Google+

Atene evita il fallimento, approvato il piano di austerity di Papandreou – Rassegna stampa/1

giugno 30, 2011 Redazione

Il Parlamento greco approva il piano di tagli e privatizzazioni da 78 miliardi. Scontri e proteste nelle piazze si sono conclusi con una novantina di feriti e una quarantina di arresti. Oggi la maggioranza di Papandreou deve riuscire a far approvare anche i decreti attuativi per assicurarsi l’arrivo gli aiuti dall’Europa

Secondo il presidente della Commissione europea Barroso la Grecia ha fatto un gesto di «responsabilità nazionale», per il presidente dell’Eurogruppo Jean-Claude Juncker «la strada ora è libera per il pagamento della quinta tranche del prestito bilaterale da Eurozona e Fmi». “Atene non tradisce l’Europa. Il Parlamento greco ha votato ieri un primo sì al piano di tagli da 28 miliardi messo a punto dal governo di Papandreou, un passaggio fondamentale per sbloccare gli aiuti internazionali necessari ad evitare il crac del paese” (Repubblica, p. 24).

“Il centro della capitale ellenica – tra l’altro – è stato di nuovo teatro di un’altra giornata di proteste e scontri. Frange marginali dei cortei convocati dai sindacati nel secondo giorno di sciopero generale hanno assaltato il ministero delle Finanze in piazza Syntagma, dando fuoco a un ufficio postale. Le forze dell’ordine (il governo ha schierato 5 mila poliziotti) hanno risposto per tutta la giornata con gas lacrimogeni. Il bilancio finale è stato di una novantina di feriti e una quarantina di arresti” (Repubblica, p. 24).

“Per risparmiare 28 miliardi in cinque anni il governo ha alzato le tasse sul gas da riscaldamento e abbassato le soglie di esenzione fiscale, ha bloccato il turnover del pubblico impiego tagliando benefit in busta paga pari al 20% del totale. Tagli pesanti sono previsti pure per la sanità, le pensioni e gli investimenti pubblici. Sul fronte delle entrate, invece, è previsto un piano di privatizzazione da 50 miliardi” (Repubblica, p. 24).

Ieri in Parlamento la manovra appoggiata dal premier Papandreou ha ottenuto la maggioranza ma oggi devono essere votati i decreti attuativi: il rischio di default dello Stato greco non è ancora scongiurato.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download