Google+

Animalisti contro Peppa Pig: genitori, spegnete le tv e portate i bambini a vedere i macelli dove i maiali soffrono

dicembre 31, 2013 Redazione

L’associazione Aidaa lancia una campagna di boicottaggio contro Peppa Pig, cartone amatissimo dai bambini

Basta con Peppa Pig. È la richiesta che un’associazione animalista ha fatto ai genitori di tutta Italia per il bene degli animali: «Genitori, spegnete la televisione o cambiate canale tutti i giorni quando sugli schermi appare il cartone animato Peppa Pig. Tutti i cartoni animati che fanno vedere gli animali felici distorcono brutalmente la realtà in merito alla sorte reale che tocca quotidianamente a milioni di maiali mucche, oche e anatre e topi ed altri animali».

LE VERE PEPPE PIG. Secondo il presidente nazionale dell’associazione Aidaa Lorenzo Croce, il cartone amatissimo dai bambini distorce la realtà perché «le vere Peppe Pig sono costrette a vivere in allevamenti intensivi ed uccise in maniera brutale per l’alimentazione umana. Se vogliamo trasformare gli animali in un business questa è la strada giusta, ma se invece amiamo gli animali dobbiamo mostrare anche l’altra faccia della medaglia, quella della violenza e della morte a cui sono sottoposti ogni anno migliaia di animali veri che vengono idealizzati nei cartoni animati».

CHI PAGA LO PSICOLOGO? Peppa Pig sarà anche una «orribile mistificazione», come conclude il comunicato di Aidaa, e gli animali felici esisteranno «solo nelle fantasie dei bambini», ma questo non è un buon motivo per portare un bambino che vuole solo vedere un cartone animato in un macello, come commenta un padre di famiglia su internet: «Certo, porto mia figlia di due anni e mezzo al mattatoio per farle vedere come sgozzano gli animali. Poi le spese dello psicologo chi le paga? Ma questi, oltre a Peppa Pig, non hanno altro di più serio a cui pensare?».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

88 Commenti

  1. Alberto scrive:

    Adesso anche gli animalisti oltre ai movimenti gay ci dicono quello che è giusto e quello che è sbagliato, ma nessuno dice come salvare la vita di concepito abbandonato da tutti.

    • luca scrive:

      ma che centra? stiamo parlando di roba del tutto diversa, vedi che non capisci?

      • Antonio scrive:

        E invece purtroppo c’ entra, caro Luca.
        e te lo dico per dolorosa esperienza diretta: c’ é chi si fa in quattro per proteggere i passerotti,
        ma non esita un istante ad abortire.

    • beppe scrive:

      è vero alberto, gli animalisti sono la pietra di paragone di tutto. quello che pensano e decidono loro è legge. se un cattolico invita a guardare il video di un aborto, viene lapidato. loro invece ricevono applausi. caro berlusconi, molla la brambilla e i suoi cani da salotto.

  2. EP scrive:

    E basta topolino e mini (topi), paperino e paperina quo quo qua (paperi), clarabella e orazio (cavalli)… Chiamate lo psicologo. A chi propone queste scemenze

  3. Jack scrive:

    Lorenzo Croce? Grunf Grunf…. che l’anno nuovo porti vera Speranza anche a lei!

  4. luca scrive:

    ma invece di scannarci come sempre non sarebbe possibile dare a quei poveri animali al macello almeno una vita un po’ migliore? basterebbe decidere quanti animali possono essere ammucchiati in una certa metratura, come devono essere nutriti e cose così.
    insomma, una via di mezzo: ok al mattatoio ma almeno un minimo più civile di com’è ora

    • Picchus scrive:

      Le norme ci sono già, anche a livello europeo e sono severe. Che poi non si rispettino è altra cosa. Ma macellare è sempre macellare, per quanto si possa cercare di essere civili, rimane sempre uno “sporco” lavoro.

      • luca scrive:

        si, si picchus… certo allora magari gli animalisti dovrebbero richiedere che si vigili su come vengono gestiti questi posti

  5. fb scrive:

    Si, ma cosa centra Peppa Pig con i macelli? Non è mica un documentario sui maiali. È questo che è assurdo nelle cose che dice il presidente aidaa. Il 90 % dei cartoni e dei libri per bambini ha come protagonisti gli animali che vestono i panni delle persone. Questo è quello che fa Peppa Pig e, aggiungo io, in maniera molto sana. Credo che chiunque abbia visto qualche puntata di Peppa Pig non abbia trovato niente di offensivo nei confronti degli animali. Per questo ritengo che, animalisti o no, le parole del presidente aidaa siano irragionevoli. Perché non aboliamo anche la Pimpa che offende la dignità dei cani dipingendoli a macchie rosse! Ma dai, per favore…

  6. beppe scrive:

    ma si può perder tempo a replicare a delle scemenze di questo genere? una volta si allevava il maiale come uno di famiglia e poi lo si macellava facendo festa. certo, bisogna essere dei bastardi a trattare così il maialino dopo averlo illuso che potesse sedersi a tavola con noi. io mi ricordo l’uccisione del maiale in cortile e la successiva giornata di lavoro per preparare il salume come una festa e un’avventura. oggi le norme igieniche lo vietano e i bambini crescono con un’idea distorta del rapporto uomo-animali. perchè non hanno mai visto un MEDICO ABORTISTA ALL’OPERA.

  7. Fabrizio scrive:

    Ovviamente l’invito a portare i bambini a visitare gli allevamenti intensivi non è da prendere alla lettera, su (la flessibilità la applicate solo quando leggete nella Bibbia cose che non vi fanno comodo?). A farsi un giretto in quei posti, se fosse permesso e ovviamente non lo è, dovrebbero andarci i genitori. Intanto per rendersi conto di quello che danno da magiare ai propri figli. Ma soprattutto per riflettere – vana speranza! – su quanto sia stupido continuare a riprodursi (perché i figli sono un dono, signora mia) senza domandarsi come accidenti può il pianeta sopportare il continuo espandersi di un sistema di produzione alimentare, l’allevamento intensivo, che è la prima causa di inquinamento (sì, più dell’industria e delle automobili, pensate un po’) e consumo di risorse naturali a livello mondiale. Tra un po’ saremo nove miliardi su questo pianeta e, contemporaneamente, centinaia di milioni di persone nei paesi emergenti stanno aumentando il loro consumo di carne per inseguire il modello di vita occidentale. Semplicemente non si può continuare su questa strada. Ma a quanto pare mettere in discussione le abitudini consolidate e uscire dal branco (“si è sempre fatto così”, “lo fanno tutti” sono le risposte standard) fa più paura delle conseguenze nefaste di comportamenti irresponsabili e distruttivi. Poi, vabbè, questo sito è frequentato da fondamentalisti repressi che credono invece che il mondo finirà per colpa dei gay, cercare di argomentare razionalmente è una battaglia persa in partenza.

  8. Jack scrive:

     “Ma soprattutto per riflettere su quanto sia stupido continuare a riprodursi senza domandarsi come accidenti può il pianeta sopportare il continuo espandersi di un sistema di produzione alimentare, l’allevamento intensivo, che è la prima causa di inquinamento e consumo di risorse naturali a livello mondiale”

    Ma sig. Fabrizio come si fa anche il 1º dell’anno nuovo a triturarsi con ste profezie apocalittiche???
    Perché oggi – forse – conoscenza e tecnologie non ci consentono di ipotizzare un ulteriore sviluppo, io non dovrei più fare figli e il bambino africano rinunciare a pollo e maiale?
    E poi i cattolici sarebbero i retrogradi e oscurantisti?

    Se lei vuole intanto “decrescere felicemente” libero di farlo, il mio augurio rimane quello di poter dare il massimo nel lavoro, in famiglia, nelle associazioni, nel volontariato, nella politica, nei movimenti, e in qualsiasi altra espressione e della società per COSTRUIRE, SVILUPPARSI, MIGLIORARE, CRESCERE!
    Migliaia di anni di Storia ci supportano, la presenza di Dio ci da vera speranza!

  9. Jack scrive:

    “Ma soprattutto per riflettere su quanto sia stupido continuare a riprodursi senza domandarsi come accidenti può il pianeta sopportare il continuo espandersi di un sistema di produzione alimentare, l’allevamento intensivo, che è la prima causa di inquinamento e consumo di risorse naturali a livello mondiale”

    Ma sig. Fabrizio come si fa anche il 1º dell’anno nuovo a triturarsi con ste profezie apocalittiche???
    Perché oggi – forse – conoscenza e tecnologie non ci consentono di ipotizzare un ulteriore sviluppo, io non dovrei più fare figli e il bambino africano rinunciare a pollo e maiale?

    • Fabrizio scrive:

      I miliardi di animali allevati per nutrire anche suo figlio mangiano e tanto. Bevono acqua potabile e tanto. Considerando che i terreni agricoli e le risorse idriche sono tutt’altro che illimitati, non ci vede un nesso col fatto che “il bambino africano” muore di fame? Ha senso consumare quantità di soia e cereali e acqua potabile sufficienti per nutrire tutta la popolazione umana solo per far ingrassare animali allevati in condizioni vergognose e ottenere una quantità di carne non sufficiente per tutti?

      • giovanni scrive:

        fabrizio ora spengo il pc e mi gusto una bella cotoletta alla milanese, vuoi favorire?

        • Jack scrive:

          Purtroppo la seconda parte del mio post è andato perso..

          Commentavo come si dica dei cattolici di essere retrogradi e oscurantisti, ma poi sono gli scientisti come lei ad avere paura del futuro (con la pancia piena).
          Le auguravo così, per questo 2014 una “decrescita felice” a lei e per chi lei desidera..a tutti gli altri un anno di impegno in famiglia, al lavoro, in tutti gli ambiti della società civile e religiosa per una CRESCITA e UNO SVILUPPO PIÙ UMANO POSSIBILE.

        • Jack scrive:

          Purtroppo la seconda parte del mio post è andato perso..

          Commentavo come si dica dei cattolici di essere retrogradi e oscurantisti, ma poi sono gli scientisti come lei ad avere paura del futuro (con la pancia piena).
          Le auguravo così, per questo 2014, una “decrescita felice” a lei e per chi lei desidera..a tutti gli altri un anno di impegno in famiglia, al lavoro, in tutti gli ambiti della società civile e religiosa per una CRESCITA e UNO SVILUPPO PIÙ UMANO POSSIBILE.

        • luca scrive:

          giovanna /viviana/moderatrice quanto puoi essere inopportuna? è come se uno ti dicesse ora spengo il pc e vado a bestemmiare. nessuno ti nega la tua cotoletta ma non serve prendere ingiro!

        • Fabrizio scrive:

          No, grazie. Si goda pure la sua dose di antibiotici.

        • Fabrizio scrive:

          p.s. Ma la gola non è forse un vizio capitale? Come dessert tre ave maria e un padre nostro.

          • Piero scrive:

            Meglio fracassarsi le p*** come tanti Tafazzi, rinunciando a vivere, per far piacere alla Dea Gaia, vero?

      • luca scrive:

        fabrizio, ci vuole un genio a capire che la popolazione non può continuare a crescere in eterno e che ad un certo punto la popolazione semplicemente non potrà più crescere?
        semplicemente alcuni pensano che anche se è ancora tecnicamente possibile crescere demograficamente, il persistere in tale crescita comporterà presto enormi problemi.

        certo mi domando il giorno che non sarà più possibile crescere demograficamente e che quindi ci saranno severe leggi sul controllo delle nascite voi come farete lol

        • Jack scrive:

          Buona decrescita 2014 anche a lei!
          Cordialmente.

        • Jack scrive:

          Buona decrescita 2014 anche a lei!!
          Cordialmente.

        • giovanni scrive:

          Luca, cominciamo ad approvare severissime leggi per impedire a chi non è nelle condizioni di avere figli, di andare a comprarli al supermercato! (vedi utero in affitto ecc.ecc.)

          • Fabrizio scrive:

            E magari sarebbe utile se i preti la smettessero di fare propaganda contro l’uso del preservativo e la si smettesse di considerare i figli un “dono” anziché una responsabilità.

        • Fabrizio scrive:

          Luca, purtroppo c’è chi è abituato da secoli a non nutrire il dubbio e a seguire il gregge con la testa china.

          • Jack scrive:

            Commentavo come si dica dei cattolici di essere retrogradi e oscurantisti, ma poi sono gli scientisti come lei ad avere paura del futuro (con la pancia piena).

          • Jack scrive:

            Commentavo come si dica dei cattolici “retrogradi e oscurantisti”, ma poi sono gli scientisti come lei ad avere paura del futuro (con la pancia piena).

          • giovanni scrive:

            E già tu sei l’uomo del dubbio perenne, sei certo di esistere?

            • Fabrizio scrive:

              Che sciocchezza! Una volta almeno i cattolici avevano le riposte pronte imparate a memoria, ora neanche quello. Più facile guardare le tette di silicone su canale 5 che leggere quello in cui dite di credere, vero?

              • giovanni scrive:

                Che ci sono le tette al silicone su canale 5 lo hai detto tu………..per quanto riguarda le risposte, considerato che domani devo alzarmi presto, preferisco andare a letto.

  10. elena scrive:

    Peppa Pig é uno dei pochi cartoni che rappresenta una / tante famiglia naturale con babbo, mamma e udite udite addirittura due figli(o più).
    …forse se era una famiglia “moderna ” non veniva così tanto attaccato…

  11. Jack scrive:

    Per Luca.

    Qui BERNARDO, su quest’altro articolo GABRIELE:
    http://www.tempi.it/obama-manipola-il-papa-per-citarlo-quando-gli-fa-comodo-ma-in-america-lo-scontro-coi-cattolici-e-radicale

    NON È STUFO DI ESSERE “ASFALTATO”?

    Sia gentile, mi risponda: cosa la spinge a frequentare e commentare cosi assiduamente tempi.it?

    • giovanni scrive:

      Il fatto è che a tempi.it Luca, lo asfaltano ma lo considerano.

      • Fabrizio scrive:

        Sì, bravi, spiegategli quanto è facile e comodo confrontarsi solo con chi la pensa come noi (e magari mandare al rogo tutti gli altri). I cattolici sono i maestri in questo.

      • luca scrive:

        giovanni lo sai in cosa sono stato “asfaltato” io dicevo di cercare delle statistiche sulla pedofilia e un signore ha messo un link ad un blog che riportava dati contrari a quelli che dicevo io ma senza riportare alcuna fonte!
        ti sembra che sia stato asfaltato? mi sembra di parlare con un bimbo di 5 anni che non capisce cos’è un blog e cos’è una statistica

        • Jack scrive:

          PS. per Luca:
          Se come nel tuo post della 1.21 drl 31/12 chiedi
          “cercate con Google statitiche pedofilia!”

          E uno (Bernardo) si prende la briga di darti retta, può anche essere che tu avessi in mente di invitare a fare ricerca diversa, ma allora dovresti essere più preciso nello scrivere e non aspettarel la una di notte per fare “pausa” e venir qui a “spiegare”…

          • luca scrive:

            jeck si presuppone che un post sia corto, non ti metti a spiegare delle ovvietà. se uno come jack non è in grado di capire quando un articolo è da prendere o meno come riferimento per dati scientifici ha parecchi problemi

            • Jack scrive:

              “jeck si presuppone che un post sia cortoo”

              1. Cosa centra la lunghezza con la chiarezza?
              2. Su qsto stesso sito lei ha scritto post molto ms molto piu lunghi di quello citato del 31/12
              E allora???

              Attenzione Luca che i vetri sono scivolosi!!!

              AdDio.

        • Jack scrive:

          PS. per Luca:
          Se come nel tuo post della 1.21 drl 31/12 chiedi
          “cercate con Google statitiche pedofilia!”

          E uno (Bernardo) si prende la briga di darti retta, può anche essere che tu avessi in mente di invitare a fare ricerca diversa, ma allora dovresti essere più preciso nello scrivere e non aspettare la una di notte per fare “pausa” e venir qui a “spiegare”…

          • luca scrive:

            jack come vedi ancora una volta sei poco intelligente, se ti dico che uso questo forum come pausa dallo studio non significa che la cosa sia esclusiva… ovvero, una persona dotata di un minimo di intelletto capirebbe quello che intendevo: lo uso principalmente quando prendo pausa dallo studio (come ora). se ti devo spiegare tutto scriviamo dei poemi e non dei post, e lo stesso vale se scrivo “cerca le statistiche con google”,mi sembra ovvio che uno cerca delle statistiche vere e non scritte su un blog… ce c’è bisogno che ti spieghi la differenza?…
            cmq se avete bisogno che vi vengano spiegate queste cose mi sembra ovvio che per voi il cristianesimo è perfettamente rigoroso nel suo sistema logico, semplicemente non siete in grado di capire una semplice frase….

    • luca scrive:

      jack ti ricordo che il punto in quella discussione è che io invitavo a cercare delle statistiche su Google e quel signore, in risposta, ha citato un articolo pubblicato su un blog che faceva riferimento ad alcuni dati a suo avviso noti ma senza citare nessuna fonte.
      ripeto anche qui:
      un blog può essere scritto da chiunque, anche io domani posso scrivere un blog e dire che esistono dati che dimostrano ogni cosa che mi viene in mente.
      ma se uno ti invita a cercare delle statistiche o le cerchi pubblicate da istituti statistici o su articoli che riportano la fonte, altrimenti ha la stessa valenza di citare la signora del piano di sopra.

      poi sinceramente il coro infantile di GNE GNE GNE che ne è seguito mi ha riportato alla realtà sul vostro livello culturale, un canzonamento che tu cerchi di continuare anche qui.

      frequento assiduamente tempi perché studio a casa ora, e quindi lo uso per fare pausa. ogni tanto chiudo i libri e mi metto qui nella speranza di far capire almeno ad uno di voi il mio punto di vista, facile.

    • bannatodinuovo scrive:

      jack ti ricordo che il punto in quella discussione è che io invitavo a cercare delle statistiche su Google e quel signore, in risposta, ha citato un articolo pubblicato su un blog che faceva riferimento ad alcuni dati a suo avviso noti ma senza citare nessuna fonte.
      ripeto anche qui:
      un blog può essere scritto da chiunque, anche io domani posso scrivere un blog e dire che esistono dati che dimostrano ogni cosa che mi viene in mente.
      ma se uno ti invita a cercare delle statistiche o le cerchi pubblicate da istituti statistici o su articoli che riportano la fonte, altrimenti ha la stessa valenza di citare la signora del piano di sopra.

      poi sinceramente il coro infantile di GNE GNE GNE che ne è seguito mi ha riportato alla realtà sul vostro livello culturale, un canzonamento che tu cerchi di continuare anche qui.

      frequento assiduamente tempi perché studio a casa ora, e quindi lo uso per fare pausa. ogni tanto chiudo i libri e mi metto qui nella speranza di far capire almeno ad uno di voi il mio punto di vista, facile.

      • Jack scrive:

        Tranquillo LUCA! Le confermo che può fare pausa da altre parti: credo proprio che il suo punto di vista qui l’abbiano capito tutti..!

        • luca scrive:

          jack credo che tu non possa aver capito molto, ancora ti devo spiegare cos’è un blog… un passo alla volta dai…

          • Jack scrive:

            Si in effetti dovrebbe ancora spiegarci qual’è il suo lavoro visto il numero delle pause che si prende per arrampicarsi su alte vetrate, scivolare giù ed essere asfaltato…
            Adieu.

          • Jack scrive:

            Si in effetti dovrebbe ancora spiegarci qual’è il suo lavoro visto il numero delle pause che si prende per arrampicarsi su alte vetrate, scivolare giù ed essere asfaltato..
            Adieu.

          • Jack scrive:

            Si in effetti dovrebbe ancora spiegarci qual’è il suo lavoro visto il numero delle pause che si prende per arrampicarsi su alte vetrate, scivolare giù ed essere asfaltato….
            Adieu.

            • luca scrive:

              basta che lo scrivi una volta… ricercatore… lascia stare, non cercare di capire perchè non ne sei in grado

  12. Esaki scrive:

    Aboliamo anche la lettura de La fattoria degli animali di Orwell?

  13. Franco scrive:

    Allora perchè non togliere Topolino? E Paperino? E il Re Leone? Bastaaaaaaaaa! Animalisti/ecologisti sono dei succhiasangue di casse pubbliche a botte di convenzioni sulla base di queste minchiate!
    Bastaaaaaaa!
    Dimenticavo: W Peppa Pig un bellissimo cartone tra l’altro molto educativo.

  14. Franco scrive:

    Questo dimostra che l’ambientalismo e l’animalismo sono dannosi e pericolosi.
    Guardate che se il turismo in Italia é massacrato é colpa di questa “religione ambientalista” che predica non il rispetto dell’ambiente, ma la sua inviolabilità ad opera dell’uomo.

    In Italia non possiamo sfurttare le risorse ambientali che abbiamo é grazie ai verdi, e compagnia bella, che paralizzano qualsiasi cosa.

    Abbiamo ettari di territorio che é come se non avessimo solo perchè gli ambientalisti e gli animalisti con la scusa dela tutela ambientale, hanno reso tabù. Non parlo di tutela del territorio ci mancherebbe, ma parlo di quell’estremizzazione ideologicizzata che dice che ogni insediamento umano nella natura é brutto e dannoso: non é vero. Abbiamo diritto allo sfruttamento del territorio come qualcunque altro essere sulla terra.

    • Fabrizio scrive:

      Ah sì, l’Italia è ostaggio degli ambientalisti? Ma dove vive? Il nostro territorio è deturpato da ecomostri abusivi e non, veleni sversati ovunque, città che si espandono senza criterio se non quello del profitto dei costruttori amici dei sindaci e secondo lei il problema è l’ambientalismo?!? Il turismo poi… Pompei crolla a pezzi giorno dopo giorno e lei crede che dovremmo costruire (cosa, di grazia?!?) per attirare turisti?

      Anche chi verrà dopo di lei ha lo stesso “diritto allo sfruttamento” o no? Ecco la vostra ipocrisia: i figli sono un “dono” ma assumersi la responsabilità del loro futuro neanche a parlarne.

      • Jack scrive:

        Ma come “chi verrà dopo di lei”??
        Se ho capito bene fosse per lei nessuno dovrebbe fare più figli giusto?
        E allora di cosa si preoccupa?
        Ah che non l’ascoltino..eh sì con tutti sti preti che predicano la concezione dei figli come dono…!
        Molto meglio considerarli come merce d’acquisto…

        nulla di personale, ma di fronte a ranta spocchia mi lasci fare la battuta che se così fosse i suoi genitori non avrebbero fatto grandi affari..

        Torno ad augurarle buon anno nuovo di pace prosperità, crescita e sviluppo!

        • Fabrizio scrive:

          Non ce la fa, non ce la fa proprio.

        • luca scrive:

          la risposta alla vostra questione ce l’ho io.
          le leggi che proteggono l’ambiente in Italia ci sono e sono fin troppo severe, ma poi non si applicano o meglio si applicano solo per impedire ad un signore di farsi la piscina o di spostare di 30 cm una finestra… questa è la realtà. ci sono leggi severissime per salvaguardare l’ambiente, fin troppo severe, ma come spesso accade in italia le leggi sono fatte solo per chi le segue. se sei una persona per bene se ti costruisci un barbecuee in giardino ti ammazzano di tasse, se sei un delinquente ti fai un albergo in mezzo ad un parco e nessuno lo butta giù.

      • Jack scrive:

        Ma come “chi verrà dopo di lei”??
        Se ho capito bene fosse per lei nessuno dovrebbe fare più figli giusto?
        E allora di cosa si preoccupa?
        Ah che non l’ascoltino..eh sì con tutti sti preti che predicano la concezione dei figli come dono…!
        Molto meglio considerarli come merce d’acquisto..

        nulla di personale, ma di fronte a ranta spocchia mi lasci fare la battuta che se così fosse i suoi genitori non avrebbero fatto grandi affari..

        Torno ad augurarle buon anno nuovo di pace prosperità, crescita e sviluppo!

    • luca scrive:

      franco un po’ hai ragione e un po’ no… diciamo che alcuni ambientalisti esagerano ma un minimo di rispetto tanto del paesaggio quanto dell’ambiente e degli animali serve.
      come sempre nelle cose non si dovrebbe esagerare in un vero o nell’altro… pensa ai lungomare rovinati da costruzioni mostruose, ma pensa pure che qualche costruzione cmq va fatta… razionalità ci vuole

    • Watzki scrive:

      Quindi stai legittimando il consumo di suolo che sta raggiungendo tassi allarmanti e fa la felicità dei costruttori?

      Quando non ci sarà più terra da coltivare ci mangiamo i palazzi? Le autostrade per caso?

      Si violenta il territorio con le opere pubbliche e l’edificazione selvaggia e la colpa è degli ambientalisti.
      Si commettono reati e se si finisce dentro è colpa degli sbirri bastardi e dei giudici infami.
      Si commettono ruberie varie e la colpa è dei grillini fascisti che vogliono tutti in manette.
      Se una donna viene stuprata per strada, se l’è cercata perché vestiva in maniera provocante.
      Se al lavoro si scalda la sedia, o addirittura non ci si va proprio e si viene licenziati, la colpa è del capo cattivo che mi ha preso di mira.
      Se non studio e vengo bocciato, è colpa dei prof che ce l’hanno con me.
      Se faccio il prepotente e scateno una rissa, la colpa è di qualcun altro che mi ha provocato.
      Se compro gli arbitri e mi retrocedono, la colpa è di chi mi ha condannato.

      Ma la vogliamo finire con questo meschino ribaltamento dei valori e delle responsabilità?
      I carnefici diventano vittime e viceversa.

      Questo è quello che abbiamo imparato in 153 anni di storia itagliana, fregare sempre e comunque il prossimo e restare impuniti. Gli ultimi 20 anni sono solo la punta dell’iceberg.

  15. Ridley scrive:

    Questo è il paese dove per esercitare il mio diritto ad istruire mia figlia secondo i valori in cui credo devo pagare tre volte più di chi è contento dell’indottrinamento di stato.

    Il paese in cui si raccolgono firme a favore della ricerca utilizzando le cellule staminali embrionali che, oltre ai problemi etici, non ha ancora dimostrato di essere valida. Nello stesso paese ci si batte per impedire l’utilizzo di animali per sperimentare farmaci e si offende una ragazza che spiattella la verità con un video.

    In questo stesso paese si da credito ai Vannoni e ai Di Bella e ci si stupisce se chi fa ricerca seriamente scappa all’estero.

    Prima di un film per bambini al cinema passano questo trailer:

    http://www.youtube.com/watch?v=vz29AYXCIPQ

    e davvero dobbiamo preoccuparci della dannosità di Peppa Pig????

    • Fabrizio scrive:

      Grazie per aver segnalato il trailer, è bellissimo. Per una volta l’ottusità bigotta è servita a qualcosa.

      • Jack scrive:

        Toh va lo scientista si dimostra ateo e pro matrimonio gay.. delle 2 una:
        o vi fanno il lavaggio del cervello e vi rimettono lo stesso disco oppure Fabrizio non è che Luca, che sarebbe poi anche Paolo e Gigi e prima ancora Giovanni..

        Ma

      • Jack scrive:

        Toh va lo scientista si dimostra ateista e pro matrimonio gay.. delle 2 una:
        o vi fanno il lavaggio del cervello e vi rimettono lo stesso disco oppure Fabrizio non è che Luca, che sarebbe poi anche Paolo e Gigi e prima ancora Giovanni..

        Ma

        • Edo scrive:

          Evidentemente Fabrizio è nato da due scatole.

        • luca scrive:

          lol magari siamo tre e uno, infondo a voi queste cose piacciono no?

          ci fanno il lavaggio del cervello, oppure studiando materie che allenano il pensiero logico e coerente alla fine il cristianesimo perde significato? vedi un po’ tu!

          • Jack scrive:

            Pensiero logico e coerente??
            Luca capisco che viene qui a cazzeggiare ops “fare pausa” ma se questo la porta a pensare che ragionando il cristianesimo possa perdere di significato( Non si sente un pochino presuntuoso? ), le consiglio di darci dentro col lavoro!!!

            • luca scrive:

              jack come ho detto a dei suoi colleghi, io ho seguito 3 corsi di catechismo e letto 2 volte il vangelo e in buona parte la bibbia per cercare di capire il vostro punto di vista e alla fine devo dire che non avete nessun tipo di rigore logico in quello che dite, non siete coerenti e non siete auto-consistenti.
              cmq io a voi cattolici vi ho ascoltato, sono venuto alle vostre riunioni e non una volta ma per mesi, tu sei mai andato in un circolo gay? sei mai intervenuto in una riunione gay (dove se non altro tutti parlano e non come nel catechismo dove per lo più ascolti in silenzio)? certo che no, questa è la differenza, voi sono 2000 anni che spiegate il vostro poco difendibile e poco razionale punto di vista ma col quasi che ascoltate seriamente il punto di vista altrui… proprio non vi interessa

              • Jack scrive:

                Auto consistenti??????
                Ah ah ah! Immagino che lei si sia fatto da solo: non c’è che dire, questo si che è essere razionali!!!!
                AdDio.

    • luca scrive:

      ma è bellissimo!
      accidenti come sono contento è veramente avanti! grazie di aver condiviso il link.

      ps
      guarda che tuo figlio crescerà in un mondo con famiglie anche gay, quindi se un giorno non sarà in grado di viverci il problema sarà il suo, secondo me insegnargli a vivere nel mondo dove si trova lo aiuterà!

  16. Edo scrive:

    “I miliardi di animali allevati per nutrire anche suo figlio mangiano e tanto. Bevono acqua potabile e tanto. Considerando che i terreni agricoli e le risorse idriche sono tutt’altro che illimitati, non ci vede un nesso col fatto che “il bambino africano” muore di fame? Ha senso consumare quantità di soia e cereali e acqua potabile sufficienti per nutrire tutta la popolazione umana solo per far ingrassare animali allevati in condizioni vergognose e ottenere una quantità di carne non sufficiente per tutti?”

    Fabrizio, fai pisciare dalle risate! Io alle elementari (e-l-e-m-e-n-t-a-r-i) ho studiato che l’acqua o evapora, e torna sulla terra sotto forma di pioggia, oppure viene assorbita dal terreno ed esce dalle sorgenti, comunque non va mai perduta, quindi gli animali possono bere quanto vogliono, tanto l’acqua non finirà mai.
    In secondo luogo, il bambino africano non muore perché io mangio carne, ma perché il cibo già oggi è più che sufficiente per sfamare tutti quanti (basta vedere quanto ne buttiamo ogni giorno): semplicemente è mal distribuito. Poi, vabbè, io non ci posso far niente se i miliardi che noi diamo ai paesi africani vengono usati per comprare armi o se gli africani pensano di andare avanti con l’agricoltura di sussistenza e i pozzi, e non con l’agricoltura e gli allevamenti intensivi (che brutta parola) o con gli acquedotti, o se non vogliono usare sementi Ogm capaci di autoproteggersi da malattie e parassiti o capaci di germogliare e produrre messi in terreni aridi.
    Ps. Una domanda: tu che sei intelligente, non come i cattolici oscurantisti che frequentano questo sito, non crederai mica alla balla del sovrappopolamento?

    • Picchus scrive:

      Qualsiasi persona con un minimo di conoscenza delle problematiche in oggetto sa bene che il problema dell’Africa non è la sovrappopolazione, ma al contrario una popolazione non sufficientemente numerosa e mal distribuita, assieme a un’arretratezza sociale, culturale ed economica che ne impedisce lo sviluppo. Le stupidaggini sulla terra troppo popolata le troviamo già in autori romani di duemila anni fa e lasciano il tempo che trovano.

    • Fabrizio scrive:

      Alle elementari deve aver saltato la lezione in cui spiegavano il significato di “potabile”. Poverino.

  17. clemente scrive:

    Non capisco perchè non si oppongono contro le crudeltà e le vivisezioni nei confronti dei vegetali.
    In fondo anche le carote sono esseri umani.

  18. Tizio Giusto scrive:

    Con la pancia piena e un tetto sulla testa si può tranquillamente (si fa per dire) parlare di tutto , su tutto e di più! Gli animalisti e i verdi è notorio che vivano in capanne (no mattoni e cemento) si nutrano di bacche, e si spostino a piedi da un luogo all’altro per non inquinare l’aria. Si lavino 1 volta la settimana per non inquinare l’acqua,vadano al pronto soccorso senza ambulanza (inquinamento anche acustico). Chiamano i loro animali con nomi umani e li considerano figli (sic!) ,favoriscano l’aborto assieme alle SS del Partito Radicale per evitare che l’uomo prevalga! l’intelligenza è confusa con la cultura, la civiltà con i diritti astrusi ed inutili che si rivendicano! Però però…Hitler era un vegetariano convinto e da buon animalista vietò l’uso di cavie per gli esperimenti medici. La Storia con la S maiuscola insegna cosa però è stato in grado di combinare!

    • Watzki scrive:

      Un bel capolavoro di vuoto pneumatico. Manco mezzo ragionamento sensato, manco per sbaglio.
      Una sgangherata lezione di morale da parte chi vuole nascondere le proprie responsabilità.
      Il sonno della ragione genera mostri. Andiamo a rotoli anche per causa tua.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana