Google+

Ahmadinejad prende un’altra batosta elettorale

maggio 8, 2012 Leone Grotti

I candidati appoggiati dal presidente Ahmadinejad perdono anche al ballottaggio contro quelli sostenuti dall’Ayatollah Khamenei. Tra i due la rottura è totale da un anno. Per la dissidente Nemat «il regime è marcio».

Il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad è sempre più in crisi. I risultati dei ballottaggi delle elezioni hanno confermato il dato uscito già al primo turno, lo scorso 2 marzo: una sonora sconfitta dei candidati appoggiati dal presidente contro la vittoria schiacciante di quelli sostenuti dalla Guida suprema dello Stato Ayatollah Ali Khamenei. Il voto di venerdì scorso aggrava il declino politico di Ahmadinejad, che da un anno a questa parte, quando ha provato a sfidare Khamenei, sta perdendo consensi in maniera vertiginosa.

Dei 65 seggi in palio venerdì, nel Parlamento composto da 290 membri, 41 sono stati presi dagli oppositori di Ahmadinejad, 11 da indipendenti e solo 13 da uomini del presidente. Ahmadinejad ha ancora davanti a sé un anno di mandato, dopo essere stato rieletto per la terza volta tre anni fa. Secondo la Costituzione, non può ripresentarsi ancora ma la vera domanda e se riuscirà a resistere in sella fino al 2013. Come dichiarato a tempi.it dalla dissidente iraniana Marina Nemat, «il regime iraniano è marcio, si sta decomponendo dal suo interno e lo sa». Le lotte di potere tra il presidente e Khamenei ci sono ma «non riguardano i cittadini, come anche le elezioni per il Parlamento che non sono state libere».

Ahmadinejad, che recentemente è stato anche accusato in Parlamento, ora deve fare attenzione e cercare di non finire come Abolhassan Banisadr, accusato formalmente di minare le fondamenta religiose del paese nel 1981 e costretto a fuggire.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

Al volante della SUV “low cost” che migliora nei contenuti e nella guida mantenendo invariato il prezzo. Dacia ha vinto di nuovo la scommessa e ora offre una Duster più appetibile che mai

L'articolo Prova Dacia Duster 2018 proviene da RED Live.

Al Motor Bike Expo di Verona, dal 18 al 21 gennaio, Metzeler si presenta con una limited edition del suo pneumatico più custom: si chiama Metzeler ME 888 Marathon Ultra Orangewall

L'articolo Metzeler ME 888 Marathon Ultra Orangewall: più colore al custom proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download