Google+

Benvenuti a Civita di Bagnoregio, il comune che ha tagliato la Tasi (e l’anno prossimo abolirà del tutto l’Irpef)

giugno 9, 2015 Chiara Rizzo

Intervista a Francesco Bigiotti, il sindaco più efficiente d’Italia: «Lo Stato ci dà sempre meno soldi ma tagliando le spese in eccesso, siamo riusciti a migliorare i servizi ai cittadini»

bagnoregio_sindaco

Eliminata la Tasi, l’anno prossimo verrà cancellata anche l’Irpef. A Civita di Bagnoregio, piccolo e meraviglioso borgo medievale arroccato sui colli della provincia di Viterbo, i cittadini ormai sono abituati ad andare controcorrente. Il sindaco Francesco Bigiotti, amministratore super efficiente, cinque anni fa ebbe un’idea semplice e funzionale: introdurre un ticket d’ingresso per i turisti che si recavano nel borgo di 1,50 euro a persona. A inizio anno, il primo cittadino aveva dichiarato a tempi.it che «Civita quest’anno ha introdotto il rimborso del 50 per cento di tutte le imposte comunali per chi apre una seconda attività in centro, e del 100 per cento per chi ne apre una nuova. Tutte le aliquote sono state ridotte al minimo. L’addizionale Irpef è passata dallo 0,6 allo 0,2». Nemmeno sei mesi dopo, Bigiotti ora ha varato l’abolizione completa della Tasi e non intende fermarsi.

Signor sindaco, come è riuscito a cancellare la tassa sugli immobili?
È stato possibile grazie al risparmio e all’ottimizzazione dell’energia elettrica dell’amministrazione comunale. Penso che ogni provvedimento sia possibile, soprattutto se si vuole stare attenti ai propri cittadini. A Civita penso siamo stati poi particolarmente bravi: abbiamo tagliato la Tasi anche se quest’anno intanto abbiamo avuto un taglio di trasferimenti dallo Stato di 300 mila euro. L’anno scorso ci arrivavano 400 mila euro, tre anni fa ben 900 mila e ora solo 100 mila. Un taglio di 800 mila euro in tre anni incide molto su un bilancio comunale da 3 milioni di euro.

E nonostante questo avete risparmiato sull’energia al punto da tagliare un’altra tassa?
Sì. Il risparmio dell’energia annuale è stato nel 2015 di circa 240 mila euro. La tasi nel bilancio precedente “cubava”, come in gergo si dice, 225 mila euro: perciò l’abbiamo completamente coperta con i fondi risparmiati.

E come siete riusciti a risparmiare?
Ci siamo affidati ad un nuovo operatore, che ci ha aiutato a ridurre drasticamente i costi: prima spendevamo 360 mila euro, ora soltanto 120 mila. Non abbiamo fatto alcun miracolo.

Quindi la vostra ricetta potrebbe essere replicata da qualsiasi altro sindaco?
Sì, se ci si danno delle priorità come abbiamo fatto noi perché non si dovrebbe replicare? Noi negli ultimi cinque anni di mandato non avevamo contratto mai mutui, e ciò ci aveva fatto risparmiare a monte una considerevole cifra, dato che i mutui dragano di solito molto della spesa di un comune. A Civita però siamo dell’idea che i conti si ottimizzano tagliando le spese in eccesso, non i servizi. Chiaramente la Tasi è solo un’ennesima ciliegina. Prima abbiamo tagliato le addizionali Irpef, abbiamo potuto offrire alcuni servizi del tutto gratuiti, come lo scuolabus o i parcheggi, e abbiamo dimezzato i costi dell’acqua per i cittadini residenti, oltre che ridurre al minimo i costi delle mense scolastiche. La nostra priorità è quella di non gravare sui nostri cittadini.

E adesso quale sarà il prossimo passo?
Dall’anno prossimo contiamo di essere del tutto autosufficienti a livello finanziario rispetto allo Stato, anche rispetto a quel trasferimento di 100 mila euro. Nel 2016 sarà abolita definitivamente l’addizionale Irpef e questo in buona parte grazie all’ottimizzazione del turismo nella nostra città. Dall’introduzione del ticket turistico non solo i turisti non sono diminuiti, ma sono aumentati e con essi il gettito per le casse del nostro comune, che ora ammonta a 350 mila euro l’anno. Inoltre, per molti lavori di manutenzione cittadina, abbiamo attinto ad un bacino di lavoratori segnalati al comune dai servizi sociali. Questo ci ha permesso di creare occupazione e al contempo di risparmiare. Così abbiamo liberato numerose risorse dal bilancio. Adesso le ridistribuiamo al nostro territorio eliminando le tasse.

Signor sindaco, non ha mai pensato di candidarsi a premier?
Buona questa, ma per il momento resto a Civita con i piedi per terra, a lavorare.


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. amelia scrive:

    è rincuorante poter leggere una così bella testimonianza!
    Abbiamo tutti un gran bisogno di poter conoscere tante, ma tante notizie buone come questa e sperare che esperienze così positive aumentino, si moltiplichino sempre più, diventino davvero situazioni all’ordine del giorno.
    Provate ad immaginare di andare una mattina in edicola e vedere che tutti i giornali riportano sulla prima pagina solo questo articolo scritto in grande con la foto di Civita di Bagnoregio. Molte persone si meraviglierebbero, molti cuori ricomincerebbero a battere un pò più forte, tanti ritroverebbero una speranza quasi assopita dal dilagare di notizie brutte e cattive.
    Grazie a Tempi per averci dato questa opportunità che possiamo far conoscere a tante altre persone.
    amelia

  2. Jens scrive:

    Perché non presentate il vostro progetto al comune più indebitato d’Italia (Torino)? Magari si inizierebbe a risolvere un po’ di robe…Ah giusto, non si può fare: e come si fa poi a sfamare tutti quei dipendenti che altro non sono se non serbatoi di voti?

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana