Google+

Balotelli, le balotellate e quel noioso bla bla bla sui calciatori modello

aprile 11, 2012 Emmanuele Michela

Mario si fa espellere contro l’Arsenal e puntuali i giornali lo criticano perché immaturo. Una campagna nauseante che vorrebbe farci credere che un calciatore si giudica solo dal fair play e dalle campagne per l’Unicef. La soluzione? L’hanno capita in due: Prandelli e il cantante degli Oasis.

Devo dirvi la verità. L’intervento di Balotelli su Song nel corso di Arsenal-Manchester City è stata un’entrata dura e cruenta, al limite del codice penale. Ma non m’ha scandalizzato eccessivamente. L’ho trovata violenta, ma non diversa da tanti altri falli che si vedono in campo, in Inghilterra come in Italia. Ciò che più m’ha infastidito, invece, è la nuova campagna mediatica che si è scatenata contro il bresciano: l’ennesima arringa su un campione che si sta bruciando con le sue stesse mani, una nuova tirata d’orecchie di penne scandalizzate che pretendono che un ragazzo di 21 anni sia più maturo di quello che è.

Balotelli non è certo un esempio di maturità, e durante questa stagione al City ce lo ha dimostrato di continuo. Il suo comportamento si è rivelato troppo spesso non all’altezza del suo blasone, e tante volte ha tradito Mancini e la squadra, che su di lui puntavano per battere i rivali dello United. Ma la realtà dei fatti dimostra anche un’altra cosa: i troppi riflettori puntati sui suoi comportamenti, i peana delle sue bravate, le tante foto che immortalano le sue vicende extra-calcistiche, non hanno fatto altro che provocare l’effetto contrario. Rendere Mario ulteriormente nervoso, molestare la poca serenità che un ragazzotto di vent’anni.

«Voglio solo camminare in città come un ragazzo normale». Era circa un mese fa, e Balotelli si faceva intervistare da Noel Gallagher, per una trasmissione della Bbc. Quel bisogno di normalità aveva stupito: c’era tutto il suo desiderio a non essere guardato solo per le sue bravate, purtroppo fin troppo normali in un ragazzo di 21 anni ricco sfondato. E stupisce che, a tirargli fuori queste parole, era stato proprio la voce degli Oasis, non certo un’Oriana Fallaci della stampa british. Era stata un’intervista a tutto tondo, ben riuscita nonostante la tanta spettacolarità. Perché Gallagher aveva preso Mario in simpatia, valorizzandolo per quello che è. Noel è un grande tifoso del City, e stravede per Balotelli: «Non appartiene a noi. È di un altro pianeta», rilanciando poi un’altra volta: «I tifosi dello United ce lo invidiano perché gli ricorda Cantona». Balotelli aveva trovato davanti a lui un suo mito, e soprattutto qualcuno che, per una volta, non gli diceva cosa fare o cosa non fare, ma lo applaudiva per il suo talento calcistico.

Ben venga quindi la scelta di Prandelli, di caratteristiche diverse da quella del cantante degli Oasis, ma di natura simile. Il ct azzurro vuole aspettare il ragazzo, e sta facendo di tutto per apprezzare Mario per le sue belle giocate in campo, cercando di mettere in secondo piano le cosiddette “Balotellate”. Mario è uno dei pochi talenti che l’Italia potrà portarsi in Ucraina e Polonia. Scommettere su di lui è un rischio, ma può risultare vincente sia in chiave azzurra sia per la maturazione del ragazzo.

Balotelli di talento ne ha eccome, come ne avevano tantissimo Maradona, Best, Sivori, Cantona, Zidane, Rooney… Veri e propri campioni, ma dal comportamento tutt’altro che imitabile. Bad Boys li chiamerebbero adesso. Di critiche ne sentivano anche loro, ma tutte le voci tacevano di fronte alle loro giocate. Il pubblico non li biasimava in campo, ma applaudiva e gioiva per i loro gol. Perché in fondo, è questo il compito di un calciatore. Basta col mito del professionista pulito, bravo ragazzo, tutto favole, fair-play e Unicef… Anche Messi quando un avversario lo sfiora simula che è una meraviglia. La piantiamo di pretendere che i calciatori siano esempi per i nostri figli?
colpodireni.wordpress.com

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. paolo delfini scrive:

    BALOTELLI E’ UN FUORICLASSE,NONOSTANTE CERTE SUE ESAGERAZIONI, CHE SCATOLE LA STAMPA MORALISTA!COMPLIMENTI A EMMANUELE MICHELA PER OTTIMO ARTICOLO.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana