Google+

Atene evita il fallimento, approvato il piano di austerity di Papandreou – Rassegna stampa/1

giugno 30, 2011 Redazione

Il Parlamento greco approva il piano di tagli e privatizzazioni da 78 miliardi. Scontri e proteste nelle piazze si sono conclusi con una novantina di feriti e una quarantina di arresti. Oggi la maggioranza di Papandreou deve riuscire a far approvare anche i decreti attuativi per assicurarsi l’arrivo gli aiuti dall’Europa

Secondo il presidente della Commissione europea Barroso la Grecia ha fatto un gesto di «responsabilità nazionale», per il presidente dell’Eurogruppo Jean-Claude Juncker «la strada ora è libera per il pagamento della quinta tranche del prestito bilaterale da Eurozona e Fmi». “Atene non tradisce l’Europa. Il Parlamento greco ha votato ieri un primo sì al piano di tagli da 28 miliardi messo a punto dal governo di Papandreou, un passaggio fondamentale per sbloccare gli aiuti internazionali necessari ad evitare il crac del paese” (Repubblica, p. 24).

“Il centro della capitale ellenica – tra l’altro – è stato di nuovo teatro di un’altra giornata di proteste e scontri. Frange marginali dei cortei convocati dai sindacati nel secondo giorno di sciopero generale hanno assaltato il ministero delle Finanze in piazza Syntagma, dando fuoco a un ufficio postale. Le forze dell’ordine (il governo ha schierato 5 mila poliziotti) hanno risposto per tutta la giornata con gas lacrimogeni. Il bilancio finale è stato di una novantina di feriti e una quarantina di arresti” (Repubblica, p. 24).

“Per risparmiare 28 miliardi in cinque anni il governo ha alzato le tasse sul gas da riscaldamento e abbassato le soglie di esenzione fiscale, ha bloccato il turnover del pubblico impiego tagliando benefit in busta paga pari al 20% del totale. Tagli pesanti sono previsti pure per la sanità, le pensioni e gli investimenti pubblici. Sul fronte delle entrate, invece, è previsto un piano di privatizzazione da 50 miliardi” (Repubblica, p. 24).

Ieri in Parlamento la manovra appoggiata dal premier Papandreou ha ottenuto la maggioranza ma oggi devono essere votati i decreti attuativi: il rischio di default dello Stato greco non è ancora scongiurato.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana