Google+

Altro che Dukan, per dimagrire meglio affidarsi a Shining

ottobre 30, 2012 Elisabetta Longo

D’ora in poi sarà consentito rispondere a chi ci propone di fare sport: «No, grazie, preferisco rimanere sul divano a guardare un film, consumo calorie anche così». A fornirci in corner l’ultima scusante pro pigrizia è il professor Richard MacKenzie, dell’università di Westminster. Il professore ha infatti sottoposto una serie di volontari alla visione di […]

D’ora in poi sarà consentito rispondere a chi ci propone di fare sport: «No, grazie, preferisco rimanere sul divano a guardare un film, consumo calorie anche così». A fornirci in corner l’ultima scusante pro pigrizia è il professor Richard MacKenzie, dell’università di Westminster. Il professore ha infatti sottoposto una serie di volontari alla visione di film dell’orrore, per vedere quanto l’incremento di adrenalina aumenti il metabolismo, e quindi il consumo calorico. Dimagrire facendosi una maratona di film da Halloween potrebbe essere possibile? MacKenzie dice di sì, ma tutto dipende dal genere di film.

PAURA EH? Il capolavoro di Stanley Kubrick, Shining, è il film che più di tutti alza il livello di adrenalina, con conseguente calo dell’appetito e aumento del metabolismo. Chi riesce a sopportare la visione delle gemelline nei corridoi dell’Overlook Hotel consuma circa 184 calorie. In seconda posizione lo Squalo, con 161 calorie consumate, terzo posto per l’Esorcista, con 158. Seguono Alien, l’enigmista splatter Saw, Nightmare, Paranormal activity, The Blair witch project, Non aprite quella porta e il nuovo Rec. L’unico di cui non compaiono le terrorizzanti opere è Dario Argento. Che però con la sua magrezza conferma a pieno la teoria del professore di Westminster.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana