Google+

Altro che “La grande bellezza”. L’Oscar lo merita “Il sospetto”

gennaio 17, 2014 Elisabetta Longo

Un maestro d’asilo viene accusato di pedofilia. Non ci sono prove né indizi, ma basta la parola di una bambina per far partire la caccia al mostro

Ormai lo sanno tutti, La grande bellezza di Paolo Sorrentino è in gara per miglior film straniero agli Oscar. Quello che non tutti sanno, invece, è che tra gli altri quattro nominati c’è una pellicola molto interessante e meritevole di aggiudicarsi il premio. Si intiola Il sospetto, ed è opera del regista danese Thomas Vinterberg, con Mads Mikkelsen a fare da indimenticabile attore protagonista. Mads è noto ai più per aver interpretato Le Chiffre, il cattivo abilissimo a poker che sfida James Bond in Casino Royale. Ne Il sospetto Vinterberg interpreta la parte di un maestro di asilo accusato di pedofilia.

UN UOMO TRANQUILLO. Lucas, questo il nome del personaggio, è un uomo tranquillo, alle prese con il divorzio dalla ex moglie e la battaglia per l’affidamento del figlio. Ha tanti amici, è benvoluto da tutti, è il classico amico a cui si ricorre quando si devono lasciare i bambini per qualche ora. Talmente buono da non accorgersi che Klara, la figlia del suo migliore amico, nutre sentimenti “strani” nei suoi confronti. Durante un gioco, Klara tenta di dare un bacio a Lucas, ma lui prontamente la allontana, spiegandole che tale comportamento è sbagliato. Klara, ferita, si vendica, raccontando alla direttrice dell’asilo che Lucas l’ha toccata.

SENZA PROCESSO. Comincia così l’incubo di Lucas. Il sospetto racconta la storia di un processo non fatto, di accuse pesanti lanciate in assenza di prove, di una comunità intera che decide di dare la caccia al mostro, e di un presunto mostro che non viene più creduto da nessuno, nemmeno dai suoi più cari amici. Gli eventi si succedono rapidamente e, mentre ancora Lucas è all’oscuro del reato che grava su di lui, viene chiamato l’assistente sociale, pronto a far confessare alla bambina una cosa che non è mai successa.
Mads Mikkelsen, l’attore, ha vinto la Palma d’Oro a Cannes del 2013 per la migliore interpretazione maschile, e si vede. L’attore è riuscito a fare suo tutto il dolore che potrebbe provare un uomo accusato ingiustamente, a cui tolgono l’affidamento del figlio, uccidono il cane, tolgono il lavoro e persino il cibo.

MIGLIOR ATTORE.  «I bambini non mentono» viene detto più volte nel film, anche se lo spettatore vede accadere il contrario. Eppure l’accusa principale che il regista fa ne Il sospetto non è verso i bambini, ma verso gli adulti, pronti a condannare un uomo senza che ci sia una prova a suo carico, senza che sia stato interrogato. Quando la polizia si decide a intervenire, vengono interrogati anche tutti gli altri bambini dell’asilo. Ma il destino di Lucas è ormai cambiato per sempre.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

5 Commenti

  1. DIAZ scrive:

    AMMAZZA CHE GUSTI!
    GIA’ PIOVE DA 1 SETTIMANA, NON SI VEDE IL SOLE DA UN DECENNIO, LA RECESSIONE MORDE COME NON MAI E CERTO POTREMMO CHIUDERE IN BELLEZZA CON QUESTO BEL MATTONE DI FILM
    EDDAI RAGAZZI..

  2. Fael scrive:

    Nella realtà è successo prima di natale, lui si è sempre dichiarato innocente, ha scritto al giudice motivando le sue ragioni di innocenza, dopo non ha retto e morto solo nell’indifferenza totale.
    http://www.papaseparatilombardia.org/on_line/categorie.asp?pr=439

  3. Livio scrive:

    ogni tanto un pò di campanilismo non guasterebbe

  4. Antonio scrive:

    la grande bellezza (maddechè…) è una roba imbarazzante, per non essere volgari.

  5. Lord Dunsany scrive:

    Il film merita moltissimo, è di quelli che ti mettono in agitazione mentre li guardi”; credo sia lui a meritare il premio… Una piccola nota di demerito per che ha redatto l’articolo, Elisabetta Longo. I film occorrerebbe guardarli prima di recensirli. La bambina non parla di essere stata toccata, ma dice di aver visto i genitali di Lucas. Klara non tenta di dargli un bacino, glielo da proprio…

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana