso Farina contenuta nel numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti)

A di Alice. Con un nome così, è ampiamente lecito attendersi meraviglie. E Iddio lo sa se a Monza, capoluogo brianzolo, non ci sia la necessità di una ristorazione che finalmente possa dirsi degna della storia della città.

L’Alice di Lewis Carroll, in ogni caso, non c’entra niente: Alice non è altri che la figlioletta di Andrea Mauri, quarantenne chef e patron del ristorante che manda avanti a Monza dal 2011, e da non molto tempo nel piano interrato dell’Helios Hotel.

Mauri sarà anche un uomo di famiglia, ma ama osare, azzardare. Il ristorante è diviso in due: da una parte, lo sportivo Bistrot, più veloce e sbarazzino; dall’altra, il cosiddetto Gourmet, più formale e ricercato nello studio delle portate, ove la linea culinaria di Mauri si esprime compiutamente. L’ambiente è da ristorante di classe moderno, con un tocco di freddezza ma senza formalismi, dunque non preoccupatevi.

Vi arriveranno anzitutto piccoli aperitivi come dei micro panini al salame e delle focaccette casalinghe; poi, un preantipasto, ad esempio un’umorosa e amorosa tempura di ostrica. D’antipasto, un piatto che fa capire tutto: lumache di vigna con Franciacorta, funghi pioppini, mais croccante a pop corn e crema di aglio dolce. Un piatto che parrebbe modernista, e in effetti lo è, giocato su sensazioni rarefatte e lontane.

ristorante-adialice-monza-foto-tommaso-farina-2Vogliamo provare un primo? Gli spaghettoni del pastificio Mancini qui sono conditi con animelle, cannolicchi (li avevamo mangiati poco tempo fa Da Balan, ricordate?) e limone candito. Davvero interessante l’incastro di tutti questi ingredienti in una salsa intensa e corposa.

Davvero curioso, però, il gioco tra amaro e salato di un piatto forte: foie gras, cubi di pera, fave di cacao e gamberi di Mazara. Il tutto, con presentazioni estetiche coraggiose, per certi versi stranianti. E lasciate un posto per i dolci, tipo il tiramisù scomposto.

Da bere, avrete a disposizione una cantina adeguata a una cucina di tali ambizioni. E i prezzi? Circa 65 euro a testa, con almeno quattro menù degustazione a prezzo più basso.

Per informazioni
A di Alice
www.adialice.it
Presso Hotel Helios
Viale Elvezia, 4 – Monza
Tel. 039 9162219
Chiuso sabato a pranzo e tutta la domenica


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

She’s back. Dopo quasi vent’anni d’assenza, la BMW Serie 8 è di nuovo tra noi. La coupé di Monaco, destinata a collocarsi al vertice della gamma del costruttore tedesco, arriverà nelle concessionarie nel 2018, ma le linee sono già state svelate in occasione del Concorso d’eleganza di Villa d’Este. Chiamata a sfidare rivali blasonate quali […]

L'articolo BMW Serie 8: classe cattiva proviene da RED Live.

Un accessorio può fare la differenza? Snob Milano, giovane realtà della provincia di Varese, ne è convinta. E difatti rimpolpa il suo catalogo, già ricco di occhiali da sole e da vista, con le due nuove maschere da moto Café Bubble e Café Flat, ricercate nel design e nei contenuti tecnici.  I punti in comune  Amate […]

L'articolo Snob Milano Café Bubble e Café Flat proviene da RED Live.

Il Wörthersee Meeting, vale a dire il più grande raduno tuning dedicato alle vetture del Gruppo VW, è da sempre una ghiotta occasione per i dipendenti della Casa tedesca per mostrare al mondo delle concept che, spesso, anticipano i modelli destinati a entrare in produzione. Così è avvenuto per la Golf GTI Clubsport. E così […]

L'articolo VW Golf GTI First Decade: la prima volta dell’ibrido proviene da RED Live.

La SUV nipponica si rinnova puntando su di una linea aggressiva e un telaio dalla superiore rigidità torsionale. Confermata la gamma motori che ai benzina 2.0 e 2.5 vede affiancarsi un 2.2 td. Debutta il sistema G-Vectoring Control.

L'articolo Mazda CX-5: a me gli occhi proviene da RED Live.

Compatta, anzi compattissima, e a zero emissioni. La e.Go Life rappresenta ad oggi il progetto più concreto di city car elettrica “indipendente”, vale a dire nata fuori dalla sfera di controllo dei grandi costruttori. Una vettura che fa dell’economia il proprio fiore all’occhiello, dato che in Germania è già ordinabile con prezzi a partire da […]

L'articolo e.Go Life: indipendenza elettrica proviene da RED Live.

Strategie di Content Marketing - Video Academy di MailUp - banner iscrizione
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana