Google+

Baghdad, vescovo: «I cristiani di Mosul cacciati dalle loro case. Le nostre peggiori paure si stanno avverando»

luglio 19, 2014 Redazione

«Siamo senza parole perché quanto successo è davvero scioccante», dice ad Acs monsignor Saad Syroub, vescovo ausiliare caldeo di Baghdad

tratto da Acs Italia – «Siamo senza parole perché quanto successo è davvero scioccante. I cristiani sono a Mosul da secoli e quelle famiglie sono state improvvisamente strappate via dalla loro città, dalla loro casa, dalla loro vita. Siamo davvero preoccupati per il futuro dei cristiani in questo paese». È la drammatica reazione di monsignor Saad Syroub a quanto accaduto a Mosul. Il vescovo ausiliare caldeo di Bagdad è stato raggiunto telefonicamente questa mattina da Aiuto alla Chiesa che Soffre.

Nelle ultime ore, i jihadisti dello Stato Islamico dell’Iraq e del Levante (Isis) hanno costretto i pochi cristiani rimasti nella seconda città irachena a lasciare le loro abitazioni. Disperati, i cristiani sono immediatamente fuggiti ma sono stati fermati ai checkpoint in uscita dai miliziani di Isis, che li hanno depredati delle auto e di tutti i loro averi per poi intimare loro di proseguire a piedi. La maggior parte delle famiglie si è diretta a Nord, nella città di Dahuk.

mons  Syroub«Non era mai accaduto che i cristiani fossero cacciati dalle proprie case come se non avessero alcun diritto – commenta il presule – Purtroppo è questa la realtà oggi in Iraq, soprattutto a Mosul». Monsignor Syroub (foto a fianco) riferisce ad ACS che nei giorni scorsi jihadisti hanno iniziato a scrivere su ognuna delle abitazioni cristiane la frase “Immobile di proprietà dell’Isis”. Accanto alla scritta, cerchiata in rosso, una lettera nun: l’iniziale in arabo della parola nasara, cristiani.

Da ieri i miliziani hanno poi iniziato a chiedere ai cristiani di convertirsi all’Islam, oppure di lasciare Mosul. «Le nostre peggiori paure si stanno avverando– aggiunge il presule – e non sappiamo come reagire. È ormai troppo tempo che in Iraq non c’è la sicurezza e la gente è terrorizzata, specialmente i nostri fedeli». La piccola minoranza manca di punti di riferimento sia a livello nazionale che internazionale.

In questo tragico momento, monsignor Syroub chiede alla comunità internazionale di esercitare pressione sul governo iracheno affinché trovi soluzioni concrete. «Con una maggiore stabilità interna non ci sarà più posto per questi gruppi di fanatici che pretendono di governare il nostro paese. E poi bisogna aiutare questa povera gente senza più una casa e depredata di ogni avere. È davvero una tragedia».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

3 Commenti

  1. blues188 scrive:

    Pare che a Francesco (il sedicente vescovo di Roma) non interessi granché questo aspetto dei cristiani sbattuti via dai mussulmani. Certo preferisce i colloqui amicali con Scalfari, chiusi in una stanza dove i rumori non entrano. Forse per i doppi vetri? Per fortuna almeno uno (da solo) scrive e si infervora, seppure non sia nativo d’Italia: Magdì Allam su il Giornale.

    • beppe scrive:

      le parole, pur se venissero dal papa, non servono a niente. quelli hanno il potere di terrorizzare quei poveri cristiani. capiscono solo la legge della forza. ma ora non c’è nessuno che vuole metterci la faccia per difendere dei cristiani.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana