Google+

Berlinguerosevic

maggio 5, 1999 Mauro Mario

L’ospite/Mauro 16

Dopo tanto parlare di parità, diritto delle famiglie, libera concorrenza, il governo ha partorito un piccolo, orribile mostro: un disegno di legge tanto meschino negli orizzonti quanto mostruoso per protervia statalista. Il “testo unico Biscardi” non si accontenta di disattendere per l’ennesima volta la domanda delle famiglie che chiedono di poter scegliere in condizione effettivamente paritetiche la scuola per i propri figli, e perciò di non pagare due volte la scuola non statale (con le tasse per quella pubblica, e con la retta per quella effettivamente utilizzata). No, va molto più in là: pretende di dettare legge anche sulle scuole non parificate, quelle cioè che non vogliono il riconoscimento statale. Un incredibile passo indietro rispetto alla – più liberale (sic!) – situazione attuale.

In quasi tutti i Paesi Europei sono previste forme di finanziamento, o totali, come in Olanda, o parziali ma importanti come in Belgio, Irlanda, Danimarca, Inghilterra, Spagna, Germania. Perfino la nuova costituzione della Russia prevede che ogni scuola sia finanziata dallo Stato, ma abbia piena autonomia quanto a contenuti, organizzazione, metodologia. Se il disegno Biscardi passa, l’Italia sarà l’unico ed ultimo Paese sovietico dell’Europa. Personal-mente provo un grande sconcerto: innanzitutto per la disinvoltura con la quale un partito e un governo che si definiscono democratici calpestano la volontà esplicitamente espressa da 1.400.000 cittadini, cioè i firmatari della petizione popolare per la parità scolastica che abbiamo consegnato al Parlamento lo scorso autunno. Una petizione che ha dimostrato quanto il problema sia sentito e come la scelta della scuola libera non sia un privilegio dei ricchi, ma un diritto di tutte quelle famiglie ( e quegli insegnanti) che vogliono proporre ai loro figli modelli educativi e didattici diversi da quelli imposti dall’alto. Fosse anche una scuola elementare con la maestra unica invece che con i moduli, o dove pur valorizzando la libertà di espressione del bambino si crede ancora nell’ortografia! Ma sono sconcertato e amareggiato anche per questa retromarcia della sinistra di governo, che in questi anni, sotto la spinta della domanda popolare e di tanti pronunciamenti venuti dallo stesso mondo laico e imprenditoriale, aveva lasciato intendere che c’era una disponibilità a rivedere l’attuale situazione di discriminazione delle scuole libere. Lo stesso ministro Berlinguer, che ho incontrato tante volte, si era impegnato su un progetto con tanti punti ancora discutibili, ma certamente migliore di questo.

Ora il ministro, il governo, e il presidente del Consiglio devono dire chiaramente se condividono il testo Biscardi. Mi auguro che lo sconfessino, ma se così non fosse vorrebbe dire che tutte le cose annunciate e discusse fino ad ora non sono state altro che una melina per assestare un colpo mortale alla libertà di educazione nel nostro Paese. E perciò alla libertà tout court.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

“All for freedom, freedom for all”. La prova della nuova gamma Softail comincia così, all’insegna di un motto indiscutibilmente americano. Oltre alle suggestioni culturali, però, c’è altro: otto modelli del tutto inediti, progettati ex novo per essere attuali oggi e soprattutto domani. Nel futuro di Harley-Davidson, infatti, ci saranno 100 nuovi modelli in 10 anni. […]

L'articolo Prova Harley-Davidson gamma Softail 2018 proviene da RED Live.

È un dato di fatto: la mobilità a pedalata assistita è in costante crescita. A confermarlo sono i numeri: nel 2016 in Italia sono state acquistate 124.400 e-bike, prentemente mountain bike, con un incremento del 120% rispetto allo scorso anno. In sella alla bici elettrica il divertimento raddoppia, potendo contare sull’aiuto che il motore è […]

L'articolo EICMA 2017, le e-bike scendono in pista proviene da RED Live.

COSA: FLOW, la festa dello sport a Finale dura 10 giorni  DOVE E QUANDO: Finale Ligure, Savona, 22 settembre-1° ottobre Dal climbing alla mountain bike passando per il trail running, la speleologia e la barca a vela: si presenta gustoso il programma dell’8ª edizione del festival FLOW – Finale Ligure Outdoor Week. Dal 22 settembre al […]

L'articolo RED Weekend 22-24 settembre, idee per muoversi proviene da RED Live.

Non è una vettura qualsiasi. La nuova XC40, per Volvo, è la chiave della svolta. Il modello sulle cui spalle poggia la responsabilità di far compiere alla Casa svedese un vero e proprio balzo generazionale, aprendole le porte del segmento delle SUV compatte. Una vettura fondamentale nel processo di rilancio messo in atto dalla cinese […]

L'articolo Vista e toccata: Volvo XC40 proviene da RED Live.

Tutto è cominciato con il Mokka X, SUV compatto di grande successo con oltre 600.000 unità vendute; poi è stata la volta di Crossland X, crossover urbano più spazioso e versatile, che ha preparato il terreno alla novità Grandland X, SUV compatto da 4,48 metri che punta su linee muscolose e decise (condivide la piattaforma […]

L'articolo Nuovo Opel Grandland X proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana