Google+

Bloccate le “cartelle pazze” di Equitalia

febbraio 5, 2014 Chiara Rizzo

Il provvedimento che riguarda le aziende contenuto in un emendamento del decreto destinazione Italia, ora alla Camera. Le imprese creditrici non dovranno pagare per il 2014. Equitalia lancia la richiesta di sospensione per pagamenti non dovuti

Cartelle esattoriali congelate per chi vanta un credito con la pubblica amministrazione. Mentre il decreto “destinazione Italia” è all’esame della Camera, trapela un’interessante novità che è stata già approvata: un emendamento presentato dal Movimento 5 stelle e riformulato dai relatori prevede che nel 2014 vengano sospese le cartelle esattoriali delle imprese che hanno credito. In particolare saranno sospese nel caso di crediti non prescritti, liquidi ed esigibili per la “somministrazione, fornitura, appalti e servizi professionali maturati nei confronti della Pa e regolarmente certificati”. La sospensione sarà possibile solo se la somma esigibile da Equitalia sarà inferiore o pari al credito vantato. Un decreto del Ministero dello sviluppo economico che dovrà essere emanato entro 90 giorni stabilirà i criteri degli eventi diritto e le modalità di trasmissione degli elenchi all’agenzia esattoriale.

BLOCCATE LE “CARTELLE PAZZE”. Intanto è stata la stessa Equitalia oggi a informare di aver già reso attivo un servizio telematico sul proprio sito, affinché tutti i cittadini possano inviare la richiesta di sospensione della riscossione di cartelle su pagamenti già effettuati al fisco o con importi non dovuti. La richiesta potrà essere inoltrata comodamente dal computer di casa. L’amministratore delegato di Equitalia, Benedetto Mineo, ha spiegato: «Il fenomeno delle “cartelle pazze” è ormai relegato al passato. In questi anni siamo riusciti a perfezionare i nostri sistemi informatici per evitare quelle situazioni “eccezionali” che sostanzialmente si sono verificate prima della nascita di Equitalia, in cui si riscontravano divergenze tra i dati forniti da enti creditori, e quanto riportato nelle cartelle notificate ai contribuenti. Qualche problema però si può ancora verificare quando l’ente fornisce a Equitalia informazioni errate o parziali, o quando omette di comunicare eventuali cancellazioni del debito. Per evitare disagi abbiamo ampliato i nostri canali di assistenza intervenendo su questi disguidi non imputabili alla nostra attività e oggi è possibile risolvere la situazione anche dal computer di casa, senza dover andare allo sportello».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana