Google+

Benedetto XVI: «Desidero rinnovare la mia fiducia ai miei più stretti collaboratori»

maggio 30, 2012 Redazione

Pubblichiamo l’articolo comparso oggi sull’Osservatore Romano, in cui si riportano alcuni stralci dell’udienza generale di questa mattina. Il Papa definisce gratuite le illazioni dei media e rinnova la stima nei confronti dei suoi collaboratori.

Pubblichiamo l’articolo comparso oggi sulla prima pagina dell’Osservatore Romano.

Espressa vicinanza alle popolazioni colpite dal sisma, all’udienza generale il Papa definisce gratuite le illazioni di alcuni media sulla Curia

Falsata l’immagine della Santa Sede

E Benedetto XVI rinnova fiducia e incoraggiamento ai suoi più stretti collaboratori

Tristezza per quanto è accaduto in questi giorni in Vaticano, ma anche fiducia nel sostegno dello Spirito Santo alla Chiesa e incoraggiamento ai suoi più stretti collaboratori. È quanto ha manifestato Benedetto XVI questa mattina, mercoledì 30 maggio, nel corso dell’udienza generale in piazza San Pietro.

Gli avvenimenti successi in questi giorni, circa la Curia e i miei collaboratori, hanno recato tristezza nel mio cuore, ma non si è mai offuscata la ferma certezza che, nonostante la debolezza dell’uomo, le difficoltà e le prove, la Chiesa è guidata dallo Spirito Santo e il Signore mai le farà mancare il suo aiuto per sostenerla nel suo cammino. Si sono moltiplicate, tuttavia, illazioni, amplificate da alcuni mezzi di comunicazione, del tutto gratuite e che sono andate ben oltre i fatti, offrendo un’immagine della Santa Sede che non risponde alla realtà. Desidero, per questo, rinnovare la mia fiducia e il mio incoraggiamento ai miei più stretti collaboratori e a tutti coloro che, quotidianamente, con fedeltà, spirito di sacrificio e nel silenzio, mi aiutano nell’adempimento del mio Ministero.

In precedenza il Pontefice aveva dedicato la catechesi alla preghiera nelle Lettere di san Paolo, sottolineando in particolare la dinamica del dialogo tra «il “sì” fedele di Dio e l’“amen” fiducioso dei credenti».

Nel ricordare le sofferenze e le afflizioni affrontate dall’apostolo, Benedetto XVI ha invitato i fedeli «a non lasciarsi vincere dalla tribolazione e dalle difficoltà», ma a «vivere ogni situazione uniti a Cristo». Nella preghiera, ha affermato, «possiamo anche noi, concretamente, sentire la consolazione che viene da Dio». E questo, ha aggiunto, «rafforza la nostra fede, perché ci fa sperimentare in modo concreto il “sì” di Dio all’uomo». Un «sì» al quale «rispondiamo con il nostro “sì”, con il nostro “amen” e così siamo sicuri nel “sì” di Dio».

Del resto, ha fatto notare il Pontefice, «tutta la storia della salvezza è un progressivo rivelarsi di questa fedeltà di Dio, nonostante le nostre infedeltà e i nostri rinnegamenti». A riprova che il Signore «non si stanca mai di avere pazienza con noi e con la sua immensa misericordia ci precede sempre» e «ci offre la misura del suo amore, che non calcola e non ha misura». La preghiera, dunque, è l’incontro con un Dio «che rinnova la sua fedeltà incrollabile, per donarci la sua consolazione in mezzo alle tempeste della vita e farci vivere, uniti a Lui, un’esistenza piena di gioia e di bene». Siamo dunque chiamati, dice il Papa «a dire sì a Dio, a rispondere con l’amen dell’adesione, della fedeltà a Lui di tutta la nostra vita».

Al termine dell’udienza, il pensiero del Papa per le popolazioni dell’Emilia colpite dalle nuove scosse di terremoto. «Auspico che con l’aiuto di tutti e la solidarietà dell’intera Nazione — si è augurato Benedetto XVI assicurando la sua preghiera e il suo affetto alle vittime del sisma — possa riprendere al più presto la vita normale in quelle terre così duramente provate».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana