Google+

Asia Bibi, parla il suo avvocato: «La prossima udienza forse tra 15 giorni. Anch’io sono stato minacciato di morte»

aprile 16, 2014 Leone Grotti

Intervista a Sardar Mushtaq Gill, avvocato della donna condannata ingiustamente a morte per blasfemia: «La prossima udienza sarà forse tra 15 giorni, se ci fanno esporre le prove vinceremo ma la famiglia è terrorizzata»

pakistan-asia-bibi-gillIl processo di appello di Asia Bibi è stato rimandato per la terza volta e ora «il suo caso potrebbe essere trasferito all’Alta corte di Rawalpindi da quella di Lahore». Dichiara così a tempi.it Sardar Mushtaq Gill, avvocato della donna cattolica, madre di cinque figli, condannata a morte in Pakistan per false accuse di blasfemia e in carcere da 1.762 giorni. Gill, avvocato cristiano e capo di Lead, organizzazione che si batte per la difesa dei diritti umani e dei cristiani perseguitati, è stato a sua volta «minacciato di morte, anche la mia carriera è a rischio. Ma difendere chi non ha difesa è il mio dovere e Dio mi sostiene».

Avvocato, la prima volta il processo è stato rimandato per la malattia di un giudice, poi per l’assenza dei legali dell’accusa. Lunedì scorso cosa è successo invece?
Ci sono stati problemi amministrativi interni, non legati direttamente al caso di Asia Bibi. Il primo collegio di due giudici è stato smembrato dall’amministrazione del tribunale, il secondo collegio a cui è passato il caso si è sciolto e il terzo ancora non c’è. Lunedì mi hanno detto che il processo potrebbe essere spostato a Rawalpindi ma non so ancora se succederà.

Quando potrebbe esserci la prossima udienza?
Ci aspettiamo un’udienza nei prossimi 15 giorni. Non è il primo processo che vedo spostare e rimandare a oltranza per problemi amministrativi. Poi è chiaro che questo è un caso di alto profilo e quindi non è una novità che i giudici siano messi sotto pressione dagli islamisti. Speriamo che si arrivi entro breve a un’udienza.

Come vive la famiglia di Asia Bibi questi continui rinvii?
Lunedì mi sono incontrato con il marito di Asia Bibi: è terrorizzato, ha paura perché teme che il processo di appello possa essere cancellato. A quel punto saremmo costretti a ricorrere direttamente alla Corte suprema. La famiglia ha subito minacce ma ora è protetta e in costante contatto con un gruppo di avvocati.

Che sensazioni ha per la conclusione del processo considerate le ostilità incontrate?
Io spero solo che il giudice ci faccia esporre le nostre ragioni, così come quelle dell’accusa, e che si arrivi a un giudizio. Se potremo presentare i nostri argomenti, siamo sicuri di vincere l’appello e ottenere il rilascio di Asia Bibi. Anche se questo non basterà per garantire la sua sicurezza.

Cioè?
Quando si viene accusati di blasfemia in Pakistan, anche se si viene assolti, non si è mai fuori pericolo. Questo è ridicolo ma è così: le minacce degli islamisti sono sempre da temere e per questo Asia Bibi potrebbe essere costretta a lasciare il Pakistan una volta assolta.

Anche lei ha subito minacce?
Sì, in particolare lo scorso 13 aprile ho ricevuto una e-mail di minacce. All’inizio del mese mi hanno avvertito che potrei ricevere false accuse: so che la mia vita e il mio lavoro sono a rischio ma io continuerò a seguire il caso di Asia Bibi perché il mio lavoro è difendere chi non ha difesa, altrimenti, se cedessi alle minacce, non potrei più ritenermi un protettore dei diritti umani.

È spaventato?
Certo che sono spaventato, è normale. Ho famiglia, una figlia di appena sette mesi e anche loro sono spaventati. Ma io faccio il mio dovere e la mia fede in Dio mi conforta.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana