Google+

Baby-pensioni: fino ad oggi ci sono costate 163 miliardi e mezzo

ottobre 28, 2011 Redazione

Sono 6.630 euro a cittadino. Le 531.752 baby-pensioni, fenomeno abolito nel 1992, si fanno ancora sentire sulle casse italiane. Ogni persona che si ritira prima dei 50 anni costa in media 279.582 euro in più di un normale pensionato

Seimilaseicentotrenta euro. Tanto ogni cittadino italiano ha pagato fino ad oggi per le cosiddette baby-pensioni, quelle elargite a lavoratori sotto i 50 anni d’età. Secondo una ricerca di Confartigianato, le 531.752 baby-pensioni sono costate all’Italia una cifra abnorme, pari a 163 miliardi e mezzo di euro. Magra consolazione, il fenomeno è stato abolito nel 1992, ma i suoi effetti finanziari si sentono ancora.

Poiché il mezzo milione di pensionati precoci riceve un trattamento pensionistico più lungo di 15,7 anni rispetto alla media, il risultato è che ognuno di loro costa 279.582 euro in più di uno ordinario. Dunque, facendo le somme, un costo complessivo di 148,7 miliardi a cui vanno aggiunti altri 14,8 miliardi in mancati contributi.

Secondo la durata media della vita, le 291.669 persone che sono andate in pensione tra i 45 e i 49 anni, godranno di 37,4 anni di pensione. I 145.197 che si sono ritirati tra i 40 e i 44 anni, ne avranno 42,4. I 77.913 che hanno smesso di lavorare tra i 35 e i 39 anni, almeno 47,4. Infine, i 16.953 che fino a 35 anni hanno abbandonato il posto di lavoro, staranno in pensione per 53,9 anni.

In pratica, queste persone in media trascorrono in pensione il 48% della loro esistenza: «Le baby-pensioni sono un fenomeno paradossale, un’assurda iniquità. Con queste cifre si mette in ginocchio qualsiasi sistema. Con una seria riforma della previdenza si potrebbe fare un’intera manovra di sviluppo». Forse Cesare Fumagalli, segretario generale di Confartigianato, ci va giù troppo duro ma i numeri sono di quelli da capogiro.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana