Google+

«Altissima Luce di grande splendore…». Quando si cantò per Giovanni Paolo II con gli amici ciellini

dicembre 2, 2012 Pippo Corigliano

Natale 1979. Stimolati dall’affetto per il Papa tanti giovani come me s’impegnarono a riempire la basilica. Durante la cerimonia partì il coro di Cl con una laude medievale a Maria

Si avvicinava il Natale del 1979 e Giovanni Paolo II decise di celebrare in San Pietro una Messa per gli universitari romani. Ci fu chi tentò di dissuaderlo: iniziative analoghe avevano radunato solo uno sparuto gruppo di studenti, che nell’immensità di San Pietro sarebbero scomparsi. Stimolati dall’affetto per il Pontefice tanti giovani come me s’impegnarono a riempire la basilica che alla fine risultò sovraffollata. Durante la cerimonia partì il coro di Comunione e Liberazione con una laude medievale a Maria: «Altissima Luce di grande splendore…». La perfezione del canto e la devozione delle parole, colorate dall’italiano antico, m’impressionarono profondamente. Ho cercato poi e trovato quel canto e lo sento tutte le volte che voglio esprimere e rinnovare il mio affetto a Maria. Che fortuna abbiamo noi cristiani nel poterci rivolgere ad una madre così bella e affettuosa!

Il rifiuto della devozione mariana è un cattivo segno e male fanno le femministe quando rifiutano di riconoscersi nel modello mariano. Maria esprime il meglio dell’umanità e questo meglio ha un volto femminile. Dante ha ragione quando trova nell’amore per Beatrice la strada per il Paradiso. La donna, se ne ha l’intenzione, può migliorare l’uomo con la sua sensibilità e grazia. Perciò trovo congeniale, soprattutto in quest’Anno della fede, la recita del Santo Rosario, una preghiera in cui ci sono più complimenti a Maria che richieste. Chi ama la Madonna è allegro e l’allegria è un frutto dello Spirito Santo.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.