Google+

Armi chimiche in Siria? Commissione Onu: «Finora le prove dicono che le hanno usate i ribelli»

maggio 7, 2013 Redazione

Un membro della Commissione di inchiesta delle Nazioni Unite sui crimini di guerra punta il dito contro i ribelli. Ma l’indagine non è ancora conclusa

Le armi chimiche in Siria potrebbero essere state utilizzate dai ribelli. La Commissione di inchiesta delle Nazioni Unite sui crimini di guerra si è affrettata ad ammorbidire le dichiarazioni fatte dal commissario Carla Del Ponte, che in un’intervista rilasciata alla Radio svizzera italiana, ha dichiarato: «Abbiamo potuto raccogliere alcune testimonianze sull’utilizzo di armi chimiche, e in particolare di gas nervino, ma non da parte delle autorità governative, bensì da parte degli oppositori, dei resistenti».

INCHIESTA. Lo scorso 30 aprile il presidente degli Stati Uniti Barack Obama aveva affermato che «le armi chimiche in Siria sono state usate, ma non sappiamo ancora quando, da chi e dove». I principali sospetti cadono sul regime di Bashar al-Assad ma mancano le prove. La Commissione di inchiesta dell’Onu ha sottolineato che non bisogna parlare di accuse ai ribelli o Assad fino a quando l’inchiesta non raggiungerà risultati definitivi. Il rapporto ufficiale sarà consegnato il prossimo 3 giugno.

«TUTTI CATTIVI». Carla Del Ponte aveva anche dichiarato che «per il momento noi abbiamo solo elementi sull’uso di armi chimiche da parte dagli oppositori. Poi, quando la commissione speciale potrà condurre l’inchiesta, si potrà stabilire se anche il governo ha fatto utilizzo di queste stesse armi». Poi ha sottolineato: «Non ci sono buoni e cattivi. Per me sono tutti cattivi perché tutti, sia una parte sia l’altra, commettono crimini».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

In quattro anni se ne possono preparare tante di novità e i ragazzi californiani non si sono certo risparmiati. A partire dal telaio, che dalla lega di alluminio è passato alla fibra di carbonio, nello specifico UHC Advanced con specifiche Felt, per poter meglio distribuire rigidezza e flex nei punti giusti. NUOVO TELAIO  La fibra […]

L'articolo Felt Compulsion m.y. 2018 proviene da RED Live.

Kia Stinger è un’auto che segna per l’azienda coreana un nuovo approccio: 380 cavalli, quattro posti, design e grinta da sportiva. per questo anche le attività di marketing e comunicazione seguono un percorso diverso. Stinger approda in tv con “Wishlist, il metodo Stinger”, una mini-serie di 3 episodi da 30 minuti, in onda sul NOVE la […]

L'articolo Kia Stinger, mini serie per la tv proviene da RED Live.

Ispirata dalle moto café racer (e non solo), questa edizione limitata vuole segnare un'epoca. Con una personalizzazione originale e stilosa, sia fuori sia dentro l'abitacolo

L'articolo DS 3 Café Racer, quando la DS suona il rock proviene da RED Live.

Ride the revolution, questo il claim della nuova Yamaha Niken. Un claim che abbiamo sperimentato di persona lungo i 280 km di curve austriache di questo test. Tante curve, tante situazioni meteo differenti per scoprire una moto "normale" che fa cose eccezionali.

L'articolo Prova Yamaha Niken <br> la “carver bike” proviene da RED Live.

Pronto per la seconda metà del 2018, questo sistema promette di ridurre emissioni e consumi e arriverà su molti modelli del costruttore coreano. A cominciare dalla SUV compatta con motore a gasolio. Perché il diesel è tutt'altro che morto...

L'articolo Kia, arriva il Mild-Hybrid sul Diesel proviene da RED Live.