Google+

Apparizioni Medjugorje, la Commissione vaticana si esprimerà entro fine anno

febbraio 27, 2012 Benedetta Frigerio

Lo ha detto l’arcivescovo di Sarajevo, Vinko Pulijc. Probabilmente la commissione d’inchiesta, presieduta dal Cardinale Ruini, opterà per la formula «non constat de supernaturalitate» che, pur non sciogliendo i dubbi sulla veridicità delle apparizioni, non le definisce false.

Il cardinale Vinko Pulijc, arcivescovo di Sarajevo, ha dichiarato che la decisione della Chiesa sui fatti di Medjugorje verrà presa con ogni probabilità entro quest’anno. Nel 2010, infatti, papa Benedetto XVI aveva istituito una commissione presieduta dal cardinale Camillo Ruini per esaminare le apparizioni della Madonna ai sei veggenti iniziate nel 1981 nel paesino bosniaco. Durante questi mesi la commissione ha vagliato tutti i documenti scientifici delle diverse équipe mediche e scientifiche che per anni hanno seguito e analizzato le reazioni dei veggenti a cui da più di trent’anni appare la Gospa. Non solo, la commissione ha analizzato i nuovi documenti, ritrovati l’anno scorso e occultati dai servizi segreti bosniaci, che dimostrano il tentativo da parte dell’ ex regime comunista di sconfessare i sei ragazzi e di mentire sulla loro condotta e su quella dei francescani legati alla parrocchia di Medjugorje. Sono stati vagliati anche i presunti i miracoli, le guarigioni e la bontà dei frutti (come le confessioni, le conversioni, le associazioni caritative e i movimenti laicali e religiosi) maturati da questi eventi. Anche i sei veggenti sono stati interrogati. Nel giugno scorso sono state ricevute segretamente a Roma Ivanka, fra i tre veggenti che hanno ricevuto dalla Madonna tutti e dieci i segreti che riguardano eventi futuri, e Viska, che avendone ricevuti solo nove vede ancora tutti i giorni la Vergine. Marja e Mirijana sono state ascoltate alla fine dell’anno scorso: la prima, riceve ancora un messaggio pubblico che annuncia al mondo ogni 25 del mese. La seconda ne riceve un altro ogni 2 del mese per guidare l’umanità sulla via della conversione. I due ragazzi, Jakov e Ivan, sono invece giunti a Roma qualche giorno fa.

La commissione è rimasta colpita positivamente da quanto finora visionato, nonostante il silenzio dei sei veggenti, imposto dalla Madonna, riguardo ai dieci segreti. Sarà il padre francescano Petar Ljubicié (scelto da Mirijana) a rivelare cosa succederà all’umanità dieci giorni prima degli eventi. Il giudizio della Commissione presieduta da Ruini non sarà però ufficiale finché non sarà sottoposto al vaglio della Congregazione per la dottrina della fede e successivamente a quello del Papa, che dal 1981 al 2005 già si occupò della vicenda per conto del suo predecessore, Giovanni Paolo II. Il cardinale Ruini è stato già ricevuto alla fine della settimana scorsa dal Pontefice per discutere dei risultati dell’indagine. Pare che la Chiesa non abbia elementi per ritenere false le apparizioni. Ciò non significa però che le riconoscerà ufficialmente, poiché di norma non è possibile farlo se i fenomeni soprannaturali sono ancora in corso. Si ipotizza dunque che a fine anno la Santa Sede pronuncerà il «non constat de supernaturalitate», non consta la soprannaturalità, formula scelta quando la Chiesa Cattolica non ha elementi per pronunciarsi con certezza sulla soprannaturalità di un evento, ma nemmeno quella per affermare il «consta che non», espressione usata per smentire fenomeni ritenuti sicuramente fasulli.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

5 Commenti

  1. zaccheo scrive:

    La commissione ha consegnato i lavori nel dicembre 2012. Come mai tutto questo segreto?

  2. JP scrive:

    Brutta notizia. Tradizionale prudenza a parte si profila quindi una non-decisione. Spero che almeno si imponga maggior serietà e si facciano cessare i pellegrinaggi abusivi ed eventi con “apparizione” inclusa nel pacchetto, nonchè pronunciamenti temerari che debordano da ogni media cattolico (Tempi incluso).

  3. JP scrive:

    Torno sull’argomento perché è necessario chiarire che quanto riportato sulla “buona impressione” fatta dai “veggenti” al cospetto della commissione sembra non corrispondere al vero nel senso, che tutto quanto riguarda le attività della commissione è vincolato al più stretto riserbo.
    In secondo luogo, contrariamente a quanto si pensa (e pensavo, onestamente) il “non constat de supernaturalitate” non è un giudizio sospeso, è un giudizio negativo, come qualche teologo afferma ( vedi http://www.cantualeantonianum.com/2012/02/tornielli-su-medjugorje-sbaglia-non.htm o http://en.louisbelanger.com/2012/02/27/vaticanist-andrea-torniellis-last-writing-on-medjugorje-and-willful-blindness-1/ )
    Segnalo un link su qualche recente performance di padre Vlasic “che-vi-guida-così-bene” :
    http://www.marcocorvaglia.com/medjugorje/cattolicesimo-geneticamente-modificato-parte-2.html#vlasic
    In generale consiglio il sito http://www.marcocorvaglia.com/ a chi voglia raccogliere elementi da fonti non acriticamente possibiliste.

  4. sofia scrive:

    Il non constat de supernaturalitate è un giudizio temporaneamente negativo, cioè che in futuro potrebbe cambiare o in un giudizio positivo o in un giudizio definitivamente negativo.
    E allora?
    Noi andiamo avanti lo stesso a fidarci della Madonna e del Buon Dio che, se si legge bene la Bibbia, ha sempre parlato all’uomo nei modi che più gli aggradano, senza dover rendere certamente conto a dei miscredenti che, per loro stessa conformazione mentale, non riescono ad ammettere che ciò possa succedere.
    E mi dispiace per voi

  5. SERGIO scrive:

    STAI SERENO ..CHE TANTO L’OPERATO DI DIO NON LO CAMBIA NESSUNO
    NEMMENO I TUOI PSEUDO PARERI
    E POI –CHE TE NE FREGA DI MEDUGORJE FAI A MENO DI CREDERCI SE NON TI VA ..
    CREDERE E’ UNA SCELTA IN COMPLETA LIBERTA’…
    NON ESISTE NESSUNA CONGREGAZIONE CHE PUO’ OBBLIGARTI O NON OBBLIGARTI A CREDERE ……

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana