Google+

Un altro malato inserito nella “death list”. La vita di David dipende da un giudice

dicembre 6, 2012 Elisabetta Longo

David è da mesi ricoverato in condizioni gravi in terapia intensiva e i medici vogliono negargli altre cure. La famiglia si è rivolta al tribunale e ora la sua sorte è in mano a un giudice

David James è un musicista di 68 anni, sposato da cinquanta e con una amorevole famiglia alle spalle che ora sta cercando di difendere la sua incolumità di malato grave. David è stato ricoverato lo scorso maggio all’ospedale di Liverpool, per un problema intestinale. Lo stato di salute del paziente era già abbastanza debilitato per una serie di problemi avuti nel corso della vita e nell’ultimo mese ha contratto un’infezione polmonare, con danneggiamento dei reni e un attacco di cuore. Dal reparto di medicina interna in cui era ricoverato è stato spostato alla terapia intensiva, ed è qui che i medici hanno deciso di metterlo sulla “death list”, rappresentata dalla Liverpool Care Pathway, che permette ai medici di decidere se sospendere alimentazione, idratazione e cure a un paziente da loro ritenuto in fin di vita.

TERAPIA INTENSIVA. La moglie e la figlia però hanno continuato a comunicare con lui nonostante lo stato di salute grave, tramite leggeri movimenti delle labbra. David è ancora in terapia intensiva, a combattere tra la vita e la morte, ma nel frattempo la moglie e la figlia hanno portato in tribunale l’ospedale. «Le sue condizioni sono peggiorate a causa dei medici che lo stanno seguendo e che si rifiutano di dargli liquidi. Eppure noi in questi mesi l’abbiano sempre visto stabile, mai una smorfia di dolore o di tristezza sul suo viso». Il problema è che David ha anche subito una tracheotomia, che ovviamente non gli permette di esprimersi a parole, nonostante i familiari riescano lo stesso a intendersi con lui. E adesso toccherà a un giudice stabilire se David potrà continuare a ricevere la dialisi, i suoi farmaci per la pressione o di poter usare il defibrillatore nel caso in cui fosse in corso un infarto. Ma le sue possibilità di continuare a essere ricoverato, a detta di un altro medico esterno all’ospedale che l’ha visitato, sembrano essere meno dell’1 per cento.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rialzata, “rinforzata” nel look ma con lo stesso grande comfort di ogni Classe E, la All Terrain entra di forza nel segmento delle Statio Wagon rialzate. Offre tanto spazio e un comfort sontuoso, ma la sua attitudine off road è reale

L'articolo Prova Mercedes E 220 CDi All Terrain proviene da RED Live.

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi