Google+

Berlusconi, un’ora e mezza di discorso per rilanciare Forza Italia

novembre 16, 2013 Redazione

Il Consiglio Nazionale sancisce la nascita di Forza Italia e la rottura con Alfano. «No a dichiarazioni contro di loro: per battere la sinistra torneremo a lottare insieme»

Un’ora e mezza di discorso per la rinascita di Forza Italia. Dopo lo strappo di Angelino Alfano e delle colombe i maggiorenti del Pdl si sono incontrati a Roma per il Consiglio nazionale che ha sancito la rinascita di Forza Italia. Una scelta dolorosa e che a tratti ha commosso Berlusconi. Ma che doveva essere presa per arginare la sinistra e il Movimento 5 Stelle. L’ex premier tocca tutti i temi cari al centrodestra, dall’Europa dei tecnocrati alla magistratura politicizzata, dalla pressione fiscale alla deriva giustizialista di un Pd che vuole portare alle primarie la testa del Cavaliere. Berlusconi è un fiume in piena e solo una crisi di stanchezza sul finale ha rallentato il suo incombere. Interviene il medico, viene portato un bicchier d’acqua e poco dopo l’ex premier e di nuovo sul palco.

Addolorato per il comportamento di Alfano, il Cavaliere ha spiegato che sarà necessario che il Nuovo centrodestra faccia comunque «parte della coalizione dei moderati». Il Cavaliere, mentre parla della rottura con l’ormai ex delfino, si commuove. «Cos’è successo? Ci sono state delle differenze non su programmi e valori, ma delle distanze tra singole persone, si è creata un’atmosfera grigia si sono ricorse le agenzie dell’uno e dell’altro schieramento, si è formata una situazione che non rendeva, a loro giudizio, di poter continuare pacificamente in un lavoro comune, ho passato del tempo per evitare questo. Eravamo arrivati ad accordo, ma hanno chiesto ieri sera la convocazione dell’ufficio di presidenza. Abbiamo opposto due ragionamenti, il primo che ci volevano 24 ore di anticipo per la presenza di tutti i componenti, per le modifiche da aggiungere non c’era bisogno di un passaggio all’ufficio di presidenza, ma farlo conoscere al Cn». La scissione è una frizione politica ma anche personale e il Cavaliere non affonda il colpo su Alfano pur ironizzando: «Il nome Nuovo centrodestra è poco efficace, soprattutto vedendo chi lo propone. Questo gruppo ora sosterrà la sinistra ma poi dovrà tornare nella nostra coalizione. Perciò non bisogna fare dichiarazioni contro di loro perché altrimenti si rischia di allargare il solco. Io avevo proposto di chiamarli Cugini d’Italia dice Berlusconi, ricordando la nascita di Fratelli d’Italia». L’unità del centrodestra è necessaria perché «con questa legge elettorale non si potrà governare in futuro senza le larghe intese. L’unica soluzione è unire tutti i moderati, e farli votare tutti per Forza Italia».

Poi Berlusconi passa all’attacco della Ue e dei tecnocrati di Bruxelles, parlando dello spread come imbroglio ordito perché Merkel e Sarkozy non gradivano la presenza dell’allora premier italiano. Non manca naturalmente il tema giustizia: «La magistratura è irresponsabile e fruisce di una assoluta impunità. Non dipende dal governo né dagli elettori. Un pubblico ministero che non ne indovina una non viene votato dagli americani, per esempio. In Germania e in Francia la magistratura è sottoposta al controllo dell’esecutivo. Da noi i padri costituenti hanno ritenuto che non dovesse accadere. La magistratura è un ordine dello Stato, una casta di impiegati dello Stato che hanno vinto un concorso, è circondata da un’aureola di sacralità che è meritata quando i giudici sono imparziali, ma Magistratura democratica si è trasformata in un potere, anzi in un contropotere dello Stato, non c’è la possibilità che il governo possa approvare qualcosa si cui l’Anm è contraria».
In chiusura, Berlusconi rilegge il discorso del 1994. Quello della discesa in campo. e partono gli applausi.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

5 Commenti

  1. Emanuele scrive:

    Un’ora e mezzo di balle che sanno ormai di vecchio, se gli stanno ancora dietro e solo per interesse proprio

  2. Luca scrive:

    Silvio siamo tutti con te. Forza Italia. Alfano, cerca di prendere almeno il due per cento altrimenti pure Fratelli d’Italia avrà più ministri nel prossimo governo guidato da Marina Berlusconi

  3. Marco scrive:

    SuperSilvio, vai così, vinceremo alla grande, con FORZA ITALIA

  4. Fabio S. P. Iacono scrive:

    L’Italia, gestendo passivamente le proprie qualità economiche e culturali, nel semestre di presidenza continentale (dal dicembre1990) fa da leva a favore della suèpremazia tedesca. Se la Commissione Europea (proposte di legge), ed il Consiglio d’Europa (essenzialmente temi economici e politica internazionale) dimostrano che il Parlamento Europeo è ancora sostanzialmente subalterno ai parlamenti nazionali , la Banca Centrale Europea si rivela sempre più apertamente compromessa con istituti, che per mezzo dell’analisi finanziaria, emettono “declassamenti” di politica economica intorno agli orientamenti dei governi in materia di benessere nazionale.
    Fabio S. P. Iacono

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana