Google+

Benedetto XVI: «Fedeltà dei coniugi è testimonianza dell’amore di Cristo»

giugno 8, 2011 Benedetta Frigerio

Nell’Udienza generale di papa Benedetto XVI ha ripercorso i temi principali affrontati nel suo viaggio in Croazia: «Purtroppo si constata il moltiplicarsi delle separazioni e dei divorzi, la fedeltà dei coniugi è diventata di per se stessa una testimonianza significativa dell’amore di Cristo»

L’Europa si fondi sui valori etici radicati nella natura umana e illuminati dall’apertura a Dio. Questo il messaggio di Benedetto XVI che nella catechesi di oggi ha voluto ripercorrere le tappe del suo viaggio apostolico in Croazia del 4 e 5 giugno scorsi.

«Insieme a Cristo – ha detto il Papa – è stato il motto della mia visita», un motto che «esprime l’esperienza di ritrovarsi tutti uniti nel nome di Cristo, l’esperienza dell’essere Chiesa. In «questo caso» però il motto faceva anche «particolare riferimento alla famiglia». L’intento di Ratzinger era infatti quello di seguire il Magistero di Giovanni Paolo II, che visitando tre volte la Croazia diede «grande risalto al ruolo della famiglia nella Chiesa». Inoltre, il Papa ha voluto chiarire che «nell’Europa di oggi, le nazioni di solida tradizione cristiana hanno una speciale responsabilità nel difendere e promuovere il valore della famiglia fondata sul matrimonio, che rimane comunque decisiva sia nel campo educativo sia in quello sociale».

Il Papa ha ribadito poi che in un mondo in cui «purtroppo si constata il moltiplicarsi delle separazioni e dei divorzi, la fedeltà dei coniugi è diventata di per se stessa una testimonianza significativa dell’amore di Cristo, che permette di vivere il matrimonio per quello che è, cioè l’unione di un uomo e una donna che, con la grazia di Cristo, si amano e si aiutano per tutta la vita, nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia». Questa testimonianza è importantissima anche per l’educazione delle generazioni d’Europa. Infatti, ha proseguito Benedetto XVI, «da essa i figli apprendono senza parole che Dio è amore fedele, paziente, rispettoso, generoso», in un tipo di fedeltà impossibile «senza la grazia di Dio». Questo quanto ribadito nella Santa Messa di domenica. Mentre sabato notte durante la veglia con i giovani il Santo Padre si è rivolto loro per «ripetere la domanda che Gesù fece ai discepoli: “Che cosa cercate?”, ma ho detto loro che Dio li cerca prima e più di quanto essi stessi cerchino Lui». «E’ questa – ha incalzato il Papa – la gioia della fede: scoprire che Dio ci ama per primo!».

Molto significativo, ha infine ricordato il Papa, «è stato l’incontro con esponenti della società civile, del mondo politico, accademico, culturale e imprenditoriale, con il corpo diplomatico e con i leaders religiosi». In questo contesto il Pontefice ha ricordato a tutti «la grande tradizione culturale croata, inseparabile dalla sua storia di fede e dalla presenza viva della Chiesa». E qui che «ancora una volta è apparsa evidente a tutti noi la più profonda vocazione dell’Europa, che è quella di custodire e rinnovare un umanesimo che ha radici cristiane e che si può definire cattolico, cioè universale ed integrante. Un umanesimo che pone al centro la coscienza dell’uomo, la sua apertura trascendente e al tempo stesso la sua realtà storica, capace di ispirare progetti politici diversificati ma convergenti alla costruzione di una democrazia sostanziale». Una democrazia che, ha proseguito Benedetto XVI, in quest’ottica sarà «fondata sui valori etici radicati nella stessa natura umana».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. ACHILLE LISSONI scrive:

    Benedetto XVI° però dovrebbe essere più preciso. Ossia contestualizzare. Un conto è il peccato ed un conto il peccatore.
    E, per quel che riguarda gli esempi da dare ai nostri figli ed al prossimo, distinguere sempre tra vizi privati e pubbliche virtù.
    Così, tanto per fare un esempio, Bunga Bunga si dichiara il più grande difensore della fede e dei valori cristiani, in pubblico, se poi in privato (ma non tanto in privato) un giorno si e un giorno no divorzia e nei giorni intermedi si fa fare i massaggi e le cure linguali dalla Minetti, per un cattolico, per i preti, vescovi, ed anche il Papa, non è poi un problema così grave.
    E nemmeno per Formigoni, “memores domini”.
    Se gli chiedo: “Caro Roberto, che ne pensi di un presidene del consiglio dichiaratamente puttaniere?” lui risponderebbe: “In privato può fare quello che vuole. Per me l’importante è quello che fa come presidente del consiglio”.
    Già, come affidare una scuola elementare ad un pedofilo. Basta che non dia pubblico scandalo. E poi sarebbe tutto da provare. Primo grado. Secondo grado. Cassazione. Prescizione. Amnistia. Leggi che lo rendono improcessabile ed impunibile.
    Caro Benedetto XVI°, prova ad essere più chiaro. Altrimenti tanti cattolici penseranno che veramente Berlusconi sia l’Unto del Signore, l’Uomo della Provvidenza, e tu sia solamente il vice.

  2. gmtubini scrive:

    Non sia sciocco Achille!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana