Google+

«Anche i cristiani vogliono la sharia in Egitto»

luglio 2, 2012 Leone Grotti

È la voce circolata in Egitto ma nasce da un malinteso. «La Costituzione oggi parla di “principi della sharia”, resti così con un’esenzione per i non musulmani», spiega il segretario del Santo Sinodo.

«Le chiese egiziane e Al-Azhar vogliono emendare la Costituzione in questo modo: “La sharia islamica è la fonte principale della legge». La voce circolata nell’ultima settimana in Egitto ha dell’incredibile. L’articolo II della Costituzione del 1971, copiato nell’attuale Dichiarazione costituzionale, che vige tuttora in Egitto in attesa di essere rivista dall’Assemblea costituente, recita: “L’islam è la religione dello Stato. La lingua ufficiale è l’arabo e i principi della giurisprudenza islamica sono la fonte principale del diritto”.

I salafiti, dopo l’elezionea presidente di Mohamed Morsi, esponente dei Fratelli Musulmani, hanno chiesto di emendare l’articolo e sostituire “i principi della giurisprudenza islamica” con “la sharia”. Il cambiamento sarebbe notevole ed è stata diffusa la voce secondo cui il cambiamento sarebbe appoggiato sia dall’università di Al-Azhar, tra le massima autorità del mondo islamico sunnita, sia dalle chiese dell’Egitto.

«Sono voci infondate e del tutto lontane dalla verità» ha precisato oggi al quotidiano Al Masry al Youm Edward Ghaleb, segretario del Santo Sinodo e membro dell’Assemblea costituente. «Noi abbiamo solo affermato che il documento redatto da Al-Azhar sarà una fonte importante per redigere la Costituzione. Ma quel documento chiarisce che il secondo articolo della Costituzione deve rimanere com’è ora, con un’aggiunta: “I non musulmani faranno riferimento ai propri riti” per quanto riguarda gli affari personali». Non dovranno dunque rispettare nessuna delle azioni previste dalla sharia sul diritto familiare e simili.

Secondo il portavoce della Chiesa cattolica, p. Rafic Greiche, «il secondo articolo deve rimanere così com’è. Emendarlo può creare problemi tra gli egiziani». Secondo diversi giuristi, infatti, l’emendamento proposto dai salafiti farebbe acquistare alla sharia un ruolo enorme nella Costituzione e la libertà religiosa dei cristiani, il 10 per cento circa della popolazione egiziana, subirebbe forti restrizioni.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana