Google+

Berlusconi in ospedale. Ma per Boccassini non è legittimo impedimento

marzo 8, 2013 Redazione

L’ex premier al San Raffaele di Milano per accertamenti all’occhio. Ma per i pm Boccassini doveva lo stesso presentarsi in aula per il caso Ruby

Nel giorno dell’udienza per il processo Ruby, Silvio Berlusconi si trova al San Raffaele di Milano per problemi all’occhio (lo stesso che gli hanno fatto saltare l’ultimo comizio della campagna elettorale). I legali hanno chiesto il legittimo impedimento perché ha «problemi alla vista che non gli permettono di esporsi alla luce». Prima della notizia del ricovero, confermata dai legali del Cavaliere, il pm Ilda Boccassini aveva chiesto ai giudici di respingere l’istanza di rinvio dell’udienza, avanzata ieri dagli avvocati di Berlusoni, che avevano chiesto il legittimo impedimento per motivi di salute.

IL PM BOCCASSINI. Secondo Boccassini «un qualsiasi medico serio avrebbe dovuto rilevare fin dalla prima visita il peggioramento di Silvio Berlusconi prescrivendogli un riposo di sette giorni, ma questo non è stato fatto. Quanto presentato dai legali con tre diversi certificati medici non può rappresentare un legittimo impedimento assoluto». Il Pm  ha chiesto di poter avere dall’ospedale San Raffaele – dove Berlusconi si trova per accertamenti – un certificato. In attesa del fax, i giudici hanno sospeso il dibattimento.

IL MEDICO DI BERLUSCONI. Il medico curante di Berlusconi, Alberto Zangrillo, ha detto a Tgcom24: «Ho sentito il presidente questa mattina e mi ha comunicato di aver passato una notte travagliata. Per le cautele del caso lo abbiamo portato al San Raffaele dove si è verificato un perdurare del fatto flogistico al livello degli occhi. Non è nulla di drammatico, ma è una situazione delicata che merita di esser affrontata con attenzione. Gli oftalmologi hanno consigliato al Presidente un ricovero in day hospital ed è quello che sta avvenendo».

L’ESPERTO. Contattato dall’Ansa, Matteo Piovella, presidente della Società oftalmologica italiana, ha parlato del male che affligge Berlusconi. Si tratta di un’infiammazione a carico dell’uvea, cioè la parte vascolare dell’occhio, compresa tra la sclera (parte bianca) e la retina. «L’uveite – spiega – è una patologia abbastanza comune che normalmente è di un grado superiore alla congiuntivite. Caratteristica si queste infiammazioni interne dell’occhio, purtroppo sono le recidive». I sintomi più comuni sono dolore e diminuzione della vista. Di solito, è sufficiente una settimana di adeguata terapia per controllare la malattia. «Ma esiste una percentuale – ha proseguito – fortunatamente limitata, che non risponde alle cure. In questi casi l’infiammazione diventa progressiva e importante tanto da arrivare a ledere anche permanentemente la capacità visiva». «A volte l’uveite – continua Piovella – è la spia di una malattia più generale e più complessa di origine infettiva».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

4 Commenti

  1. viccrep says:

    Ricoverate la Bocassini ma da un ‘altra parte

  2. Poppi_Pippo says:

    “Berlusconi in ospedale. Ma per Boccassini non è legittimo impedimento”

    Ok essere di parte e difendere a spada tratta l’indifendibile ma anche un emerito coglione vedrebbe che il ricovero è una scusa per far slittare l’udienza. è lo stesso trucco che abbiamo usato tutti per saltare i compiti in classe, la sera prima sorgevano misteriosi mal di pancia e mal di testa; la differenza è che qui si sta parlando di un’uomo politico di 80 e passa anni che prende per il culo,per l’ennesima volta, un’intero paese e tutto il sistema giudiziario.

    Quindi se fossi in voi il titolo lo riscriverei cosi: “Berlusconi tenta la mossa del ricovero in ospedale, per far slittare l’udienza. Ma ogni persona minimamente intelligente vedrebbe che non è legittimo impedimento”

    • Charlie says:

      E io aggiungerei:

      ” Perché la Bocassini non arresta i medici del san Raffaele ? “

      • Poppi_Pippo says:

        Guarda visto che testimoniano spudoratamente il falso ci potrebbe anche stare, se nn l’arresto il depennamento dall’albo ci starebbe tutto…

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi