Google+

Amico Maurizio Lupi, ma che cosa hai combinato?

marzo 5, 2014 Maurizio Lupi

L’ironica risposta del ministro delle Infrastrutture alla notizia di essere indagato per una nomina in un porto sardo. «AAA – Cercasi incaricato nomine enti pubblici. Inviare curriculum a: “Il posto e l’esposto”»

Tratto dal blog di Maurizio Lupi – Questi ultimi giorni sono passati – oltre al lavoro per piano casa, sconti per i pendolari autostradali, rimozione di treni in Liguria… – fra gli appelli di alcuni al mio senso di responsabilità e a un mio “atto dovuto”, e le dichiarazioni di altri sulla mia indegnità. Gli amici telefonano, esprimono solidarietà e chiedono che cosa è successo: ma che cosa hai fatto?

Venerdì scorso ho letto su un quotidiano sardo di aver commesso un “reato”. Ma non di nascosto, un reato alla luce del sole: ho nominato il commissario di un porto in Sardegna seguendo le procedure e con tutte le relative approvazioni formali, come doveroso e giusto. Un suo avversario politico, del Pd, non ha apprezzato la nomina, ha presentato un esposto alla magistratura, un pm – in questo caso sì per “atto dovuto” – ha aperto un fascicolo, un fascicolo implica delle indagini, io quindi risulto “indagato” anche se per ora solo a mezzo stampa.

Che dire a chi si appella al mio senso di responsabilità? Responsabilmente e in piena libertà, senza costrizione da parte di alcuno, segnalo a tutti miei avversari politici che tra gli “atti dovuti” del mio ruolo di ministro c’è la nomina di 24 autorità portuali (ma le voglio ridurre a 8), un capo di gabinetto, un segretario particolare, un capo della segreteria, un capo della segreteria tecnica, un capo ufficio stampa, i rappresentanti del ministero delle Infrastrutture in non so quanti consigli di amministrazione…

Come si vede non manca materia per chi volesse presentare esposti. Io intanto ho pensato di tutelarmi.

AAA – Cercasi incaricato nomine enti pubblici. Inviare curriculum a: “Il posto e l’esposto” concorso per titoli (di stampa), via Ponzio Pilato 1, Roma. Astenersi perditempo.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

11 Commenti

  1. leo aletti scrive:

    Ormai è addirittura noioso l’attacco prima mediatico e poi giustizialista. Ecco un piccolo elenco Berlusconi, Formigoni, Simone,Ottaviano del Turco, Pollari,Tortora, Leo Aletti, Amdreotti,Craxi, mani pulite, ecc. Il tentativo è di fare un distinguo, ma la verità viene sempre perseguitata.

  2. giovanni scrive:

    Chi ha fatto l’esposto è un poveretto

  3. ftax scrive:

    Esponete, esponete, qualcosa resterà…

  4. francesco taddei scrive:

    finchè i pm non saranno responsabili penalmente delle loro azioni ci saranno sempre le indagini a orologeria.

  5. Francesco scrive:

    … basterebbe anche solo responsabilità civile!

  6. luigi lupo scrive:

    Ieri in Lombardia ci sono stati arresti in un’indagine contro la mafia. Questa indagine fà il paio con quella di pochi anni fà che ha portato a varie condanne. Perchè Tempi non ne parla? Forse perchè nel pool che
    indaga c’ l’Ilda la rossa?
    Sempre articoli contro i magistrati.
    Bravi e complimenti.

    • giovanni scrive:

      Luigi Lupo, un consiglio, prova a leggere l’articolo!

      • luigi lupo scrive:

        E tu leggiti i commenti qui sopra e vedrai se sono solo io che ha capito che si tratta di un’altro articolo contro i magistrati.

        • leo aletti scrive:

          Non sono mai stato contro i magistrati, ma è evidente quello che sta succedendo.

    • ste scrive:

      ilda la rossa per 15 anni non ha fatto altro che cercare il modo di affossare Berlusconi.
      Era anche ora che cominciasse a lavorare eh!!?
      In fin dei conti il suo stipendio lo paghiamo noi.

      • luigi lupo scrive:

        Quattro anni fa faceva il pm contro Berlusconi e intanto indagava sulla mafia in Lombardia. Quindi non si è messa a lavorare solo ora. Quando indagava, quattro anni fa, Maroni andava in televisione a contestare Saviano. Chiaramente poi Tempi ha appoggiato la candidatura di Maroni. Oggi c’è questa ulteriore inchiesta ma Tempi la ignora. Ridicoli come sono tutti quelli che si bevono le “verità” che questo pseudo giornale propina,

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana