Google+

Aveva votato contro le donne vescovo. Ora la Chiesa anglicana lo vuole cacciare

dicembre 20, 2012 Redazione

Presentata una mozione di sfiducia per il presidente della camera dei laici del sinodo anglicano. La colpa? Si era opposto all’ordinazione vescovile delle donne

Nonostante la bocciatura a novembre dell’ordinazione vescovile delle donne da parte del sinodo, la Chiesa d’Inghilterra ha deciso di aprire le consultazioni per uno “scambio di opinioni” fra i membri del suo organo legislativo, con l’obiettivo di arrivare a un’approvazione del provvedimento entro l’estate dell’anno prossimo. Nel frattempo, la camera dei laici, responsabile del fallimento della riforma (non passata per pochi voti), ha presentato una mozione di sfiducia contro il suo presidente, Philip Giddings, che sarà discussa il prossimo gennaio.

SFIDUCIATO. A Canon Barney, uno dei membri laici a favore delle donne-vescovo, le parole di Giddings sono sembrate una minaccia per l’integrità dell’anglicanesimo. Giddings, inoltre, si sarebbe reso colpevole di aver minato l’autorità di Justin Welby, futuro arcivescovo di Canterbury (che si era espresso favorevolmente nei confronti della riforma) e di aver contraddetto «il punto di vista della casa dei vescovi nel loro complesso». Secondo Barney, il discorso del presidente della camera laica del sinodo avrebbe «dato un contributo significativo al danno di immagine della Chiesa d’Inghilterra», che sta già soffrendo «per mano della stampa» e del governo, il quale, per rappresaglia contro la bocciatura della riforma, ha minacciato di eliminare i sostegni finanziari alla chiesa anglicana.

LA MAGGIORANZA. Le parole di Giddings, docente universitario e leader dell’ala conservatrice della Chiesa anglicana, furono determinanti nel convincere alcuni membri del consiglio a votare contro il provvedimento sulle donne-vescovo. Giddings aveva affermato che sulla questione si era discusso a lungo solo «per coloro che sono in maggioranza e possono imporre la loro volontà», che comunque non è «abbastanza per ottenere il consenso di coloro che si oppongono», «essenziale» se la Chiesa anglicana vuole mantenere l’unità.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rialzata, “rinforzata” nel look ma con lo stesso grande comfort di ogni Classe E, la All Terrain entra di forza nel segmento delle Statio Wagon rialzate. Offre tanto spazio e un comfort sontuoso, ma la sua attitudine off road è reale

L'articolo Prova Mercedes E 220 CDi All Terrain proviene da RED Live.

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi